Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Cerca tra le 10 righe

10 GENNAIO

immagine copertina
Stephen Ambrose
10 GENNAIO
Libridinosa, agenda letteraria

Non mi piace parlare di guerra se non analizzando gli aspetti sociologi e le conseguenze che porta nei territori danneggiati da essa. Nella narrativa difficilmente mi attrae invece per Stephen Ambrose non era così. Nacque oggi nel 1936 e fu uno storico è un biografo statunitense; curò le biografie di Eisenhower e Nixon, scrisse di molte battaglie ma fu il libro Banda di Fratelli che lo fece conoscere al pubblico. Questa notorietà lo portò ad essere consulente per il film Salvate il soldato Ryan e produttore esecutivo per la mini serie Band of Brothers tratta dal suo libro omonimo. Nonostante tutto questo l’epilogo della sua carriera non fu dei migliori, fu accusato di plagio e di aver inventato interviste mai fatte a personaggi pubblici.
VOI CHE NE PENSATE? LO CONOSCETE?

inviato il 10/01/2018
Nei segnalibri di:

La pietra di luna

immagine copertina
Wilkie Collins
La pietra di luna
Tradotto da Adriana Altavilla
Newton Compton - Minimammut 2016
10 righe da pagina 22:

Non sono superstizioso; ho letto una gran quantità di libri ai miei tempi; a modo mio sono uno studioso. Benché abbia compiuto settant’anni, sono dotato di una memoria attiva, e di gambe altrettanto buone. Vi prego di non considerare espressione di ignoranza la mia opinione secondo cui non è mai stato scritto, né più lo sarà, un libro quale Robinson Crusoe. Mi sono rivolto a questo romanzo per anni, generalmente in compagnia di una pipa, e in lui ho trovato un amico in tutte le necessità di questa vita mortale. Quando il mio umore è nero: Robinson Crusoe.Benché abbia compiuto settant’anni, sono dotato di una memoria attiva, e di gambe altrettanto buone. Vi prego di non considerare espressione di ignoranza la mia opinione secondo cui non è mai stato scritto, né più lo sarà, un libro quale Robinson Crusoe. Mi sono rivolto a questo romanzo per anni, generalmente in compagnia di una pipa, e in lui ho trovato un amico in tutte le necessità di questa vita mortale. Quando il mio umore è nero: Robinson Crusoe. Quando ho bisogno di un consiglio: Robinson Crusoe. In passato, quando mia mogl

inviato il 10/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

uhhhhhh! Gracias!!!!!! :))

Ciao sei nella classifica finale di gennaio, 10 righe scelte da Voi utenti.

Wilkie William Collins, Marylebone, 8 gennaio 1824 – Londra, 23 settembre 1889

Moll Flanders

immagine copertina
Daniel Defoe
Moll Flanders
Tradotto da G. Trevisani
Garzanti Libri 2015
10 righe da pagina 167:

Quando, la mattina dopo, avemmo il permesso di salire in coperta, io domandai a uno degli ufficiali della nave se potevo avere il permesso di mandare a terra una lettera, per far sapere ai miei amici dov'era la nave e farmi mandare le cose di cui avevo bisogno. Era, seppi, il nostromo, un tipo d'uomo civile e cortese, il quale mi disse che mi avrebbe dato quel permesso, e tutti gli altri che desideravo, purchè potesse darmeli senza correre rischi. Io gli dissi che non volevo altro; mi rispose che la scialuppa della nave andava a Londra conla prossima marea, e che avrebbe dato la mia lettera da portare.Così, quando fu per partire la scialuppa, venne da me il nostromo e mi disse che la scialuppa partiva, e che ci andava anche lui, e mi domandò se era pronta la lettera della quale doveva occuparsi. Io, potete figurarvelo, m'ero procurata penna, inchiostro e carta, e avevo scritto una lettera indirizzata alla mia governante.

inviato il 09/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Daniel Defoe nacque a Stoke Newington il 3 aprile 1660.

9 GENNAIO

immagine copertina
Simone de Beauvoir
9 GENNAIO
Libridinosa, agenda letteraria

In questo periodo di grandi tumulti ,dove la figura femminile è messa in discussione sotto ogni punto di vita, sono contenta di commemorare la nascita di un’autrice così importante; non solo per i libri che ci ha lasciato ma anche per la sua lotta sul ruolo e la condizione della donna nella società moderna. Nacque nel 1908 e fu scrittrice, saggista, filosofa, insegnante e femminista francese. Importante esponente dell’Esistenzialismo e compagna di Jean-Paul Sartre. Scrisse tantissimo ma vi segnalo due libri: “I mandarini”, Premio Goncourt nel 1954 e il saggio “Il secondo sesso” , l’opera più celebre sul movimento femminista.
MENO SACCHETTI PER LE VERDURE E PIÙ SIMONE DE BEAUVOIR!

inviato il 09/01/2018
Nei segnalibri di:

Gli anni

immagine copertina
Annie Ernaux
Gli anni
Tradotto da Lorenzo Flabbi
L'orma (collana Kreuzville) 2015
10 righe da pagina 217:

E non invecchiavamo. Nessuna delle cose che avevamo attorno durava abbastanza per diventare vecchia, sostituita in fretta e furia dal modello più recente. La memoria non aveva il tempo di associare gli oggetti a delle frasi dell'esistenza.
Di tutte le novità il "telefono cellulare" era la più miracolosa, la più sconcertante. Non avremmo mai immaginato che un giorno ci saremmo trovati a passeggiare con un telefono in tasca e a fare chiamate in qualunque posto e in qualunque momento. Ci faceva specie che le persone parlassero da sole per la strada, con il telefono all'orecchio.

inviato il 08/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Annie Ernaux è nata a Lillebonne il 1 settembre 1940.

Ci vediamo un giorno di questi

immagine copertina
Federica Bosco
Ci vediamo un giorno di questi
Garzanti 2017
10 righe da pagina 31:

Da sempre mi ripeteva che dovevo vivere di più, e più a fondo, ma esisteva un vivere di più e un vivere di meno? Per quanto mi riguardava, esisteva solo un vivere e un sopravvivere. È vero, io non ero mai stata una che beve la vita, una godereccia, una temeraria. Lei era quella che si buttava a bomba nell’acqua dopo aver mangiato un chilo di focaccia, io quella che aspettava tre ore precise sotto l’ombrellone, con la protezione totale sul naso e il cappellino, e poi faceva il bagno arrivando fino al cartello delle acque sicure. Eravamo semplicemente molto diverse, come i bianchi e i neri nel cesto della biancheria da lavare.

inviato il 08/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Federica Bosco è nata a Milano il 25 settembre 1971.

Paradisi minori

immagine copertina
Megan Mayhew Bergman
Paradisi minori
Tradotto da G. Guerzoni
NN Editore 2017
10 righe da pagina 32:

Ricordati, dissi a mia madre, che non sono obbligata a prendermi cura di quel pennuto.
Be', disse lei, io non sono obbligata a prendermi cura di te.
Invece si, pensai, le sue parole una scheggia nel petto. Devi.
In quel momento, mi sentii cedere. La odiavo per la sua freddezza, la logica testarda, la capacità di fare la voce grossa anche quand'era stanca morta, pelle e ossa, e non vedeva nemmeno il cibo sulla forchetta.
Eccola seduta il poltrona, nel suo vestito fuori moda fatto a mano, con il pennuto in braccio e la merda sulla spalla.
Era stata schiacciata dal mondo, ma di fronte alla sconfitta minacciava tutti noi.

inviato il 08/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Megan Mayhew Bergman nata a Born il 23 dicembre 1979.

Le 10 righe sono tratte dal racconto "Le arti della casalinga". Anche l'incipit ė notevole..: "In famiglia, sono io che porto a casa i soldi e sono io la casalinga. Preparo i pranzi e cambio le lampadine, le lenzuola e l'olio della macchina. Bacio i lividi sulle ginocchia e uccido a zappate i serpenti testa di rame che arrivano dal torrente dietro casa. Posso fare una crostata e sterminare le locuste in cantina con un'asse coperta di colla, non in contemporanea, però. Mi piace tessere le mie lodi perché non lo fa nessun altro.*

Mr Holmes Il mistero del caso irrisolto

immagine copertina
Mitch Cullin
Mr Holmes Il mistero del caso irrisolto
Tradotto da Giovanna Scocchera
Neri Pozza 2015
10 righe da pagina 13:

Tanto all’andata quanto al ritorno aveva percorso gli stessi, interminabili itinerari, perlopiù in compagnia di militari chiassosi, pochi dei quali riconoscevano l’anziano gentiluomo che cenava o sedeva accanto a loro (quel Matusalemme lento come una lumaca che si frugava in tasca alla ricerca di un cerino mai trovato, masticando in continuazione un sigaro giamaicano spento). Quei visi rubizzi si volgevano a lui solo nelle rare occasioni in cui un funzionario proclamava ad alta voce la sua identità, e allora lo scrutavano meravigliati perché, sebbene usasse due bastoni da passeggio, il suo corpo era ancora diritto, e il passare degli anni non aveva smorzato il grigio intenso degli occhi. I capelli candidi, folti e lunghi, come la barba, erano pettinati all’indietro, alla moda inglese.
«È vero? È proprio lei?»
«Temo di potermi fregiare ancora di quel titolo».
«Lei è proprio Sherlock Holmes? No, non ci credo».
«Poco male. Del resto fatico io stesso a crederci».

inviato il 08/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie

Ciao Giovanni, sei nella classifica settimanale del mese di gennaio. Scegli partendo da oggi a domenica 21 gennio 10righe che più ti piacciono riportando il link qui nei commenti.

Mitch Cullin (Santa Fe, 23 marzo 1968)

Il gigante sepolto

immagine copertina
Kazuo Ishiguro
Il gigante sepolto
Tradotto da Susanna Basso
Einaudi 2016
10 righe da pagina 157:

- Ma siete proprio certa, mia buona signora, di volervi liberare di questa nebbia? Non è forse meglio che le cose rimangano nascoste alle nostre menti?
- Sarà così per qualcuno, padre, ma non per noi. Axl e io desideriamo riavere i bei momenti vissuti insieme. Ne siamo stati derubati, come se un ladro nottetempo fosse entrato in casa a portarci via quel che avevamo di più prezioso.
- Ma la nebbia copre tutti i ricordi, i brutti come i belli. Non è così, mia signora?- Ma siete proprio certa, mia buona signora, di volervi liberare di questa nebbia? Non è forse meglio che le cose rimangano nascoste alle nostre menti?
- Sarà così per qualcuno, padre, ma non per noi. Axl e io desideriamo riavere i bei momenti vissuti insieme. Ne siamo stati derubati, come se un ladro nottetempo fosse entrato in casa a portarci via quel che avevamo di più prezioso.
- Ma la nebbia copre tutti i ricordi, i brutti come i belli. Non è così, mia signora?
- Che tornino anche quelli brutti, seppure ci faranno piangere o tremare di rabbia. Non è comunque la vita che abbiamo avuto insieme?
- Dunq

inviato il 08/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Paola, sei nella classifica settimanale del mese di gennaio.

8 GENNAIO

immagine copertina
Glenn Cooper
8 GENNAIO
Libridinosa, agenda letteraria

Devo confidarvi una cosa... questo autore non mi piace un granché... è vero che ho letto solo un libro ( il suo primo romanzo) ma non è per niente il mio genere...A parte questo gli riconosco diversi pregi;
innanzitutto fa un sacco di mestieri: scrittore,medico,archeologo,sceneggiatore e produttore cinematografico! Anche se credo che, visto il suo grande successo, la sua attività principale sia scrivere libri!! Da medico specializzato in malattie infettive a scrittore affermato! Complimenti a lui!
A 64 anni ha scritto 13 libri, tradotto in 31 lingue e venduto oltre 6 milioni di copie!
BUON COMPLEANNO!

inviato il 08/01/2018
Nei segnalibri di:

The Underground Railroad

immagine copertina
Colson Whitehead
The Underground Railroad
Doubleday 2016

Cora had heard Michael recite the Declaration of Independence back on the Randall plantation many times, his voice drifting through the village like an angry phantom. She didn’t understand the words, most of them at any rate, but created equal was not lost on her. The white men who wrote it didn’t understand it either, if all men did not truly mean all men. Not if they snatched away what belonged to other people, whether it was something you could hold in your hand, like dirt, or something you could not, like freedom. The land she tilled and worked had been Indian land. […]
Stolen bodies working stolen land. It was an engine that did not stop, its hungry boiler fed with blood.

inviato il 07/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

È un piacere! :)

Grazieee :)

7 GENNAIO

immagine copertina
Charles Péguy
7 GENNAIO
Libridinosa, agenda letteraria

Charles Péguy è davvero un autore interessante... nel cercare informazioni su di lui ho scoperto che aveva una penna davvero sagace... Una vita breve e tormentata fatta di ribellioni esistenziali e dichiarazioni intente a boicottare il panorama intellettuale dell’epoca; insomma un bel tipetto!
Nato nel 1873 fu scrittore, poeta e saggista francese; socialista convertito al cattolicesimo, fondatore della rivista anarchica “Cahiers de la Quinzaine” dichiarò:«Una rivista è viva solo se ogni volta scontenta un buon quinto dei suoi abbonati. E giustizia vuole che non siano sempre gli stessi a rientrare in questo quinto. Altrimenti, quando ci si sforza di non scontentare nessuno, si cade nel sistema di quelle riviste che perdono o guadagnano milioni per non dire nulla» .

inviato il 07/01/2018
Nei segnalibri di:

6 GENNAIO

immagine copertina
Elizabeth Strout
6 GENNAIO
Libridinosa, agenda letteraria

La prima cosa che vi voglio dire di questa meravigliosa scrittrice è LEGGETELA!
Elizabeth Strout nacque nel 1956 a Portland ed è una delle scrittrici statunitensi più amate del momento. Ha vinto il premio Pulitzer nel 2009 con Olive Kitteridge e poi di seguito il premio Bancarella e il Premio Mondello. Tutti premi meritatissimi! La sua abilità nel raccontare le persone, la solitudine, i sogni e le ipocrisie della società perbenista e provinciale sono davvero notevoli; una grande capacità di introspezione che non è da tutti!
Se la amate come me fatemi sapere!

inviato il 06/01/2018
Nei segnalibri di:

Dubliners, "The dead"

immagine copertina
James Joyce
Dubliners, "The dead"
Wordsworth Classics 1993
10 righe da pagina 153:

A wave of yet more tender joy escaped from his heart and went coursing in warm blood along his arteries. Like the tender fire of stars moments of their life together, that no one knew of or would ever know of, broke upon and illumined his memory. He longed to recall to her those moments, to make her forget the years of their dull existence together and remember only their moments of ecstasy. For the years, he felt, had not quenched his soul or hers. Their children, his writing, her household cares had not quenched all their souls’ tender fire. [...] He longed to be alone with her. When the others had gone away, when he and she were in the room in the hotel, then they would be alone together.

inviato il 05/01/2018
Nei segnalibri di:

The Catcher in the Rye

immagine copertina
J. D. Salinger
The Catcher in the Rye
Little Brown and Company 2014
10 righe da pagina 22:

What I like the best is a book that's at least funny once in a while. I read a lot of classical books, like The Return of the Native and all, and I like them, and I read a loto of war books and mysteries and all, but they don't knock me out too much. What really knocks me out is a book that, when you're all done reading it, you wish the author that wrote ut was a terrific friend of yours and you could call him up on the phone whenever you felt it. That doesn't happen much, though. I wouldn't mind calling Isak Dinesen up. And Ring Lardner, except that D.B. told me he's dead. You take that book Of Human Bondage, by Somerset Maugham, though. I read it last summer. It's a pretty good book and all, but I wouldn't want to call Somerset Maugham up. I don't know. He just isn't the kind of guy I'd want to call up, that's all.

inviato il 05/01/2018
Nei segnalibri di:

Benediction

immagine copertina
Kent Haruf
Benediction
First Vintage Contemporaries Edition 2013
10 righe da pagina 43:

I think that'll do, he said. That'll do just fine. You know about love, I can see that. But let me just add my own thoughts. Love is the most important part of life, isn't it. If you have love you can live in this world in a true way and if you love each other you can see past everything and accept what you don't understand and forgive what you don't know or don't like. Love is all. Love is patient and bound-less and right-hearted and long-suffering. I hope you may love each other all your days of life together. And I hope you may have a great many years of those days.
They sat looking at him talk. Yes sir, we will, the boy said. He glanced at the woman. Can you perform the service now?

inviato il 05/01/2018
Nei segnalibri di:

5 GENNAIO

immagine copertina
Rudolf C. Eucken
5 GENNAIO
Libridinosa, agenda letteraria

Ammetto che questo autore non lo conoscevo... così ho avuto l’opportunità di approfondire e di raccogliere informazioni su Rudolf Christoph Eucken, nato il 5 gennaio del 1846 e filosofo tedesco.
Per tanti anni professore all’università di Jena e alla New York University, ricevette il Premio Nobel per la letteratura nel 1908.
"in riconoscimento della sua sincera ricerca della verità, del suo penetrante potere di pensiero, della sua vasta gamma di visione, e del calore e della forza nella presentazione con cui,nei suoi numerosi lavori,ha rivendicato e sviluppato un' idealista filosofia della vita ".
Mi piace quando scopro nuovi autori o nuove personalità, il bello è che c'è sempre da imparare...

inviato il 05/01/2018
Nei segnalibri di:

Un tebbirile intanchesimo e altri rattonchi

immagine copertina
Carlo Sperduti
Un tebbirile intanchesimo e altri rattonchi
Gorilla Sapiens 2013
10 righe da pagina 63:

Il signor Filippo entra in un negozio di abbigliamento e nota, per puro caso, una camicia molto bella, quasi nascosta dalle altre.
Ma bella davvero, non tanto per dire.
Semplice, per carità, ma davvero bella. Sobria, questo è certo, ma bella davvero. Un modello un po' vecchio, non lo si vuole negare, ma davvero bella. Nessun segno particolare, s'intende, ma bella davvero.
Quando la sgancia per guardarla meglio, si accorge che quattro uomini - gli unici altri clienti in quel momento - gli si stanno avvicinando. Allungando un po' le mani sul colletto, sulle maniche e sui bottoni, prendono a commentare, entusiasticamente, le doti della camicia.
Il signor Filippo li osserva e capisce subito come stanno le cose: ognuno ha i suoi gusti.

inviato il 05/01/2018
Nei segnalibri di:

Umami

immagine copertina
L'aria Iufresa
Umami
Tradotto da Giulia Zavagna
SUR 2017
10 righe da pagina 174:

Perché?, mi ha chiesto Linda.
Perché pesa più un morto che un vivo?
A-ha.
Suppongo che abbia a che vedere con la mancanza di sforzo muscolare, le ho detto: Quando prendi in braccio una persona viva, per quanto sia debole, ancora si sostiene, o almeno ha intenzione di farlo.
Forse morire è proprio questo, no?
Pesare di più?
Quel momento in cui uno smette di portare il proprio peso.

inviato il 04/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie.

Ho scelto queste 10righe: http://scrivi.10righedailibri.it/la-pietra-di-luna !

Grazie :)) provvedo al più presto! (I folletti hanno rimesso le righe a posto!!

Ciao Francesca, sei nella finale di gennaio, 10 righe settimanali. Scegli 10righe che più ti piacciono partendo da lunedì 8 gennaio a domenica 14 gennaio, riportando qui nei commenti il link.

Ohhhhh.. <3 Questo spiega tutto :))

4 GENNAIO

immagine copertina
Seth Grahame-Smith
4 GENNAIO
Libridinosa, agenda letteraria

Un po’ dissacrante, un po’ sbruffoncello,
Seth Grahame-Smith (scrittore e produttore cinematografico statunitense) di scalpore ne ha prodotto quando ha deciso di riscrivere Orgoglio e Pregiudizio in chiave horror! Temerario forse? Oppure incosciente? Fatto sta che fu un gran successo! ( e devo ammettere che leggerlo mi ha molto divertita!) Oggi compie 42 anni ed ha in attivo due libri: quello appena citato e La leggenda del cacciatore di Vampiri, entrambi diventati film.
Giovane e spregiudicato... bravo lui!

inviato il 04/01/2018
Nei segnalibri di:

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy