Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Cerca tra le 10 righe

I capolavori

immagine copertina
Irène Némirovsky
I capolavori
Tradotto da Marco Rinaldi
Newton Compton 2013
10 righe da pagina 32:

La donna...Per Yves, non era altro che un grazioso e comodo oggetto: prima di tutto, dopo la guerra ce n'erano così tante, e così disponibili...e poi no, davvero no, in quegli sguardi carezzevoli e mentitori non riusciva proprio a trovare quel fremito dell'anima, quel bagliore di mistero che suo padre cercava, che a volte credeva confusamente di aver trovato. E pensava che per uno che ha affondato lo sguardo negli occhi di un moribondo, uno che è stato ferito, che ha sbarrato disperatamente gli occhi per tentare di vedere un po' di cielo prima di morire, la donna non abbia segreti né misteri, né altro fascino che quello di essere disponibile, graziosa e fresca. L'amore... doveva essere una sensazione di pace, di calma, di infinita serenità... L'amore, quello doveva essere un riposo...se mai esisteva...

inviato il 08/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Staff e buone letture a voi e a tutti :)

Ciao Gwen, le tue 10 righe sono state scelte dalla redazione sei nella finale di novembre... Buone LETTURE :)

La citazione è tratta dal romanzo breve "Il malinteso"

lettere d'amore

Fernando Pessoa
lettere d'amore
Zanichelli

Tutte le lettere d'amore sono ridicole,Non sarebbero lettere d'amore se non fossero ridicole.Anch'io ho scritto ai miei tempi lettere d'amore, come le altre,ridicole.Le lettere d'amore,se c'è l'amore,devono essere ridicole.Ma dopotutto solo coloro che non hanno mai scritto lettere d'amore, sono ridicoli.Magari fosse ancora il tempo in cui scrivevo senza accorgermene lettere d'amore ridicole. La verità è che oggi sono i miei ricordi di quelle lettere ad essere ridicoli. (Tutte le parole sdrucciole,come tutti i sentimenti sdruccioli, sono naturalmente ridicole).

inviato il 08/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Silvia le tue 10 righe sono incomplete, manca il nome del traduttore, anno di Ciao Giuliana scrivi qui nei commenti, traduttore, anno di edizione e numero pagina dove hai tratto le tue righe... Grazie...

POLVERE

immagine copertina
PATRICIA CORNWELL
POLVERE
A. MONDADORI

Quando nasciamo,crediamo in un sogno che cerchiamo di realizzare ma che piano piano dubitiamo di riuscire a concretizzare e che finiamo per temere e , il sogno a poco a poco arrugginisce, marcisce , si scolora, si decompone, avvizzisce, muore e torna polvere.
La mia reazione è sempre la stessa:"mettere ordine"

inviato il 08/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Silvia le tue 10 righe sono incomplete, manca il nome del traduttore, anno di edizione e numero pagina dove hai tratto le tue righe... Lasciale qui nei commenti. Grazie.

Phobia

immagine copertina
DORN WULF
Phobia
Casa Editrice Corbaccio

La paura ha una casa in cui abitare,quassù in testa, e allo stesso tempo questo è l'unico posto in cui possiamo affrontarlo.
Il tempo a nostra disposizione è limitato e sarebbe uno spreco trascorrerlo in compagnia della paura.

inviato il 08/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Silvia le tue 10 righe sono incomplete, manca il nome del traduttore, anno di edizione e numero pagina dove hai tratto le tue righe... Lasciale qui nei commenti. Grazie.

Il cacciatore del buio

immagine copertina
Donato Carrisi
Il cacciatore del buio
Longanesi

La vita è solo una lunga serie di prime volte. Le prime volte, belle o brutte che siano, creano un ricordo indelebile e una strana magia.Contengono una lezione preziosa da spendere per il futuro. Sempre

inviato il 08/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Anno di edizione e numero pagina dove hai tratto le tue righe...

Benvenuta Silvia... :)

con te e senza di te

osho
con te e senza di te
oscar mondadori

l'amore è un lusso. E' abbondanza. Significa possedere così tanta vita che non sai più che farne, quindi la condividi. Significa avere nel cuore infinite melodie da cantare che qualcuno ascolti o no è irrilevante. Anche se nessuno ascolta, devi comunque cantare, devi danzare la tua danza.

inviato il 08/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Silvia le tue 10 righe sono incomplete, manca il nome del traduttore, anno di Ciao Giuliana scrivi qui nei commenti, traduttore, anno di edizione e numero pagina dove hai tratto le tue righe... Grazie...

donne che amano troppo

Robin Norwood
donne che amano troppo
Zanichelli

Si puo' davvero amare troppo? No le donne amano tutte allo stesso modo nessuna donna può amare poco o amare troppo. Quando una donna ama, ama punto. Una donna sente di "amare troppo" quando si sente "di troppo", quando comprende che il proprio amore non può essere contenuto in un cuore troppo piccolo o troppo pieno.

inviato il 08/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Silvia le tue 10 righe sono incomplete, manca il nome del traduttore, anno di Ciao Giuliana scrivi qui nei commenti, traduttore, anno di edizione e numero pagina dove hai tratto le tue righe... Grazie...

poesie

Fernando pessoa
poesie
mondadori

Amo come l'amore ama
Non conosco altra ragione di amrti che amarti
Cosa vuoi che ti dica oltre a dirti che ti amo
Se cio' che voglio dire è che ti amo.
Fernando Pessoa

inviato il 07/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Silvia le tue 10 righe sono incomplete, manca il nome del traduttore, anno di Ciao Giuliana scrivi qui nei commenti, traduttore, anno di edizione e numero pagina dove hai tratto le tue righe... Grazie...

sono come il fiume che scorre

PAULO COELHO
sono come il fiume che scorre
Canguri feltrinelli

Essere come il fiume che scorre silenzioso nella notte, senza temere le tenebre, Se ci sono stelle nel cielo, rifletterle, E se i cieli si riempiono di nubi, cosi' come il fiume, le nubi sono d'acqua:riflettere anch'esse, senza timore,nelle tranquille profondita'

inviato il 06/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Silvia le tue 10 righe sono incomplete, manca il nome del traduttore, anno di Ciao Giuliana scrivi qui nei commenti, traduttore, anno di edizione e numero pagina dove hai tratto le tue righe... Grazie...

La natura delle cose

immagine copertina
Lucrezio
La natura delle cose
Tradotto da Guido Milanese
Mondadori Oscar scuola 2014
10 righe da pagina 313:

E quando congiunte le membra usano infine del fiore
d'età, quando già sente il corpo arrivare il godimento,
ed è giunta Venere al punto d'irrorare un femmineo campo,
bramosamente schiacciano il corpo, mischiano le salive
della bocca, respirano premendo coi denti le bocche
inutilmente, perché nulla da lì potranno raschiare,
né penetrare e sparire, tutto il corpo nel corpo;
perché questo a volte sembrano volere, e lottare.
Così bramosamente stanno avvinti nell'unione d'amore,
fino a quando si rilasciano le membra, fiaccate dalla forza del piacere.
Ed in fine, quando si libera il desiderio raccolto nei nervi,
c'è per poco una piccola sosta dell'ardore violento.

inviato il 06/11/2014
Nei segnalibri di:

Nato il 6 novembre: Robert Musil

immagine copertina
Robert Musil
Nato il 6 novembre: Robert Musil
Compleanni d'autore 2014

Buon compleanno Robert Musil! (Nato il 6 novembre 1880 a Klagenfurt)

In realtà, con la lettura aveva un rapporto del tutto particolare. Da buon ufficiale di cavalleria non amava affatto i libri in generale. Disprezzava tanto i romanzi quanto la filosofia. Leggendo non voleva dover riflettere su opinioni o controversie, ma, piuttosto, già nell’atto di aprire un libro, entrare, come per una porta segreta, nel mezzo di raffinate conoscenze. Dovevano essere libri il cui solo possesso già fosse una sorta di segreto segno distintivo, come una garanzia di ultraterrene rivelazioni. E tali erano per lui i libri di filosofia indiana, che ai suoi occhi apparivano non come semplici libri, ma come rivelazioni, come realtà: opere a chiave, come i libri di alchimia e di magia del Medioevo.
(Il giovane Törless)

inviato il 06/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

- 10 righe da pagina 34 suggerite da Vera Viselli
http://scrivi.10righedailibri.it/il-giovane-t%C3%B6rless

jane eyre

charlotte bronte
jane eyre
Rusconi

qualche volta ho nei suoi confronti, una sensazione curiosa.specialmente quando mi è vicina,come ora.Mi sembra di avere una corda nella parte sinistra del mio petto strettamente legata a una corda analoga posta nella parte corrispondente della sua personcina. E se mare e terra si frapporrano fra noi, temo che quella congiunzione andra' spezzata, e ho la convinzione che comincerò a sanguinare dentro. Quanto a lei ...mi dimentichera'

inviato il 05/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Giuliana : )

NEL TEMPO DI MEZZO

immagine copertina
MARCELLO FOIS
NEL TEMPO DI MEZZO
Einaudi (collana Supercoralli) 2012
10 righe da pagina 252:

Oh non sono mai stato speciale, ho amato le cose che amano tutti: il silenzio mattutino, le lenzuola fresche di bucato... Ho amato di innamorarmi. Ho amato di essere amato. Ho amato di trattenere il pianto e anche di piangere. Mai stato speciale, no.Ho amato il pane fresco e la perfezione di certe forme. Ho amato d'amare.E odiare, qualche volta, certo: non sono speciale. Neanche adesso che è notte fonda.

inviato il 05/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ho scelto queste 10 righe grazie :) http://scrivi.10righedailibri.it/angel-0

Grazie :) si mi ricorderò grazie mille

Ciao Dafne D. sei nella finale settimanale di novembre, COMPLIMENTI!!!
Ricordati di scegliere le tue 10righe da oggi a domenica 16 novembre...

La casa degli spiriti

immagine copertina
Isabel Allende
La casa degli spiriti
Tradotto da A. Morino S. Pilota
Feltrinelli (collana Universale economica) 2013

Per la prima volta nella sua vita, Alba sentì il bisogno di essere bella e rimpianse che nessuna delle splendide donne della sua famiglia le avesse lasciato in eredità i suoi attributi, e l'unica che l'aveva fatto, la bella Rosa, le aveva dato solo una sfumatura d'alga marina ai suoi capelli, che, se non era accompagnata da tutto il resto, sembrava piuttosto un errore del parrucchiere. Quando Miguel indovinò la sua inquietudine, la portò per mano fino al grande specchio veneziano che ornava un angolo della camera segreta; tolse la polvere dal vetro incrinato e poi accese tutte le candele che aveva e gliele mise intorno. Lei si rimirò nei mille frammenti dello specchio. La sua pelle, illuminata dalle candele, aveva il colore irreale delle figure di cera. Miguel cominciò ad accarezzarla e lei vide trasformarsi il suo volto nel caleidoscopio dello specchio e convenne infine che lei era la più bella dell'universo, perché aveva potuto vedersi con gli occhi con cui la vedeva Miguel.

inviato il 05/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Nell'immagine: Venere e Cupido. Diego Velázquez, 1648 ca.olio su tela, 122,5 × 175 cm Londra, National Gallery.

La musica segreta dei ricordi

immagine copertina
Alyson Richard
La musica segreta dei ricordi
Tradotto da Isabella Zani
Piemme 2013
10 righe da pagina 115:

Quando Neruda se ne andò, erano entrambi in preda alle vertigini.
Salomè non sgridò Octavio per non averla avviasata in tempo ; lui, dal canto
suo, non riferì che cosa gli aveva chiesto il poeta.
Quella sera fecero l'amore come se fossero tornati ragazzini.
Lui si mise a frugare in cerca della piccola borsa di seta che lei gli aveva ricamato,
e che conteneva le poesie trascritte con tanta cura;le tirò fuori tutte dal sacchettino
e gliele lesse ad alta voce, strofa dopo strofa.
Lei si limitò ad ascoltare, le palpebre chiuse, i pensieri lontanissimi, persa nel suono
della voce di suo marito. Persa nel rivedersi ancora diciassettenne, sotto una pioggia di
arance come vivide stelle cadenti.

inviato il 03/11/2014
Nei segnalibri di:

Io che amo solo te + La cena di Natale

immagine copertina
Luca Bianchini
Io che amo solo te + La cena di Natale
A. MONDADORI 2014
10 righe da pagina 13:

Il primo ad arrivare fu l'ospite meno atteso.
Il maestrale si presentò con un giorno di anticipo, senza preavviso e senza regalo. Ninella lo aveva sentito dal letto ed era rimasta immobile, attonita. Un po' come quando ti svegli e senti che ti è venuta la febbre. Allora ti giri dall'altra parte, ti metti in posizione fetale, e speri che i brividi ti lascino in pace. Ma lei conosceva troppo bene il rumore delle sue persiane nei giorni in cui arrivava quel vento. Fastidioso, insistente, una campana che non smette mai di suonare. Si stava avvicinando il grande appuntamento, con il suo carico di sogni e parenti.

inviato il 03/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Dafne D. e grazie staff :)

Ciao Giovanni sei nella classifica di novembre, 10 righe scelte da Voi utenti... Buone letture!!!

scelgo le righe di Giovanni Pisciottano Staff 10 righe grazie :)

L'innocenza rubata

immagine copertina
Elissa Wall
L'innocenza rubata
Tradotto da Rocco Minerva
Piemme 2010
10 righe da pagina 169:

"Mi spiace, ma non mi piaci e non riesco a pensare all'eternità con te."
Rimase stupito dalla mia risposta, ma non per questo scoraggiato. Assentí, ripetendo quello che qualsiasi buon uomo del sacerdozio avrebbe detto: "Dio cambierá i tuoi sentimenti, se tu rimani fedele. Con il tempo ti sentirai diversamente."
Sapevo che non sarebbe mai accaduto, ma non dissi nulla.
Restammo quasi sempre in silenzio per tutto il resto del nostro "appuntamento", con me che non vedevo l'ora che finisse. Una parte di me avrebbe voluto dargli delle spiegazioni piú esaurienti, ma non riuscivo a trovare le parole. Era quel senso innato che Dio infonde in noi e che ci fa vedere quello che é giusto e quello che é sbagliato. Quella voce interiore mi diceva che Allen era la persona sbagliata per diversi motivi. Ancora prima di sposarlo, mi ripugnava. Non aveva ancora preso la mia mano, ma mi aveva giá portato via l'innocenza.

inviato il 03/11/2014
Nei segnalibri di:

Persi in un buon libro

immagine copertina
Jasper Fforde
Persi in un buon libro
Tradotto da Pier Francesco Paolini
Marcos Y Marcos 2007
10 righe da pagina 28:

Cara Miss Next,
sono uno dei suoi più ardenti ammiratori. Lei dovrebbe sapere che David Copperfield, lungi dall’essere l’innocentino dagli occhi di cerbiatto qual è di solito raffigurato, assassinò la prima moglie Dora Spenlow per sposare Agnes Wickfield. Suggerisco di riesumare i resti di Dora Spenlow e di cercarvi tracce di arsenico o di botulino, o di entrambi. Già che siamo in argomento, ha mai cessato di domandarsi perché Omero abbia cambiato idea sui cani da qualche parte fra l’Iliade e l’Odissea? Ricevette forse un cucciolo in dono, nell’intervallo fra le due opere? Un’altra cosa: lei non trova l’Ulisse di Joyce noioso e inintellegibile? Io sì! E perché mai le opere di Hemingway non hanno alcun odore incorporato?

inviato il 02/11/2014
Nei segnalibri di:

Poesia

immagine copertina
Alda Merini
Poesia
Repubblica
10 righe da pagina 2:

Santi e poeti - 2 dicembre 1948
Bisogna essere santi
per essere poeti:
dal grembo caldo d'ogni nostro gesto,
d'ogni nostra parola che sia sobria,
procederà la lirica perfetta
in modo necessario ed istintivo.
Noi ci perdiamo ,e a volte ,ed affanniamo
per i vicoli ciechi del cervello,
sbriciolati in miriadi di esseri
senza vita durevole e completa,
noi ci perdiamo ,a volte ,nel peccato
della disconoscenza di noi stessi.
Ma un gesto calmo della mano,
con un guradar "volutamente " buono,
noi ci possiamo sempre ricondurre
sulla strada maestra che lasciammo
e nulla è piu' fecondo e piu' stupendo
di questo tempo di conciliazione.

inviato il 02/11/2014
Nei segnalibri di:

Compleanni d'autore 1 novembre: Barbara Fiorio

immagine copertina
Barbara Fiorio
Compleanni d'autore 1 novembre: Barbara Fiorio
10 Righe dai libri 2014
10 righe da pagina 59:

Buon compleanno alla nostra cara amica Barbara Fiorio! Nata a Genova l’1 novembre 1968
: )
Mentre passava in rassegna ogni giorno di quei tre anni insieme, ogni promessa infranta, ogni litigio per stupidi pretesti, ogni vacanza mancata, ogni telefonata strategica, ogni bugia, tagliò i polsini alle camicie e le cerniere di tutti i pantaloni, spezzò i cd, rovesciò le spezie accuratamente ordinate, rigò il pregiatissimo parquet, strappò l'imbottitura dal divano e la usò per otturare gli scarichi, stracciò la collezione di foto d'epoca, ruppe le lampade di design, gettò surgelati dietro librerie e armadi, versò il dopobarba e il profumo sul materasso, aprì tutti i rubinetti, annegò il portatile nella vasca, avviò la lavatrice piena di preziose macchine fotografiche e si fermò solo davanti ai libri.
I libri no, i libri non si potevano distruggere.
(Chanel non fa scarpette di cristallo)
http://www.10righedailibri.it/category/autore/barbara-fiorio

- 10 righe da pagina 59 suggerite da Sonia De Risi

inviato il 01/11/2014
Nei segnalibri di:

© 10righedailibri 2012

partner tecnologico