Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Cerca tra le 10 righe

POESIE

immagine copertina
Ugo Foscolo
POESIE
Biblioteca Universale Rizzoli 1952
10 righe da pagina 18:

ALLA SERA

Forse perchè della fatal quiete
Tu sei l'immago a me si cara vieni
O sera ! E quando ti corteggiano liete
Le nubi estive e i zeffiri sereni,
E quando dal nevoso aere inquiete
Tenebre e lunghe all'universo meni
Sempre scendi invocata , e le secrete
Vie del mio cor soavemente tieni.
Vagar mi fai coi miei pensier su l'orme
Che vanno al nulla eterno, e intanto fugge
Questo reo tempo, e van con lui le torme
delle cure onde meco egli si strimge;
E mentre io guardo la tua pace,dorme
Quello spirto guerrier ch'entro mi rugge.

inviato il 06/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

nasceva, scusate

Nscava oggi 6 febbraio 1778 a Zante lo scrittore UGO FOSCOLO

Versi d'amore

immagine copertina
GABRIELE D'ANNUNZIO
Versi d'amore
Einaudi tascabili 1995
10 righe da pagina 192:

SOGNO D'UN MATTINO DI PRIMAVERA.

Quando la tua sorella Aurora, già sazia di sogni,
ebra di baci, tutta umida di rugiade,
come cerbiatto ignaro d'insidie ne' vergini boschi,
pronta a le soglie balza con lieto ardire,
tu non il suo chiamare, o Ippolita, odi. Il mio petto
ben del tuo dolce capo teneramente premi.
Premi il mio petto, e dormi. Qual s'apre or ne l'intimo
foco de la tua vita e sorge misteriosa imago,
irradiando un riso che tenue sgorga e diffuso
trepida per l'aureo fior de le membra tue?
Rompe cosí ne' maggi da polle invisibili un'acqua
viva, balzante spirito, in un rosajo:
trèmane tutta quanta la molle compage de' fiori;
poi d'un fulgore liquido s'illumina.
Or nell'oblio sommersa, Ippolita, vedi tu strane
plaghe, odi tu novelli carmi e novelli suoni?

inviato il 06/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Nato a Pescara il 12 marzo 1863.
Luogo di morte Gardone Riviera 1º marzo 1938.

Laudi del cielo del mare della terra e degli eroi

immagine copertina
Gabriele d'Annunzio
Laudi del cielo del mare della terra e degli eroi
Grandi tascabili economici Newton, 1995
10 righe da pagina 354:

"O cuore, o cuore, entra nella tua pace!"
Gli àlbatri intorno soli rosseggeranno,
cui tolta fu la terra lavorata.
"Guardiamo innanzi, all'alba che verrà!"
Chino la fronte, le sue semente ei sparte,
faville d'oro dall'una all'altra mano.
"Ciò che compimmo altri lo canterà."

inviato il 06/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Nato a Pescara il 12 marzo 1863.
Luogo di morte Gardone Riviera 1º marzo 1938.

Romeo e Giulietta

immagine copertina
William Shakespeare
Romeo e Giulietta
Tradotto da Raponi Goffredo
Franco Lugli 2007
10 righe da pagina 35:

O gentile Romeo, se mi ami dimmelo con lealtà; se credi ch'io mi sia lasciata vincere troppo presto, farò lo sguardo truce e, incattivita, ti respingerò, perchè tu sia costretto a supplicarmi...
Ma no, non lo farei, per nulla al mondo!... In verità, leggiadro mio Montecchi, io di te sono tanto innamorata, da farti giudicar leggerezza il mio comportamento; però credimi, mio gentil cavaliere, che, alla prova, io saprò dimostrarmi più fedele di quelle che di me sono più esperte nel'arte di apparire più ritrose.

inviato il 05/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie:)

Scusate, ero convinta di averlo scritto... 27 dicembre 2007

Ciao Arianna, anno di pubblicazione? Grazie :)

La profezia della curandera

immagine copertina
Hernàn Huarache Mamami
La profezia della curandera
Tradotto da Barbara Cavallero
PICKWICK 2013
10 righe da pagina 206:

-Devi anche tenere presente che il sapere non serve a nulla se lo si conserva nascosto dentro di noi. Il sapere deve essere trasmesso, altrimenti diventa come i gioielli: servono per abbellire ma quasi sempre rimangono custoditi al sicuro. Oppure come il denaro nascosto gelosamente e che, invece, se venisse fatto circolare liberamente, potrebbe divenire utile. Sapere è potere: un potere che deriva dall'azione. Potrai impiegare quel volere ogni volta che vorrai perché solo agendo e sperimentando saprai e comprenderai se ciò che stai facendo è buono o cattivo, se stai andando nella direzione giusta oppure sbagliata.

inviato il 05/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie sono contenta Martina e ti ringrazio :)

Ciao Cristina le tue 10 righe sono nella classifica di febbraio. 10righe scelte da Voi :)

Cara Cristina, ottima scelta...questo è uno dei miei libri preferiti di sempre. Perciò queste sono le mie dieci righe preferite della settimana!!! :)

Ciao Natalina!!!!!!!!!!! anche per me è bello essere tornata, e mi sa che mi vedrete spesso :)

Che bello rivederti, in questo spazio speciale,dove le belle parole,vincono!!!

Volevo un marito nero

immagine copertina
Valentina Gerini
Volevo un marito nero
0111 Edizioni

Questa era la sensazione che avevo ogni volta che guardavo il cielo di notte. Sembrava di poter realmente toccare le stelle con un dito, di poterle sfiorare, di poter solleticare la luna. Un'immensa distesa di piccole lampadine luminescenti su di un manto nerissimo, infinito. Non c'erano luci artificiali, nè lampioni a rovinare questa visione. le uniche luci erano quelle dei pochi hotel della zona, e dei pochi bar in spiaggia. Nient'altro. Niente strade illuminate, discoteche con cartelli importanti, negozi e supermercati con insegne accese giorno e notte. Solo mare e cielo, il blu della notte si confondeva con quello del mare e le stelle illuminavano tutto, sovrane.

inviato il 04/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Silvia lascia qui nei commenti il numero della pagina dalla quale hai tratto le tue righe... Grazie

Fuga dal destino

immagine copertina
Antonio Traficante
Fuga dal destino
0111 Edizioni

Peter con gesto automatico prese il giornale, rompendo il silenzio. "Ok teniamoci in contatto tramite la messaggeria di facebook, usando le solite regole di scrittura dell'agenzia. Va bene?" chiese l'ingegnere precedendo Benaski verso il piazzale esterno della stazione.
"Certo Pete, conosco già la procedura" rispose l'agente, rammentando che la CIA non soltanto deteneva una quota importante del social network più famoso del pianeta, ma lo utilizzava per reclutare, consultare archivi e creare profili da impiegare in operazioni sotto copertura. Fuori il sole riluceva sui vetri delle autovetture creando lame accecanti che trafiggevano l' aria, mentre il consueto chiasso cittadino aveva sostituito i suoni ovattati della stazione.

inviato il 04/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Silvia lascia qui nei commenti il numero della pagina dalla quale hai tratto le tue righe... Grazie!

Camminare

immagine copertina
Henry David Thoreau
Camminare
Tradotto da Maria Antonietta Prina
Oscar Mondadori 1862
10 righe da pagina 32:

Ogni tramonto a cui assisto fa nascere in me il desiderio di andare verso un Ovest remoto e puro come quello in cui il sole s’inabissa. Sembra migrare quotidianamente a ovest, e ci tenta a seguirlo. E’ il Grande Pioniere Occidentale che le nazioni seguono, Nel cuore della notte sogniamo il profilo di quei monti che, fatti forse soltanto di vapore, hanno ricevuto l’estrema luce dei suoi raggi dorati. L’isola di Atlantide, e i giardini delle Esperidi, una sorta di paradiso terrestre, pare siano stati il Grande Occidente degli antichi, misteriosamente avvolto nella poesia. Chi, guardando il cielo al tramonto, non ha immaginato di vedere i giardini delle Esperidi e l’origine di tutti i miti?
Colombo sentì il richiamo dell’Ovest più fortemente di ogni altro uomo prima di lui. Vi obbedì e donò un nuovo mondo alla Castiglia e a Leòn. Le moltitudini degli uomini sentirono in quei giorni giungere di lontano il profumo di freschi pascoli.

inviato il 04/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Mauro le tue 10 righe sono nella classifica di febbraio, scelte dalla Redazione... :)

Paroles

immagine copertina
Jacques Prévert
Paroles
LIBRAIRIE GALLIMARD 1949 1949
10 righe da pagina 41:

POUR TOI MON AMOUR

Je suis allé au marché aux oiseaux
Et j'ai acheté des oiseaux
Pour toi
mon amour
Je suis allé au marché aux fleurs
Pour toi
mon amour
Je suis allé au marché à la ferraille
Et j'ai acheté des chaines
De lourdes chaines
Pour toi
mon amour
Et puis je suis allé au marché aux esclaves
Et je t'ai cherchée
Mais je ne t'ai pas pas trouvée
mon amour.

inviato il 04/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

non c'è il traduttore perchè è un testo originale in lingua francese delle edizioni Librairie Gallimard 1949 Paris. Io non amo poi i libri tradotti, voglio entrare direttamente nello spirito dello scrittore e in particolare per le poesie !

Ciao Emma, nome del traduttore? :)

Come cavalli che dormono in piedi

immagine copertina
Paolo Rumiz
Come cavalli che dormono in piedi
Feltrinelli 2014
10 righe da pagina 119:

Appoggio l'orecchio ad un tronco e sento la voce solitaria di un pope, un archimandrita.
Se avessi uno stetoscopio potrei distinguere le parole.
Temo per un attimo, che si orchestri qualcosa di lugubre e dionisiaco, un sacrificio
umano alla " Sacre du Printemps".
Invece no, dopo qualche battuta, ecco svegliarsi tra le radici degli alberi un coro maschile
con un accelerazione pazzesca, stile Kalinka, finchè alle voci baritonali rispondono
dall'alto acuti femminili di una nitidezza che ho sentito nei paesi baltici.
un coro di bionde, pallide ragazze con le trecce affacciate al balcone a salutare i coscritti
in partenza.
E su, sempre piu' su,un crescendo da organetto di strada ,un vortice da canzone
a manovella, finchè tutto si scioglie nel tempo, finalmente solenne di uno
scampanio di resurrezione, un rintocco universale che dilaga verso la pianura e le
montagne, un finale da grandi orchestre sinfoniche come...

inviato il 04/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

...L'Ouverture 1812 o La grande porta di Kiev,un tripudio che
sveglia il vento dell'Est, spalanca la porta finestra della mia stanza
e solleva i tendaggi, svegliandomi con la Luna già al tramonto
e un cielo color giada sul lato dell'alba.
Sul comodino ,l'aria sfoglia i Sonetti di Orfeo di Rainer Maria Rilke,
con le sue storie di foreste e trapassati.

Poesie

immagine copertina
J.Prévert
Poesie
Tradotto da Bruno Cagli
Newton compton editori 1976
10 righe da pagina 19:

Il colore locale
Come è bello questo piccolo paesaggio
Questi due scogli questi pochi alberi
e poi l'acqua e poi il fiume
com'è bello
Pochissimo rumore un po' di vento
e molta acqua
E' un piccolo paesaggio di Bretagna
può stare nel palmo della mano
quando lo si guarda da lontano
Ma avvicinandosi
non si vede piu' nulla
si urta contro uno scoglio
o contro un albero
ci facciamo male è un peccato
Vi sono cose che si possono toccare da vicino
altre che è meglio guardare da lontano
ma è molto bello lo stesso
E poi
con il rosso delle rose rosse l'azzurro dei fiordalisi
il giallo delle calendole il grigio degli scoiattoli...

inviato il 04/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Jacques Prévert è nato a Neuilly -sur- Seine 4 febbraio 1900...notizia trovata
sfogliando...Libridinosa!!!

...tutta quest'umida e tenera piccola stregoneria
ed il riso splendente dell'uccello del paradiso
e quei chinotti così allegri così tristi così gentili
Certo
è un paesaggio di Bretagna
un paesaggio senza rose rosa
senza rose rosse
un paesaggio senza scoiattoli
un paesaggio senza chinotti senza uccelli del paradiso
Ma quel paesaggio mi piace
e gli posso regalare tutto questo
Questo no ha davvero importanza
e forse ciò gli piace
a quel paesaggio
La piu' bella ragazza del mondo
non può dare che ciò che ha
La piu' bella ragazza del mondo
la metto pure nel paesaggio
ed ella si trova bene
le piace
allora le fa ombra
e poi sole
come può
ed ella si ferma lì
ed anch'io mi fermo
presso la fanciulla
Vicino a noi c'è un cane con un gatto
e poi un cavallo
e poi un orso bruno col tamburello
e parecchi animali molto semplici dei quali ho dimenticato il nome
C'è anche la festa
delle ghirlande delle luci dei lampioni
e l'orso bruno batte sul tamburello
e tutti danzano
e tutti cantano una canzone.

Una nuova vita

immagine copertina
Bernard Malamud
Una nuova vita
Tradotto da Vincenzo Mantovani
MINIMUM FAX (COLLANA MINIMUM CLASSICS) 2007
10 righe da pagina 297:

Le telefonava due volte la settimana, scambiando brevi parole d'amore, e la vedeva solo di sfuggita, da lontano. Pensava a lei con tale intensità che quando smetteva di pensare era come un brusco risveglio. Così viveva Levin, e solo il suono della sua voce al telefono e una lettera ogni tanto, indirizzata al dipartimento, che lui diligentemente stracciava, calmavano i morsi della sua fame. Oltre che di parole, viveva del ricordo: l'esaltazione che gli dava il suo abbraccio, il suo respiro, la bellezza, l'odore e il contatto di lei, l'amplesso e il dopo, quando, per le infinite possibilità dell'amore, l'amore di un momento prima si faceva ancora più profondo. All'infuori di questo, fame.
«Non ti vedo mai», le diceva al telefono. «Dove sei, oltre che nel mio cuore?»

inviato il 04/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :)

... le 10righe che più mi piacciono sono quelle di andreatorchio tratte da "sovvertimento dei sensi"
http://scrivi.10righedailibri.it/sovvertimento-dei-sensi
buona domenica :)

grazie Staff... nei prossimi giorni provvedo a segnalare le righe della settimana che più mi piacciono :)

Ciao AleLan, le tue 10righe sono nella classifica settimanale di febbraio... Ricorda di scegliere 10 righe che più ti piacciono da lunedì 9 febbraio a domenica 15 febbraio. Trascrivendo qui nei commenti il link del libro. Grazie :)

Multiversum Stories (Vol. 1)

immagine copertina
10 righe da pagina 16:

"È la Cupola di Michelangelo." Aspettò che assorbisse l'importanza di quell'informazione. "Sei davanti alla Basilica di San Pietro, Città del Vaticano, Roma."
Marsha trattenne il fiato. Non è possibile, pensò, questo posto è solo un mito, non può esistere. Abbiamo solo un'immagine in archivio: un vecchio acquerello di qualche artista sognatore, che ha intitolato la sua fantasia “Cupola di Michelangelo, Basilica di San Pietro, Città del Vaticano, Roma”. Ma non c'era nulla di simile a Roma.
Sono solo favole, come Atlantide.

inviato il 04/02/2015
Nei segnalibri di:

Di Sangue e di Sogno

immagine copertina
Graziano Turrini
Di Sangue e di Sogno
Panda 2014
10 righe da pagina 8:

"Come ti chiami?Dai, parlami, che adesso il peggio è passato. Quanti anni hai?Da dove vieni?"
"Juan...sono Juan Barradiaga, di Los Mangos... della comunità Los Mangos, ed ho diciassette anni. Ma...come sta Camilo?"
Camilo era il suo compagno. Al villaggio, erano di guardia loro due quando era iniziato l'attacco dei contras, fulmineo e vigliacco come sempre; arrivarono in una decina, con uniformi lucide e fucili mitragliatori nuovi di zecca, recenti forniture degli yanquis.

inviato il 03/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

...una piccola grande storia centroamericana, perchè oggi più che mai abbiamo bisogno di ricordare che la democrazia non ha prezzo nè colore!

Il mio cuore cattivo

immagine copertina
Dorn Wulf
Il mio cuore cattivo
Tradotto da Umberto Gandini
Corbaccio 2013
10 righe da pagina 238:

Gli animali, per me, non hanno colore. Non ne hanno bisogno perché non nascondono niente agli occhi degli altri, contrariamente a noi esseri umani, sono sempre semplicemente se stessi. Noi invece impersoniamo ogni giorno tanti ruoli differenti che fanno sí che gli altri abbiano di noi impressioni molto disparate.[...] Un animale non ne ha la necessitá. Non deve fingere. Ti dimostra sempre in modo chiaro e non artefatto ció che vuole, e se gli piaci o meno. Per questo penso spesso che gli animali siano superiori a noi, anche se noi esseri umani ci riteniamo tanto straordinariamente intelligenti.

inviato il 03/02/2015
Nei segnalibri di:

The Dome

immagine copertina
Stephen King
The Dome
Tradotto da Tullio Dobner
Sperling & Kupfer 2009
10 righe da pagina 7:

Barbie guardò su. Dal cielo stava cadendo il bell'aeroplanino... in una versione accartocciata, come nel mondo di Bizzarro. Sospese nell'aria restavano spirali di fuoco come petali rossicci, un fiore che si stava ancora aprendo, una rosa disastro americano. Il velivolo precipitava in una scia di fumo denso.
Qualcosa si schiantò rumorosamente sulla strada scalzando pezzi di asfalto prima di rotolare vorticosamente nell'erba alta a sinistra. Un'elica.
Se fosse rimbalzata verso di me...
Per un attimo Barbie si vide tagliato in due, come la povera marmotta, e si girò per fuggire. Qualcosa gli cadde davanti e gli strappò un grido. Ma non era l'altra elica; era la gamba di un uomo in jeans. Non vide sangue, ma la cucitura laterale si era squarciata su un polpaccio bianco con duri peli neri.
Il piede non c'era.

inviato il 03/02/2015
Nei segnalibri di:

profumo d'inchiostro

immagine copertina
SILVIA PATTARINI
profumo d'inchiostro
Amazon Kindle
10 righe da pagina 10:

MADRE
Seduta su uno scalino arroventato
persa mi schiudo a rovistarmi l'anima
la sento vuota, stanca tormentata
da un brusio di voci sottomesse.
(...)
La mano tremula s'aggrappa altrove
a cercar conforto in quella mano liscia,
che stringe forte e sente sussurrare
quel vero amore di madre ad una figlia.

inviato il 02/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

ok grazie dell'avviso!

Silvia, abbiamo accolto le 10 righe dei tuoi libri ma devi scrivere anche, e sopratutto, 10 righe tratte libri che leggi altrimenti i tuoi post verranno considerati come pubblicità e cancellati, cosa che che preferiamo evitare. Grazie ;)

Quaderno 1

immagine copertina
autori :poeti dello Spritz Letterario Vicenza
Quaderno 1
Spritz Letterario 2014
10 righe da pagina 71:

PAOLA CORPONI

Imparo da questo piccolo merlo
il suo becchettare residui di pane
a scatti
come una piccola molla impazzita
per fermarsi a guardare
e deglutire attendendo
la merla grigiastra
che sta intorpidita sul ramo.
Un piccolo tocco nella terra
e poi spiccare il volo nel cielo.
Un dono in forma di uccello
che lancia il suo canto acuto
sopra le nostre teste chine.

inviato il 02/02/2015
Nei segnalibri di:

Poesie

immagine copertina
H.Hesse
Poesie
Tradotto da Bruna Maria Dal Lago Veneri
Grandi tascabili economici Newton Poesia 1989
10 righe da pagina 55:

Occhi oscuri
E'la mia nostalgia ed il mio amore
oggi in questa notte calda
dolce come il profumo di fiori esotici,
svegliati ad una vita che scotta.
la mia nostalgia ed il mio amore
e tutta la mia fortuna e sfortuna
è scritta come una muta canzone
nel tuo sguardo oscuro da fiaba.
E' la mia nostalgia ed il mio amore
sfuggito al mondo e ad ogni suo rumore,
si è costruito nei tuoi occhi oscuri
un segreto trono da re.

inviato il 02/02/2015
Nei segnalibri di:

Raffaello - Una vita felice

immagine copertina
Antonio Forcellino
Raffaello - Una vita felice
Editori Laterza 2006
10 righe da pagina 218:

Alla bellezza non poteva rinunciare, né c'era ragione di affrettare troppo un qualsiasi matrimonio. Il suo cuore giovane bruciava di passione, e solo la pittura poteva placare quel fuoco. I due ritratti di quegli anni riconducibili alle sue amanti sono tanto sensuali da rivelarsi come un rimedio all'incontinenza dei suoi sentimenti. Con le lacche stese dai pennelli morbidi, che non lasciano tracce sulla tela, Raffaello rubò a quelle amanti la loro bellezza, possedendole per sempre: un privilegio che non era dato né ai principi né al papa e neppure al suo ricchissimo amico Agostino Chigi. "Ritrasse Beatrice Ferrarese et altre donne, et particularmente quella sua, et altre infinite."

inviato il 02/02/2015
Nei segnalibri di:

© 10righedailibri 2012

partner tecnologico