Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Cerca tra le 10 righe

Musica dentro

immagine copertina
Paolo Fresu
Musica dentro
Feltrinelli 2011
10 righe da pagina 131:

"TIME IN JAZZ" è una sfida umana e creativa senza fine, spesso estenuante,ma che ogni volta gratifica,emoziona e riempie di gioia.
"Passavamo sulla terra leggeri come acqua che scorre e salta giù dalla conca piena della fonte, "recita Lella Costa con la voce incrinata dall'emozione nella chiesetta di Santu Migali sperduta fra i lecci e le querce.
"Scivola e serpeggia tra muschi e felci,fino alle radici delle sughere e dei mandorli o scende scivolando sulle pietre per i monti e i colli fino al piano "
Con queste parole si chiude un cd antologico pubblicato in occasione dei primi vent'anni di "Time in Jazz" dal titolo "Then and now".
In musica e in parole con uno dei testi più belli mai scritti sulla Sardegna e sul suo popolo.

inviato il 06/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Passi Sardi http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

La madre

immagine copertina
Grazia Deledda
La madre
Ilisso 2005
10 righe da pagina 27:

La madre aveva già chiuso la porta di strada con due spranghe incrociate, per impedire al diavolo, che nelle notti di vento gira in cerca di anime, di penetrare in casa: in fondo però credeva poco a queste cose, e adesso pensava con amarezza e con una vaga derisione verso sé stessa, che lo spirito maligno era già dentro la piccola parrocchia; che beveva alla brocca del suo Paulo e si aggirava intorno allo specchio appeso accanto alla finestra.

inviato il 06/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Passi Sardi http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

ALFABETO D'AMOR

immagine copertina
Biagio Arixi
ALFABETO D'AMOR
edizioni libreria croce 2012
10 righe da pagina 30:

Se non c'è un buon seme nella nostra coscienza,
Nessuno mai potrà sapere che essa fiorirà.
E' faticoso combattere i soprusi indegni della vita:
ma il vincitore è sempre colui che in sè, ha la dignità.

inviato il 06/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Complimenti Barbara hai vinto il minigioco improvviso: Passi Sardi Poesie Autori Sardi.
Invia i tuoi dati a: libroincentivo@10righedailibri.it.

Biagio Arixi, nato a Villasor (Ca)

Partecipo a Passi Sardi Poesie Autori Sardi http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Un anno sull'altipiano

immagine copertina
Emilio Lussu
Un anno sull'altipiano
Einaudi 1974
10 righe da pagina 163:

Avellini ed io partimmo insieme in licenza.
Facemmo un piccolo percorso insieme,perchè egli aveva la sua famiglia in Piemonte ed io in Sardegna.
Mio fratello aveva avuto,all'ultimo momento,non so più quali impedimenti di servizio e fu obbligato a ritardare la partenza.
Io arrivai solo, a casa.
Trovai il babbo molto invecchiato. Lo avevo sempre creduto un uomo forte. Mi accorsi subito che non era più lo stesso.
Egli era depresso e non nascondeva il suo scoraggiamento.
Noi eravamo i soli figli e tutti e due in fanteria.
Non si faceva più illusioni.
Non sperava che noi potessimo tornare sani e salvi dalla guerra.
Aveva trascurato i suoi affari.
Rividi la vecchia e grande casa di campagna, un tempo tanto piena di vita, quasi deserta.

inviato il 06/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Passi Sardi http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Il tempo di mezzo

immagine copertina
Marcello Fois
Il tempo di mezzo
Einaudi 2012
10 righe da pagina 232:

Oh non sono mai stato speciale, ho amato le cose che amano tutti: il silenzio mattutino,le lenzuola fresche di bucato...
Ho amato di innamorarmi.
Ho amato di essere amato.
Ho amato di trattenere il pianto e anche di piangere.
Mai stato speciale, no.
Ho amato il pane fresco e la perfezione di certe forme.
Ho amato d'amare.
E odiare qualche volta,certo : non sono speciale.
Neanche adesso, che è notte fonda.

inviato il 06/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Passi Sardi http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Cenere

immagine copertina
Grazia Deledda
Cenere
Il Maestrale 2007
10 righe da pagina 193:

Era nell'ora che volge il desio ai naviganti ed a quelli che stanno per salpare verso lidi ignoti.
Anania è fra questi.
Il treno lo trasporta verso il mare ; cade una limpida sera d'autunno,grave di melanconia; i dentellati monti della Gallura sfumano nelle lontananze violacee,l'aria odora di brughiere; un ultimo paesetto appare, grigio e nero su uno sfondo di cielo rossastro.
Anania guarda gli strani profili dei monti,il cielo colorato,le macchie, le roccie, e solo il timore di apparire ridicolo agli altri deu viaggiatori, un prete e uno studente già suo compagno di scuola, gli impedisce di piangere.
Eppoi,ormai, egli è un uomo.

inviato il 06/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Passi Sardi http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Eros e civiltà

immagine copertina
Herbert Marcuse
Eros e civiltà
Tradotto da Lorenzo Bassi, Introduzione di Giovanni Jervis, Titolo originale, Eros and Civilization. A Philosophical Inquiry into Freud
Giulio Einaudi editore 2001
10 righe da pagina 152:

“Tutto passa, tutto ritorna; eterna gira la ruota dell’Essere. Tutto muore, tutto rifiorisce, eterno è l’anno dell’Essere. Tutto si spezza, tutto si risalda; in eterno la casa dell’Essere si ricostruisce qual era. Tutto si separa, tutto si ricongiunge; in eterno l’anello dell’Essere riposa in se stesso. In ogni Ora, l’Essere comincia; intorno ad ogni Qui gira la sfera del Là. Il centro è dappertutto. Curvo è il sentiero dell’eternità.ˮ ¹
Il circolo chiuso era già apparso prima: in Aristotele e in Hegel. Come simbolo dell’Essere fine a se stesso. Ma mentre Aristotele lo riservava al nous theos, mentre Hegel lo considerava identico all’Idea assoluta, Nietzsche considera l’eterno ritorno del finito esattamente come esso è – nella sua piena concretezza e conclusività. Questa è l’affermazione totale degli istinti vitali, che ripudia ogni fuga e ogni negazione. L’eterno ritorno è la volontà e la visione di una posizione erotica verso l’esistenza, nella quale necessità e realizzazione coincidono.

inviato il 06/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie*

Ciao .AtAfE . sei nella classifica 10 righe scelte dalla redazione di dicembre... Complimenti :)

¹ Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, cit. parte III: Il convalescente

“Scudo della necessità!
Culmine stellare dell’Essere!
Non raggiunto da alcun desiderio,
né contaminato da alcun No,
eterno Sì dell’Essere:
io ti affermo eternamente,
poiché ti amo, Eternità.ˮ ¹
op.cit. p.153

Canne al vento

immagine copertina
Grazia Deledda
Canne al vento
A. Mondadori
10 righe da pagina 211:

La nebbia si diradava, apparivano profili di boschi neri sull'azzurro pallido dell'orizzonte;
poi tutto fu sereno, come se mani invisibili tirassero di qua e di là i veli del mal tempo,
e un grande arcobaleno di sette vivi colori e un altro piú piccolo e piú scialbo s'incurvarono
sul paesaggio. La primavera nuorese sorrise allora al povero Efix seduto sulla porta della
Chiesetta.

inviato il 05/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

2001

Ciao Dafne... Anno di pubblicazione? Grazie :)

Partecipo a Passi Sardi http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Chiedo scusa

immagine copertina
Francesco Abate e Saverio Mastrofranco
Chiedo scusa
Einaudi 2010
10 righe da pagina 167:

Il dolore si è fatto ancora più intenso. - Ma non ho mai fatto nulla di male…- la mia voce sempre più infantile.
-Non basta , - ha detto mio padre affiancato da Pippo e don Ciccio. - Non basta…- ho ripetuto. - Alla fine l'unica cosa che conta è l'amore che hai dato e quello che hai ricevuto. Hai capito, Valter? Il resto è nulla. E tu sei ancora nulla. Mio padre si è avvicinato e insieme ai nonni, con forza, ha squarciato la parete gommosa che mi imprigionava. -Ora vai, - mi hanno detto.
E sono riemerso.

inviato il 05/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Che bello! Grazie mille, staff!

Ciao Claudia, le tue 10 righe sono state scelte dalla redazione per il gioco Passi Sardi, per Te due libri incentivo. Complimenti!!! Manda i tuoi dati a libroincentivo@10righedailibri.it

Partecipo a Passi sardi
http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Chiaroscuro

immagine copertina
Grazia Deledda
Chiaroscuro
Ilisso Editore 2004
10 righe da pagina 19:

D’improvviso Madalena sentì rimbalzarle sul petto come una palla elastica: trasalì, raccolse in grembo un’arancia, e sollevando gli occhi spaventati vide, sopra la linea oscura dell’antipetus, specie di paravento in muratura costrutto tra il focolare e la porta, il viso nero e barbuto del suo fidanzato. Era lui che per annunziarle il suo arrivo le aveva lanciato l’arancia; e rideva silenziosamente dello spavento di lei, mostrando fra i peli nero dei baffi e della barba i lunghi denti puntuti.

inviato il 05/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ave Mary

immagine copertina
Michela Murgia
Ave Mary
Einaudi 2011
10 righe da pagina 36:

La primavera in Sardegna è la stagione più amabile: la campagna campidanese è tutta verde e il clima è già mite e piacevole anche quando altrove si continuano a patire le code stizzose degli ultimi freddi.
Ma soprattutto c'è l'attrattiva delle celebrazioni pasquali e dei riti tradizionali della settimana santa, occasioni indubbiamente ricche di significato per le persone di fede,ma capaci di offrire suggestive provocazioni anche ai non credenti curiosi. Tra il giovedì santo e la domenica di Pasqua c'è l'imbarazzo della scelta: dal dramma del dolore e della truculenza rappresentati dalle parallturgie de s'incravamentu e de s'iscravamentu (inchiodamento e schiodamento) - pantomime rispettivamente della crocefissione e della deposizione del sepolcro - si passa all'acme della mattina della Resurrezione, quando in pubblica piazza,tra spari di mortaretti e tripudio di banda musicale, avviene lo psicodramma collettivo de s'incontru,l'appuntamento tra la statua di Gesù risorto e quello di sua madre Maria.

inviato il 05/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Quel genio di Einstein

Jennifer Berne
Quel genio di Einstein
DONZELLI
10 righe da pagina 14:

Un giorno, mentre Albert sfrecciava in bicicletta per i campi, guardò i raggi che correvano dal sole sulla Terra. E se uno riuscisse a montare su uno di quei raggi ?, si chiese. E in un istante, col pensiero, Albert non era più sulla bici, e neppure su quella stradina di campagna... sfrecciava nello spazio in sella a un raggio di luce. Era l'idea più grande e più eccitante che Albert avesse mai avuto. E gli riempì la testa di domande.

inviato il 05/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao anno e traduttore... Grazie

L'Orco Baleno e la vecchietta ammazzapalloni

immagine copertina
Alessandro Carta
L'Orco Baleno e la vecchietta ammazzapalloni
Editrice Taphros Olbia 2010
10 righe da pagina 5:

QUASI CINQUE ANNI
Torno a casa.
Sono felice.
Ho imparato ad attraversare la strada da solo.
Mi devo allenare ad attraversare tante volte la strada.
Da solo.
Mi devo allenare ad attraversare tante volte la strada,l'anno prossimo vado in prima elementare e a scuola devo andare da solo,a piedi,come hanno fatto prima di me i miei cinque fratelli e tutti i bambini del quartiere.
Devo diventare autonomo.
Ogni pomeriggio,quando il traffico è meno frequente,vado da casa al negozio di papà.
Arrivo felice dopo aver attraversato ben due strade.
Mi esercito.

inviato il 05/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo con http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Il pane di Abele

immagine copertina
SALVATORE NIFFOI
Il pane di Abele
Adelphi 2009
10 righe da pagina 45:

Crapiles è un paese attaccato a quattro natiche di collina, e le sue case sembrano ghiande che spuntano da un tronco piantato nella roccia.
Fu hiamato così in tempi in cui le capre erano più degli uomini e l'aria era sempre impregnata di un lezzo di laddara,piscio e quaglio.
Quando nacque Zosimo,Crapiles aveva un buon odore di resine e spezie.
Le capre per il latte mattutio,nei cortili con le teneva più nessuno. Solo Gantaliau ne pascolava ancora un gregge alle falde del Monte Candelariu e lungo la valle di Sos Thiliparches Mascios.
Quel giorno, di primo mattino,mannoi Pirroccu spoiolò l'ultimo mannale,più per sacrificio che per bisogno.

inviato il 05/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Emma, le tue dieci righe vincono il primo premio del gioco Passi Sardi.
Complimenti!!! Manda i tuoi dati a libroincentivo@10righedailibri.it e scegli tra i partecipanti le 10 righe che vuoi premiare... :)

Si grazie Emma :)

ho fatto giusto adesso ?

Partecipo con http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Aforisma

immagine copertina
Antonio Gramsci
Aforisma
10righe dai libri 2014
10 righe da pagina 1:

Aforisma
Occorre persuadere molta gente che anche lo studio è un mestiere
molto faticoso,con uno speciale tirocinio ,oltre che intellettuale anche muscolare-nervoso ,è un
è un processo di adattamento, è un abito acquisito con lo sforzo ,la noia e anche la
sofferenza.

inviato il 05/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

SI :)

Scusate,ho riprovato...vediamo ora se rimane,ciaociao

Si cancella perché non devi riscriverlo ma copiarlo. Scrivendolo si possono generare errori. Questo è il link che devi copiare. : )
http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

C'è qualcosa che non va...scrivo il link e si cancella !

Sardegna come un'infanzia

immagine copertina
Elio Vittorini
Sardegna come un'infanzia
Bompiani 2009
10 righe da pagina 46:

Infine, scendiamo verso il mare.
In Sardegna si sente sempre, a cento e cento chilometri dalle coste,che splende nell'aria da ogni lato.
E' una vera isola Sardegna, dentro il suo splendore e le sue tempeste.
E di qualcosa di salmastro odora anche su a mille metri.
Ma qui in special modo.nell'aria.
La terra è saccheggiata dal maestrale.Che non soffia ,intanto. Lunghe terre oscure appaiono sospese nell'aria. Disabitato come la luce del Primo Giorno. Ma gli alberi sono piegati dal maestrale e hanno il fogliame arrovesciato,come chiome da pettinare.
Anche i cespugli. Tutta la pianura arrovesciata. Si direbbe che il vento s'è arrestato ora di colpo. E le case di Castelsardo,sul pollaio della rocca,al sole,sono accovacciate anch'esse per la trascorsa furia.

inviato il 05/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

;)

grazie mii ero accorta che avevo combinato un pasticcio ma dovevi vedermi questa mattina affogata fra i sardi !

Emma non usare questo link è sbagliato.... Scrivi questo http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Partecipo a Passi sardi http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi

Lo sa il vento Il male invisibile della Sardegna

immagine copertina
Carlo Porcedda Maddalena Brunetti
Lo sa il vento Il male invisibile della Sardegna
Verdenero 2011
10 righe da pagina 59:

Polveri che si depositano sulle piante di cui gli animali si nutrono. Polveri che si alzano quando i venti sferzano l'altopiano del Cardiga. Polveri che si accumulano nelle fonti che scivolano nel meandro di rocce e caverne carsiche nel ventre dell'altipiano. L'altipiano delle bombe da smaltire, delle guerre simulate, delle discariche fatte quando servono. E così, un innocuo ruscelletto che le piogge ingrossano ogni tanto nel corso dell'anno può risultare contaminato.

inviato il 05/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Passi sardi http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi

Accabadora

immagine copertina
Michela Murgia
Accabadora
Einaudi 2009
10 righe da pagina 92:

Come gli occhi della civetta,ci sono pensieri che non sopportano la luce piena.
Non possono nascere che di notte,dove la loro funzione è la stessa della luna, necessaria a smuovere maree di senso in qualche invisibile altrove dell'anima.
Di quei pensieri Bonaria Urrai ne aveva diversi, e aveva imparato nel tempo a prendersene cura,scegliendo con pazienza in quali notti farseli sorgere dentro.
Non aveva pianto molto mentre veniva via da casa dei Bastìu portandosi il peso di Nicola,ma ognuna di quelle lacrime aveva lasciato un solco nuovo sul volto dell'accabadora già segnato dal tempo.

inviato il 05/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Passi sardi http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi

Viaggio in Sardegna

immagine copertina
Michela Murgia
Viaggio in Sardegna
Einaudi 2008
10 righe da pagina 87:

Una leggenda sarda,molto suggestiva, attribuisce a Dio lo strano nome di Eu-su-primu-cantende, Io-il primo-che canta, stabilendo esplicitamente un legame diretto fra il canto e l'atto divino della creazione.
I sardi hanno un alto concetto del canto : in Sardegna c'è davvero musica ovunque;uno dei modi più appassionanti per girare questa regione è proprio quello di andare a ricercarne la spina dorsale sonora, seguendo le tracce musicali e poetiche che formano a modo loro un altro paesaggio,altrettanto variegato.
La musica tradizionale è ancora la più diffusa tra quelle proprie dell'isola, e fino agli anni Sessanta era anche l'unica che avesse uno sviluppo significativo,perchè manteneva a pieno titolo la doppia funzione di intrattenimento e memoria propria delle culture a trasmissione orale. La caratteristica di quel tipo di espressione musicale era il ruolo dominante della parola , l'unico elemento autorizzato a mutare,mentre la melodia aveva il compito di fare da struttura invariabile.

inviato il 05/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Passi sardi http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi

America e Sardigna

immagine copertina
G:Deledda
America e Sardigna
Poesia inedita segnalata da Massimo Pittau linguista studioso della lingua sarda e protosarda 1993
10 righe da pagina 1:

America e Saardigna
O limbazu che ammentas su romanu
durche faeddu de sa patria mea
tristu comentu cantu' e Filomena
chi in sas roses si dormit a manzanau
cola su mare ,e condo in sa florida
America nche ses tottus mare
chi s'isula e Sardegna isettas galu.
America o Sardegna
O linguaggio che ricordi il romano
dolce favella de la patria mia,
triste canto di Filomena,
che fra le rose si addormenta
in sul mattino,
varca il mare
e quando ne la fiorita
America sei,di a tutti che l'isola di Sardegna
aspetta ancora di essere scoperta e conosciuta.

inviato il 05/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie ...di tutto !!!

Ho sistemato le ultime tue righe inserendole nello spazio della casa editrice...
il link è sbagliato devi trascrivere il seguente...
http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Partecipo http://scrivi.10righedailibri.it/passi sardi

Natalina scrivi qui nei commenti partecipo a ....

© 10righedailibri 2012

partner tecnologico