Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Cerca tra le 10 righe

Così è Pirandello (se vi pare)

immagine copertina
Daniele Aristarco
Così è Pirandello (se vi pare)
Einaudi Ragazzi 2017
10 righe da pagina 41:

Molto spesso, di notte, non riesco a dormire. Ogni volta che mi succede, mi alzo dal letto, accosto una sedia alla finestra e mi metto a fissare le stelle. E penso che è proprio vero, è molto più facile fare del male che del bene! Per far del male, ad esempio, basta andare incontro alla prima persona che passa e pestargli un piede. Ma per fare del bene occorre saper riconoscere chi ne ha davvero bisogno.
E poi è indispensabile insistere perché, spesso, proprio quelli che si cerca d'aiutare si offendono e rifiutano ogni aiuto.

inviato il 06/12/2017
Nei segnalibri di:

La ragione aveva Torto?

immagine copertina
Massimo Fini
La ragione aveva Torto?
Marsilio 2014
10 righe da pagina 22:

Non si tratta di esaltare il "buon tempo andato". Non ce ne importa niente. Il mondo preindustriale era un mondo fatto di durezze, di sofferenze, di disuguaglianze, di fatiche spesso bestiali, lo sappiamo benissimo. Quello che qui ci si chiede è se l'uomo moderno non si sia costruito, senza rendersene conto, delle condizioni di vita ancor più intollerabili di quelle cui aveva tentato di sottrarsi e se credendo, con l'ottuso e pericoloso ottimismo di "Candide", di edificare "il migliore dei mondi possibili" non se ne sia fabbricato invece uno dei peggiori.

inviato il 06/12/2017
Nei segnalibri di:

Venere lesa

immagine copertina
Paolo Maurensig
Venere lesa
Mondadori 1998
10 righe da pagina 100:

[...] ricordo in particolar modo una garrula signora sulla cinquantina, vittima consenziente di un parrucchiere senza scrupoli.[...]
Parlava di musica, ma pensava alla pittura e ne utilizzava i termini. Dipingeva, infatti, paesaggi accesi con minuscoli villaggi popolati da beoti felici. Era inoltre la pitonessa della compagnia e nessuno poteva sfuggire alla sua attenzione. La prima cosa che chiedeva a un nuovo arrivato era la data e possibilmente l’ora di nascita, e dopo qualche giorno tornava con il disegno del cielo astrale del malcapitato, subito costretto a un interrogatorio a conferma, molto spesso forzata, di quanto sostenevano gli astri. Gli astri naturalmente non potevano essere in alcun modo smentiti. E neppure la pitonessa sopportava di essere contraddetta. Non solo compilava oroscopi, ma leggeva il futuro anche nei tarocchi [...]. Per lungo tempo [...] aveva dipinto in trance, ovvero si era lasciata guidare da uno spirito di scarso talento, un vignettista dell’aldilà, il quale l’aveva indotta a riempire dozzine di tele, prima che lei mettesse bruscamente fine al sodalizio.

inviato il 06/12/2017
Nei segnalibri di:

L'ignoranza

immagine copertina
Milan Kundera
L'ignoranza
Tradotto da Giorgio Pinotti
Adelphi 2000
10 righe da pagina 100:

Una profonda tristezza la riassalì, ma ancora una volta non provava collera nei suoi confronti, Sapeva che amare significa darsi tutto, Tutto; la parola fondamentale, Tutto: non solo, quindi, l'amore fisico che lei gli aveva promesso, ma anche il coraggio, il coraggio delle grandi come delle piccole cose, cioè anche l'infimo coraggio necessario a disobbedire a un ridicolo ordine della scuola.

inviato il 05/12/2017
Nei segnalibri di:

La politica dell'impossibile

immagine copertina
Stig Dagerman
La politica dell'impossibile
Tradotto da Fulvio Ferrari
Iperborea 2016
10 righe da pagina 112:

Ciò che intendo dire è questo: viaggi, legga o trovi un lavoro. Nel Suo intimo Lei sa quale sia la cosa giusta. Ma qualsiasi cosa decida di fare, non dimentichi mai che non è prigioniera della strada scelta. Ha tutto il diritto di cambiarla, se sente di essere sul punto di perdersi. La vita Le chiederà prestazioni che troverà ripugnanti. Allora dovrà essere consapevole che la cosa più importante non è la prestazione, ma il Suo svilupparsi in una retta e bella persona. Molti le diranno che questo consiglio è asociale, ma Lei potrà rispondere: quando le forme della società si fanno dure e negano la vita, è meglio essere asociali che disumani.
Per finire Le auguro un buon viaggio sulla strada che sceglierà. Le auguro anche ogni successo, ma più ancora Le auguro due cose che spesso ostacolano il successo esteriore e hanno tutto il diritto di farlo perché sono più importanti: l’amore e la libertà.
E dunque: buona fortuna per il grande giorno! Mi faccia sapere tra dieci anni com'è stato il suo viaggio.
Il Suo
Stig Dagerman

inviato il 05/12/2017
Nei segnalibri di:

Bartleby e compagnia

immagine copertina
Enrique Vila-Matas
Bartleby e compagnia
Tradotto da Danilo Manera
Feltrinelli 2013
10 righe da pagina 13:

Solo dalla pulsione negativa, solo dal labirinto del No può sorgere la scrittura dell’avvenire. Ma come sarà tale letteratura? Poco fa, con un bel po’ di malizia, me lo ha chiesto un collega dell’ufficio.
“Non lo so,” gli ho risposto. “Se lo sapessi, la farei io stesso.”
Vedremo se sono capace di farla. Sono convinto che solo setacciando il labirinto del No si possono intravedere le strade ancora percorribili per la scrittura che verrà. Vedremo se sono capace di indicarle. Scriverò note a piè di pagina che commenteranno un testo invisibile, ma non per questo inesistente, giacché tale testo fantasma potrebbe benissimo finire per rimanere come in sospensione sulla letteratura del prossimo millennio.

inviato il 05/12/2017
Nei segnalibri di:

E infine spuntò l'alba

immagine copertina
Marcello Parsi
E infine spuntò l'alba
Youcanprint 2017
10 righe da pagina 99:

Già m'immaginavo i suoi occhi illuminarsi di gioia, le sue braccia che mi stringevano al petto in un appassionato slancio di riconoscenza... i suoi baci...
Spalancai la porta e in un primo momento non mi resi conto di quello che stava succedendo, ma quando sentii qualcosa che somigliava ai rumori di una colluttazione e Fulvia che urlava: "Lasciami porco! Non mi toccare!", corsi nella camera da letto e davanti ai miei occhi si presentò uno spettacolo indegno: Ortazio con una mano teneva inchiodata la giovane su uno dei due giacigli e con l'altra le stava strappando via le vesti con l'intenzione di stuprarla. Lei si dibatteva sotto di lui con tutte le forze, provando a liberarsi, e intanto cercava di graffiargli il viso e di cavargli gli occhi.
"Maledetto bastardo! Lasciala stare immediatamente: è un ordine!" gli intimai, mentre sguainavo la spada.

inviato il 04/12/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

"Suoi" della ragazza, non di Nerone, perché l'imperatore stava a Roma, mentre l'infelice Ottavia era stata relegata da lui nell'isola di Pandataria (l'odierna Ventotene), dove poi venne uccisa.

Le vicende di questo romanzo si svolgono nell'arco di tempo 62 - 65 d. C. al tempo dell'impero neroniano. Nel brano qui riportato sono presenti entrambi i personaggi principali: Macrino, tribuno dei pretoriani, che svolge il ruolo di io narrante, e Fulvia, una giovane ancella di Ottavia, prima moglie di Nerone e da lui fatta assassinare proprio sotto ai suoi occhi.

Il giardino di elizabeth

immagine copertina
Elizabeth von Arnim
Il giardino di elizabeth
Tradotto da Sabina Terziani
Fazi 2017
10 righe da pagina 157:

Fa molto freddo siamo scesi a meno diciannove,ma si sta benissimo,non c'è vento ,splende il sole e ci si sente allegri,pieni di energia e bendisposti verso tutti.e mie giovani ospiti sono ancora qui,ma l'aria è così leggera e briosa che neppure loro mi pesano più di tanto.Tra l'altro mi hanno detto che presto partiranno entrambe ,per cui l'imbiancatura si farà senza tralci ,e la casa potrà accogliere la primavera tutta vestita a nuovo .
Minora ha dipinto il mio ritratto e ha intenzione di regalarlo all'Uomo della Collera come dono d'addio.
Il fatto che le abbia permesso di ritirarmi e sia stata docilmente in posa per un infinità di volte costituisce la prova definitiva della mia totale assenza di vanità. Irais,quando l'ha visto ,ha riso fino alle lacrime e le ha subito commissionato anche lei il proprio ritratto per portarlo al marito come regalo di compleanno,i primi di febbraio . Non fosse per il compleanno non sarebbe più tornata a casa; da noi però i compleanni sono ricorrenze importanti solenni ,che non possono passare inosservate,anzi devono essere festeggiate ...

inviato il 04/12/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Elizabeth Von Arnim (pesudomino Alice Cholmodeley-talora Mary Anne Beauchamp )
nata il 31.agosto 1866-Kirribilli Sidnei-Australia-
morta il 9 Febbraio 1941 -Charleston -Carolina del Sud -US-E' stata una romanziera Britannica nata in Australia - cugina di Katherine Mansfield -romanziera scrittrice neozelandese-

..in presenza di parenti solidali(vicinie lontani riuniti per l'occasione a proclamare "come porti bene gli anni",chi l'avrebbe mai detto ,"è tutto fantastico
)tutti intorno all'altare sacrificale mentre tu offri in olocausto agli dei candeline rosa e bianche-gli anni della tua vita piantate in un enorme crostata traboccante di marmellata.

L'amante

immagine copertina
Marguerite Duras
L'amante
Feltrinelli
10 righe da pagina 51:

Il rumore della città è vicino, si strofina contro il legno delle persiane. Sembra che la gente attraversi la stanza. Accarezzo il suo corpo in quel rumore, in quel via vai. Il mare: l'immensità che si accavalla, si allontana, ritorna.
Gli avevo chiesto di farlo ancora e ancora. Di farmi così. L'aveva fatto, l'aveva fatto nella vischiosità del sangue. Ed era stato proprio come morire. E' stato come morirne.

inviato il 04/12/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

In ogni caso, le righe sono tratte dall'ed. in brossura del 2015, traduzione di L. Prato Caruso.

Ero indecisa se caricare 10righe da L'amante o da Il danno.. Il risultato è questo strano ibrido - stile La mosca - di cui mi sono accorta solo ora! Staff.. Chiedo lumi per rimediare

Una vita apparentemente perfetta

immagine copertina
Michelle Hunziker
Una vita apparentemente perfetta
A. MONDADORI 2017
10 righe da pagina 12:

Non esiste forma di violenza più alta di quella delle sette. Cercavo amore, e Clelia me lo dava. Potevo dirle tutto, e lei mi avrebbe comunque accettato. Mi telefonava sei volte al giorno per sapere come stavo, ascoltava con attenzione, sembrava coinvolta dalle mie sofferenze. Mi coccolava: se ero triste mi permetteva di appoggiarle la testa in grembo e la accarezzava finché non ero io a sollevarla. Per settimane mi aiutava a migliorare la mia scarsa autostima, facendomi sentire speciale, unica, importante. Poi di colpo mi denigrava. Mi metteva in castigo, allontanandomi, negandosi. E io volevo una sola cosa: tornare da lei. Avrei fatto di tutto pur di non perdere quell’unione simbiotica che, ai miei occhi, era l’unico amore vero nella mia vita. E in effetti ho fatto molto: ho sospeso il giudizio, sacrificato il mio libero arbitrio, tagliato i ponti con mia madre, con amici e colleghi carissimi, ho messo in pericolo la mia carriera.
Sono dovuti passare cinque anni prima che arrivassi a provare una sofferenza così acuta da essere insopportabile.

inviato il 04/12/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Michelle Yvonne Hunziker (Sorengo, 24 gennaio 1977)

Philip K. Dick l'uomo che ricordava il futuro

10 righe da pagina 8:

:- Sapevi che Philip K.Dick ti aveva preannunciato, vero?. Lo guardai sorpreso.:-NO risposi.
:- in Redivivi spa, fu la criptica risposta.All'epoca avevo letto solo due o tre libri di Dick e quel titolo mi era nuovo.:-Anarca Peack, disse Mick.:-Chi? replicai.:-Anarca Peack,ripete'Mick come fossi duro d'orecchi.:- Peacke e' un personaggio coinvolto nella resurrezione dei morti da uno stato di limbo.Mi spiego' che , nel libro, il tempo scorre al contrario e le persone prendono vita nelle loro tombe e devono essere diseppellite;diventano sempre piu' giovani fin quando arrivano alla non-nascita.Peak,il capo di un movimento religioso,sta per rinascere ma ,per motivi diversi, alcuni vogliono che resti morto, mentre altri ne attendono la nascita come una sorta di seconda venuta di Cristo.

inviato il 03/12/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuto Massimo :)

le 10 righe vengono dalla prefazione, l'autore Anthony Peake, non sapeva che Philip K.Dick aveva inserito in un racconto del 1965, un personaggio , Anarca Peak che non solo aveva quasi il suo stesso nome e cognome, ma abitava una storia dove il tempo scorreva al contrario.....

Le galline pensierose

immagine copertina
Luigi Malerba
Le galline pensierose
Quodlibet 2014
10 righe da pagina 75:

Una gallina va nesia si guardò allo specchio e rimase molto soddisfatta. Mandò le compagne davanti a quello specchio perché ammirassero il suo ritratto, ma queste rimasero piuttosto perplesse perché trovarono che quella gallina assomigliava troppo a tutte loro.

inviato il 02/12/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Una gallina vanesia [...].

Afrodita

immagine copertina
Isabelle Allende
Afrodita
Tradotto da Elena Liverani e Simona Geroldi
Universale Economica Feltrinelli 2017
10 righe da pagina 54:

Se l'aroma del corpo è eccitante, altrettanto lo è quello di un pasto fresco e preparato con cura. I profumi della buona cucina non solo ci fanno venire l'acquolina in bocca, ma ci fanno anche palpitare di un desiderio che se non è quello erotico gli assomiglia comunque molto. Chiudi gli occhi e cerca di ricordare il profumo preciso di una padella con olio di oliva in cui stanno friggendo delicate cipolle, nobili spicchi d'aglio, stoici peperoncini e teneri pomodori. Adesso cerca di immaginare come cambia quell'odore quando lasci cadere nella padella tre pistilli di zafferano e subito dopo del pesce fresco marinato con erbe aromatiche e alla fine uno spruzzo di vino e il succo di un limone...Il risultato è eccitante quanto il più sensuale degli effluvi e lo è mille volte di più di un profumo in bottiglia.

inviato il 02/12/2017
Nei segnalibri di:

Il bibliotecario di via Gorki

immagine copertina
Massimo Fagnoni
Il bibliotecario di via Gorki
Fratelli Frilli Editori
10 righe da pagina 25:

Le tre gemelline si muovono leggere sullo schermo e per una manciata di secondi Davide ritrova l’atmosfera delle sei di mattina di un tranquillo giorno d’inverno, lui e i suoi figli, piccini, la colazione, i cartoni del mattino, la consapevolezza di essere nel luogo prescelto per vivere, Aurora a letto a riposarsi dal duro lavoro e lui a occuparsi dei figli, della casa, del loro regno incantato e Laura che lo chiamava papà insieme a Luca e mano nella mano percorrevano i cinquecento metri che li separavano dalla scuola, poi lui andava in biblioteca e tutto sembrava davvero perfetto, una perfezione ineguagliabile

inviato il 01/12/2017
Nei segnalibri di:

OCCHI NEGLI OCCHI

immagine copertina
ELISA MARIOTTI
OCCHI NEGLI OCCHI
EUROPA EDIZIONI
10 righe da pagina 19:

Essendo scappata praticamente di corsa l'altro giorno, oggi sono tornata da te con l'idea di continuare quello che avevo lasciato a metà. Avevo soltanto rinchiuso la botola che porta in soffitta, gli scatoloni che avevo spostato si trovavano ancora alla rinfusa e il famoso baule troneggiava in un angolo della stanza. Era come se stesse lì ad aspettarmi. Non ho saputo trattenermi: come sono salita, questa volta già armata di torcia, mi sono diretta verso di lui e ho provato ad aprirlo; pensavo che non fosse chiuso, in fin dei conti in questa casa vivevi da sola e quindi, anche se il baule avesse contenuto qualche segreto, nessuno avrebbe avuto modo di saperlo. Insomma, la soffitta non è di certo una delle stanze più frequentate quando si invita qualcuno a casa o si dà delle feste!

inviato il 01/12/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Elisa :)

Moby Dick

H. Melville
Moby Dick
Tradotto da Ottavio Fatica
Einaudi (collana Supercoralli) e-book
10 righe da pagina 2759:

Maschere di cartapesta, altro non sono tutti gli oggetti visibili. Ma in ogni accadimento, nel vivo dell'azione, nel fatto inoppugnabile, un che di ignoto ancorché raziocinante preme la maschera irrazionale imprimendovi nuova effigie. Se s'intende portare un colpo, dovrà trapassare la maschera! Come fa un prigioniero a venir fuori se non abbatte il muro? Per me quel muro è la balena bianca: me l'hanno addossata contro. A volte penso che aldilà non ci sia nulla. Ma basta e avanza. M'aggrava, mi soverchia: in lei scorgo una forza oltraggiosa, retta da imperscrutabile malizia. E quell'imperscrutabilità che più di tutto ho in odio: e la balena bianca sia il mandate o la balena bianca il mandatario, su di lei io sfogherò quell'odio. E non venitemi a dire blasfemia: se m'insultasse colpirei il sole. Ne avesse facoltà, anch'io l'avrei: con la rivalità a presiedere il creato, una certa qual correttezza rientra nello scambio.

inviato il 01/12/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Mi affascinano molto queste righe. Le leggo e le rileggo, mi pare di afferrarne l'essenza, e poi in realtà non riesco a coglierla davvero. Come quando si prova un sentimento e non si riesce ad esprimerlo a parole.

Libridinosa 2018 agenda letteraria

immagine copertina
10 Righe
Libridinosa 2018 agenda letteraria
10 Righe dai libri 2017
10 righe da pagina 1:

Sono poche dieci righe dai libri ...ma
scelte da lettori ,divulgatori,
di lettura quotidiana, aiuteranno tutti
ad incontrare un Autore ,queste righe
risveglieranno la mente ed il cuore
leggendo con Amore ...
Libridinosa 2018.

inviato il 30/11/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Bellissima

Di nulla!

Natyyyyyy grazie per le bellissime parole e foto :)

Il banco di Fortunella

immagine copertina
Letizia Lusini
Il banco di Fortunella
Betti Editrice 2017
10 righe da pagina 22:

Capì che il suo nuovo lavoro era cominciato e che aveva un che di buono. Per questo sentì accendersi dentro un lume di coraggio, si sentì dentro a una balena che la stava sputando fuori col suo bagaglio: una valigia fatta di sogni pressati insieme a belle cose vecchie. Le sembrò, a un certo punto, che alcuni stracci riprendessero la vita che avevano avuto e che ballassero svolazzando intorno a lei. Seduta su un mucchietto di altri cenci, si sentì come dentro a un girotondo; le girò un po' la testa ma la lacrima bollita che le nacque nel cuore le fece dire: "Fortunella, si comincia".

inviato il 30/11/2017
Nei segnalibri di:

Vista con granello di sabbia

immagine copertina
Wislawa Szymborska
Vista con granello di sabbia
Adelphi 2008
10 righe da pagina 87:

Foglietto illustrativo
Sono un tranquillante,
Agisco in casa,
funziono in ufficio,
affronto gli esami,
mi presento all'udienza,
incollo con cura le tazze rotte -
devi solo prendermi,
farmi sciogliere sotto la lingua,
devi solo mandarmi giù
con un sorso d'acqua.
So come trattare l'infelicità,
come sopportare una cattiva notizia,
ridurre l'ingiustizia,
rischiarare l'assenza di Dio,
scegliere un bel cappellino da lutto.
Che cosa aspetti -
fidati della pietà chimica.
Sei un uomo (una donna) ancora giovane,
dovresti sistemarti in qualche modo.
Chi ha detto che la vita va vissuta con coraggio?
Consegnami il tuo abisso -
lo imbottirò di sonno.
Mi sarai grato (grata)
per la caduta in piedi.
Vendimi la tua anima.
Un altro acquirente non capiterà.
Un altro diavolo non c'è più.

inviato il 28/11/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Queste sono le 10righe che ho scelto: http://scrivi.10righedailibri.it/cos%C3%AC-%C3%A8-pirandello-se-vi-pare

Grazie. Provvedo in questi giorni a mandare il link delle 10righe che preferisco.

Ciao Oliva le tue 10 righe sono nella classifica di dicembre, 10 righe scelte da Voi utenti.

Ciao Oliva, sei nella classifica settimanale di dicembre. Scegli 10righe che più ti piacciono da oggi 4dicembrea domenica 10 dicembre, riportando qui nei commenti il link.

10 righe, quanto basta…una dose per incuriosire, per ricordare, per consolare…Le parole portano conforto, asciugano malinconie e lievitano scoperte.

10 righe per viaggiare in pagine sconosciute e scoprire autori che ti accompagneranno per sempre.

10 righe per trovarsi e illuminare parti di se tenute nel taschino.

10 righe perché l’aggettivo dell’agenda è sensuale e da quando l’ho scoperto, come vorrei indossarlo.

Ecco quindi 10 righe per affrontare ogni giorno con le parole giuste.

Barbara Bellinelli

Spedizioni Agenda 2018 Libridinosa

immagine copertina
10 Righe dai libri
Spedizioni Agenda 2018 Libridinosa
10 Righe 2017

Ceri lettori,
Libridinosa 2018 è partita dal magazzino oggiiiiii!
Ecco le prime destinazioni.
Grazie a tutti voi che con le vostre 10 righe avete contribuito alla realizzazione e che per Natale avete deciso di regalarvi e regalare la voglia di leggere :)

Aspettiamo vostre foto e commenti che potete postare anche qui.

inviato il 27/11/2017
Nei segnalibri di:

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy