Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Il Fuoco di Sangue

immagine copertina
Terry Brooks
Il Fuoco di Sangue
Tradotto da Gaetano Luigi Staffilano
A. MONDADORI 2014
10 righe da pagina 38:

Poi un ramo sottile le sfiorò la spalla e la voce ben nota le bisbigliò nella mente.
Sei tornata a me, bambina.
Airling rabbrividì. "Sono tornata."
Sei molto spaventata.
"Atterrita."
La paura ti ha spinto a fuggire da me.
"Mi vergogno di averlo fatto."
Non devi vergognarti. La tua paura è reale e giustificata. Un tempo ero come te. Terrorizzata e confusa. Anch'io fugii.
Airling aprì gli occhi e guardò l'albero. "Fuggisti quando ti fu detto che cosa ci si aspettava da te?"
Prima di capire. Ero una ragazza come te. A stento lo ricordo, ormai. L'albero mi parlò. Mi toccò. Mi spaventai e fuggii.

inviato il 24/08/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie ;-)

Terry Brooks (Sterling, 8 gennaio 1944)

Testa e croce da Per vivere qui

immagine copertina
Juan Goytisolo
Testa e croce da Per vivere qui
Tradotto da Dario Puccini
Feltrinelli 1962
10 righe da pagina 216:

"Sono scappata per miracolo." Tornò a indicare l'altoparlante, con una smorfia. "Quello dice che non siamo donne pure."
"Una diffamazione!" esclamai io. "Una calunnia."
"E' quello che dico anch'io." Ninochka si accomodò lo scialle sulla testa, con una certa civetteria. "In fondo in fondo, siamo dei fiori. Un po' segnati e appassiti, ma fiori... L'ho letto in un romanzo... Si chiama Le figlie dell'asfalto... Lo conosci?
"No"
"Succede al Moulinne Rougge, a Parigi... E' molto bello."
"E dove li hanno portati questi fiori?" chiese Borés.
"Fuori. In qualche paesetto. A prendere un po' d'aria di campagna."

inviato il 22/08/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Juan Goytisolo (Barcellona, 6 gennaio 1931) è uno scrittore spagnolo.

Benvenuta Eva : )

La Schedina di Gaetano

immagine copertina
Freddie del Curatolo
La Schedina di Gaetano
Liberodiscrivere
10 righe da pagina 13:

Presto avrebbero fatto all’amore, gli angeli sarebbero calati dal cielo applaudendo come tifosi olandesi ubriachi lanciando riso, tulipani e coriandoli a forma di cuore.
La terra sarebbe diventata ghiaccio secco per favorire l’effetto vapore dei corpi nello sfregamento erotico e note danubiane di Béla Bartòk o mugolii baritonali di John Lee Hooker avrebbero dato voce all’idillio.
Riposare il pomeriggio sul suo tiepido seno era come fare un giro sull’ottovolante.
Per Sara invece il sesso aveva un sapore strano; era come quando assaggi per la prima volta il formaggio con i vermi vivi, ti provoca un senso di nausea al solo pensiero ma anche una gran voglia di provarci.

inviato il 21/08/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta... Grazie!

Benvenuto Leni : )

Non si toccano le ali alle farfalle

immagine copertina
Antonello De Sanctis
Non si toccano le ali alle farfalle
Inedito 2015
10 righe da pagina 79:

La vita è come il fiume che rinasce sempre da se stesso e si rinnova nel continuo inseguirsi. Si muove con il solletico degli argini sulla pelle, s’impunta di fronte alle curve e ricomincia il percorso nello scorrere al contrario degli alberi e delle case. Sa che troverà altri alberi, altre case, altre lune a specchiarsi o pesci a fare l’amore e andrà avanti poiché il senso del suo esistere è nel procedere, nell’essere fiume. Ogni fiume però ha per destino il mare, il suo contrario. Il mare che si ripete, si copia perché non sa inventare, non sa cambiare. Certe volte si muove, si agita e alza le onde per ambizione o voglia di cielo, ma poi le onde ricadono giù, si ripiegano su se stesse e tornano ad accucciarsi nell’acqua. Non ha niente di creativo il mare, è soltanto la fine del viaggio, la fine del fiume. E così, dopo tanto stare insieme, anche la loro storia trovò il suo mare.

inviato il 19/08/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Renato Mileo, commento generoso il tuo.

ancora una pregevole opera di un autore che non sbaglia un libro: ho richiesto questo romanzo e l'ho terminato in pochi giorni, affascinato dalle vicende del protagonista Francesco: lo consiglio a chi non lo avesse ancora letto.

Grazie Silvia
Io posso chiedervi solo di aiutarmi a diffondere l'iniziativa
mi sembra sia una buona cosa
Grazie.

ho terminato di leggere il libro e l'ho trovato estremamente emozionante: grazie all'autore per la grande generosità dimostrata nel donarlo ai suoi lettori, certi gesti - di questi tempi - sono davvero unici.

Antonello De Sanctis (Roma, 8 giugno 1942).

E lasciamole cadere queste stelle

immagine copertina
Filippo Timi
E lasciamole cadere queste stelle
Fandango
10 righe da pagina 205:

Chi sono io , in fondo a me stessa, a parte i problemi e il passato?
Non voglio essere solo il risultato di una vita e di quello che mi circonda.
Chi sono io?
Iniziò a pensare a che faccia avevano per lei i suoi sentimenti.
Che faccia ha la rabbia.
Che faccia il dolore.
Che faccia l'amore e la gioia, che faccia il pianto.
Che faccia hanno le passioni.
Ogni donna è lo specchio di tutte queste facce.

inviato il 14/08/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie !

Benvenuta Tinetta :)

Cose di casa mia ...

Germana Carnacina
Cose di casa mia ...
me medesima

1955.
Avevo tre anni e già spettatrice del mio microcosmo di variata umanità familiare e il primo ricordo, indelebile. Il rito del 'buco' nelle orecchie per inserirci dei piccoli orecchini d'oro che, simbolicamente, definivano uno stadio di passaggio da 'crisalide' a 'fuco'. Insomma da bimba a bambina.
Rito d'iniziazione piuttosto cruento.
Non dimenticherò mai nonna Ida e le sue cosce a mo' di tenaglia per tenermi il più possibile immobile a sé e poi, con precisione millimetrica, centrare il mio lobo con un ago da cucina arroventato. Un trauma che ancora oggi porto in me come fosse fatto recente.
Ma così si usava in certe piccole culture di paese, e nonna Ida che era arrivata a Roma da Montegranaro Marche, provincia di Ascoli Piceno, aveva subito su se stessa lo stesso rituale da sua madre, perciò il suo modo d'agire rientrava nella norma. La sua.

inviato il 14/08/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

:)

Benvenuta Germana :)

The Unknown Unknown

immagine copertina
Mark Forsyth
The Unknown Unknown
Icon Books
10 righe da pagina 8:

Not the warehouse, not the internet, but the Good Bookshop. It is a room (or two) where the unknown unknowns of the world are laid out on tables and stacked in shelves. It is a room (or two) where you can find what you never knew you wanted, where your desires can be perpetually expanded. Not satisfied, because what point is there in satisfying a desire you already have? You are no better, no large, at the end of it. A desire satisfied is a meagre and measly thing. But a new desire!

inviato il 04/08/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

You're more than welcome :)

Thank you :)

Il mondo nuovo Ritorno al mondo nuovo

Aldous Huxley
Il mondo nuovo Ritorno al mondo nuovo
Tradotto da Lorenzo Gigli e Luciano Bianciardi
Classici Moderni Oscar Mondadori 1991
10 righe da pagina 211:

Tutto l'ordine sociale sarebbe sovvertito se gli uomini si mettessero a fare le cose di loro propria testa. [...] La civiltà industriale è possibile soltanto quando non ci sia rinuncia. Concedersi tutto sino ai limiti estremi dell'igiene e delle leggi economiche.

inviato il 04/08/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :) abbiamo integrato i dati delle 10 righe.

Traduttori: Lorenzo Gigli e Luciano Bianciardi. Oscar Mondadori 1991.

Benvenuto Renzo : ) nome del traduttore e anno di edizione del libro da cui hai tratto le 10 righe?

Three men in a boat

Jerome K. Jerome
Three men in a boat
Tradotto da Simplified by G. Horsley
Longmans 1952

Chapter 1
WE PLAN A HOLIDAY

There were four of us- George, and William Samuel Harris, and myself, and Montmorency, the dog. We were sitting in my room, smoking, and talking about how bad we were - bad from a medical point of view, I mean, of course.
We were all feeling unwell, and we were getting quite nervous about it. We sat there for half-an-hour. describing to each other our illnesses. I explained to George and William Harris how I felt when I got up in the morning and William Harris told us how he felt when he went to bed; and George stood on the heart-rug, and gave us a clever piece of acting, as an example of how he felt in the night.

inviato il 01/08/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

...all right!

Thank you Fernanda : )

L'amata

immagine copertina
Thomas Hardy
L'amata
Barbès (collana Classici) 2008
10 righe da pagina 51:

«... essenzialmente tutti gli uomini sono incostanti, come te; ma non con questa sensibilità».
«Sicuramente incostante non è la parola giusta! Incostanza significa stancarsi di una cosa quando la cosa rimane la stessa. Ma io sono sempre rimasto fedele a quella creatura sfuggente che non sono mai stato capace di trattenere a meno che non l'abbia fatto ora. E lascia che ti dica che il suo passare da una persona all'altra è stato tutt'altro che un piacere per me - certamente non un gioco capriccioso di mia iniziativa. Vedere la creatura che è stata fino ad allora perfetta, divina, perdere proprio sotto il tuo sguardo la divinità che l’aveva invasa, diventare comune, trasformarsi da fiamma in cenere, da una radiosa vitalità in una reliquia, è tutto eccetto che un piacere per qualsiasi uomo, e non è stato niente di meno di uno spettacolo straziante per i miei occhi. Ogni figura svuotata è rimasta malinconica da allora come il nido di un bell'uccello dal quale l'abitante s'è allontanato, per lasciarlo a riempirsi di neve».

inviato il 27/07/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie Staff, e soprattutto... grazie a tutti Voi utenti :)

AleLan le tue dieci righe sono nella classifica finale di luglio. 10 righe scelte da Voi utenti. :-)

Battle Royale

immagine copertina
Koushun Takami
Battle Royale
Tradotto da Tito Faraci
A. MONDADORI 2009
10 righe da pagina 70:

«Bene, bene, vi prego di fare silenzio. » Sakamochi batté le mani svariate volte per attirare l'attenzione. La confusione improvvisamente diminuì. «Lasciate che vi spieghi la situazione. La ragione per cui voi tutti oggi siete qui è... » Fece una pausa e poi disse: «... per ammazzarvi a vicenda».
In quel momento nessuno proferì parola. Tutti rimasero pietrificati, come immagini in una foto.
Shuya notò che Shogo continuava a masticare la gomma. La sua espressione non era cambiata per niente. Eppure gli sembrò di aver visto un leggero ghigno attraversare il suo volto.
Sakamochi con un ampio sorriso stampato in faccia riprese il discorso: «La vostra classe è stata selezionata per il Programma di quest'anno».
Qualcuno gemette.

42 studenti rimasti.

inviato il 27/07/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ce l'ho anch'io. Libro pazzesco, quanto sangue che scorre. E credo abbia 'ispirato' Hunger Games ;)

Koushun Takami (Amagasaki, 10 gennaio 1969)

Infiniti... mondi

immagine copertina
Fenice Rita Francalanci Tognetti
Infiniti... mondi
autoprodotto ebook

Odo delle foglie il fruscio
insieme delle cicale il canto
nel cielo oggi
fortunatamente terso
una solitaria speme
mi accingo a pensare
che all’unisono posso ancora udire
Ora posso ammirarvi
volteggianti e fresche
nella vostra sede primordiale
leggiadre andate
e di niente avete bisogno
Passeggera vado
senza invito
in questa terra
dove oleandri e magnolie
mi guardano

inviato il 22/07/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

"Serenata"
da Poesie di Paola Masino

Qui eri, non per me,
seduto nel notturno buio.
Voci si alzavano dalle terrazze intorno.
Noi tacevamo;
e il tuo non era il mio silenzio.
Forse profumava il trifoglio
sulla spalliera,
o il glicine della veranda.
Forse una goccia cadde
dallo zampillo chiuso della fontana.
Ma io ascoltavo soltanto il tuo respiro
e dietro di lui
per zone a me interdette
ti seguivo su amorosi sentieri.
udivo (o immaginai?)
te chiamare, con il mio nome,
Amore.
[...]

Fenice benvenuta :) scrivi 10 righe tratte anche dai libri che leggi...

Il silenzio è lo yoga per l'anima

immagine copertina
Marina A. Zimmermann
Il silenzio è lo yoga per l'anima
SP
10 righe da pagina 9:

Il silenzio per me è rilassante e rigenerante. Non richiede alcun convenevole, tanto per dire qualcosa. Non pretende nessuna retorica, né esige un commento forzato. Concede l’attesa alla risposta fin quando le parole si sono unite a frasi sensate.
Il silenzio aiuta di scomporre il caos nella testa. I pensieri ossessivi saranno buttati fuori. I problemi ricevono la loro meritata analisi. Progetti e desideri vivono nuovi concetti. Nella quiete si riuniscono i pezzi staccati del mosaico in un puzzle ben ordinato.
Mente e anima si distendono. Il buon senso ha terminato le vacanze. Chiarezza e saggezza affinano il giudizio. Anche la consapevolezza è tornata nel suo consueto ambiente.
Durante una conversazione il silenzio s’impone per due motivi. Prima di tutto la mente deve ascoltare e comprendere. Poi il pensiero deve riflettere ed elaborare.

inviato il 22/07/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

... con piacere!

Marina benvenuta : ) scrivi 10 righe tratte anche dai libri che leggi...

Tu, mio

immagine copertina
Erri De Luca
Tu, mio
Feltrinelli 2013
10 righe da pagina 25:

Ci si innamora da vicino, ma non troppo, ci si innamora da un angolo acuto un poco in disparte in una stanza, presso una tavolata, seduto in un giardino dove gli altri ballano al ritmo di una musichetta insulsa e decisiva che fa da colla di pesce per una faccia che si appunta a spilli sul diaframma del petto. Da subito m'innamoravo a vuoto di Caia, di una ragazza più grande, dal dente spezzato in un sorriso a grandine, che aveva toccato la mia mano senza riguardo per la ferita e mi era stata intima per quello. M'innamoravo secondo un impulso opposto all'evidenza: che io ero molto più adulto, che a me toccasse il compito di proteggerla dai pericoli dell'isola, custodendo il suo segreto che non conoscevo ancora ma che doveva esserci e io l'avrei saputo, io solo.

inviato il 21/07/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Eccomi Staff! Tra le 10righe postate questa settimana ho scelto http://scrivi.10righedailibri.it/cento-poesie-damore-ladyhawke-2. Ciaoooooo!!!!!

Saraaaaaaa e i libri vinti sono due!!!! Complimenti, hai vinto un libro incentivo anche per essere stata la più votata dagli utenti. Ricordati di comunicarci l’indirizzo dove verrà spedito il libro che hai vinto a libroincentivo@10righedailibri.it :-)

Ciao Sara, complimenti! Le tue 10 righe sono le vincitrici per il libro incentivo settimanale! Ricordati di scegliere le tue 10 righe preferite nella settimana che va da lunedì 3 a domenica 9 agosto, riportando qui nei commenti il link delle righe scelte. Grazie :-)

Tra le 10 righe postate questa settimana ho scelto http://scrivi.10righedailibri.it/lamata. Ciao Staff!

Grazie!!!! Leggerò con attenzione allora tutte le 10 righe della settimana!!

Panorama

immagine copertina
Tommaso Pincio
Panorama
NN Editore (collana ViceVersa) 2015
10 righe da pagina 65:

C'è infatti qualcosa di più divino del poter decidere dei sogni altrui? Il fatto di non avere gli stessi sogni, di non ambire minimamente a scrivere, gli infondeva una serenità strana, forse sadica ma comunque inebriante, quasi una sorta di rigenerante distacco dalla vita, dall'ansia di dover desiderare comunque qualcosa. Lui non desiderava nulla, a parte leggere. Leggere come leggeva lui però, senza cercare altro che la lettura, senza aspettarsi risposte o consolazione. Un leggere che non contemplava desideri e speranze, i bisogni che solitamente avvertono le persone.

inviato il 20/07/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie mille, redazione! :)

Ciao AleLan le tu 10righe sono state scelte dalla redazione, sei nella classifica finale di luglio. :-)

I vermi conquistatori

immagine copertina
Brian Keene
I vermi conquistatori
Tradotto da Luigi Musolino e Daniele Bonfanti
A. MONDADORI 2014
10 righe da pagina 27:

Un giorno, un giorno come tutti gli altri, ha semplicemente cominciato a piovere e non ha smesso. Tutto qui. Di certo non ce l’aspettavamo. Era un giorno di pioggia, ma l’indomani avrebbe riportato la luce del sole. Eppure l’indomani non arrivava mai. Il giorno seguente pioveva ancora. E anche il giorno dopo. Ogni giorno le previsioni erano le stesse: pioggia, non importava dove abitavi. A parte che non ci sono più dei veri e propri giorni, solo differenti tonalità di grigio e nero. È passato un bel po’ di tempo dall’ultima volta che ho visto il sole o la luna. Sono ridotti a vaghi profili, nascosti dietro le nuvole come sbiaditi dollari d’argento.

inviato il 20/07/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :-)

Brian Keene (Pennsylvania, 22 settembre 1967)

East Coker (Four Quartets)

T.S. Eliot
East Coker (Four Quartets)
Faber and Faber 2001

Home is where one starts from. As we grow older
The world becomes stranger, the pattern more complicated
Of dead and living. Not the intense moment
Isolated, with no before and after,
But a lifetime burning in every moment
And not the lifetime of one man only
But of old stones that cannot be deciphered.
There is a time for the evening under starlight,
A time for the evening under lamplight
(The evening with the photograph album).
Love is most nearly itself
When here and now cease to matter.

inviato il 15/07/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Vania, va bene l'anno 2001. Ora integriamo le 10 righe.
: )

E comunque, come tutte le opere di Eliot, si trova anche in ebook e online, su siti letterari.

La data di prima pubblicazione di Four Quartets o la data di pubblicazione del libro che ho io? In ogni caso, io ho un'edizione Faber pubblicata nel 2001. Four Quartets fu pubblicato prima in sequenza, una parte dopo l'altra, tra il 1941 e il 1942, poi tutto insieme solo nel 1943 negli USA, dall'editore Harcourt. Scegliete voi che data preferite! ;-)

Data di pubblicazione?

Grazie Vania :)

FAIRIES AND CHIMNEYS

Rose Fyleman
FAIRIES AND CHIMNEYS
eBook gratuito 1918

You know the smoke from chimneys—
It often isn't smoke,
It's nothing but the fairies
Having such a joke.
Round they fly and round about,
Higher still and higher—
"Dearie me," the people say,
"A chimney on fire!"
You know the noise the wind makes
At night-time now and then—
It's just those naughty fairies
At their tricks again—
Sitting in the chimney
Round and round in rows,
Singing all together
And warming up their toes.

inviato il 15/07/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Enrico avevamo intuito, proprio perché sei sempe molto preciso, ma lo scriviamo per dare buon esempio ai nuovi iscritti. Grazie per tutti i tuoi preziosi contributi : ))

@staff @10righedailibri Ho scritto tutti i dati in mio possesso. Sono sempre preciso, se posso. Sono desolato, ma il libro non aveva né copertina, né altro genere di informazioni.

Se c'è :))

Ciao Enrico, scrivi qui nei commenti il numero della pagina da cui hai preso le tue 10righe. Grazie :-)

Il senso del silenzio

immagine copertina
Renato Serra
Il senso del silenzio
Fara Editore ( Classici di lingua e cultura) 1996
10 righe da pagina 19:

Mia cara zia,
chi sa quando trovo un’ora per scriverti con pace. Anzitutto torno a vibrare dopo qualche giorno quasi di sosta, anche voi potete capirlo, pensando a quel che dicono i giornali; ma qui è un’altra cosa, molto più semplice, e pure febbrile.
Volevo ringraziarti dei fiori, che mi hanno fatto un gran piacere. Li ho tenuti tutto ieri nel catino della mia camera; senza cavarli nemmeno per lavarmi: tornando da fuori, che era caldo e afa, tuffavo il viso insieme nell'acqua e nel profumo. Adesso li ho davanti in un vaso di vetro; è ormai sera e la bianchezza dei mughetti pare ancora imbevuta di luce: son tutti freschi e odorosi, colle campanelle così candide e pure che a toccarle par che debbano risuonare; le rose sono un po’ gualcite e dolci. Volevo parlarti di tante cose, ma non ce n’è bisogno. Anche quando mi hai mandato questi fiori, eri insieme colla mamma: e questo è tutto. State tranquilli e contenti, come sono anch'io con buone speranze.

inviato il 15/07/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Barbara che belle queste righe ..."per una zia",un segnalibrone!!!

Renato Serra (Cesena, 5 dicembre 1884 – Monte Podgora, 20 luglio 1915)

Le Notti Bianche

immagine copertina
Fedor Dostoevskij
Le Notti Bianche
oscar mondadori
10 righe da pagina 29:

Ecco che l'immaginazione di lui già prorompe in nuovi bagliori, ecco che il libro, aperto senza scopo e a caso, cade dalle mani del mio sognatore che non è giunto nemmeno alla terza pagina. La sua immaginazione è di nuovo riacutizzata, risvegliata, e improvvisamente un nuovo mondo, una nuova e affascinante vita avvampano davanti a lui in tutta la loro scintillante prospettiva. Un nuovo sogno - una felicità nuova, una nuova dose di raffinato e voluttuoso veleno! Oh che importanza ha per lui la nostra vita reale! Secondo il suo sguardo corrotto, noi due, Nasten'ka, viviamo con tale lentezza, pigrizia, fiacchezza, siamo così insoddisfatti dal nostro destino, siamo così tediati dalla nostra vita! E infatti, guardate, come in realtà i nostri rapporti al primo sguardo possono apparire freddi, tristi, quasi ostili...

inviato il 15/07/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

A cura di Giovanna Spendel. 2013

Ciao Francesca, ricordati di scrivere nome del traduttore e anno di edizione... Le tue 10 righe sono nella classifica finale di luglio, 10 righe scelte dalla redazione. :-)

Ciao Francesca, nome del traduttore e anno di edizione.... Grazie :-)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy