Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

La vampa d'agosto

immagine copertina
Andrea Camilleri
La vampa d'agosto
Sellerio editore Palermo

Natava e chiangiva. Per la raggia, per l'umiliazione, per la vrigogna, per la sdillusione, per l'orgoglio ferito. Era stato un pupo nella sò mano. E lui vecchio, alluciato dalla billizza, e perso darrè quella gioventù che l'imbriacava, c'era caduto, a cinquantacinco anni sonati, come un picciliddro. Natava e chiangiva.

inviato il 15/09/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

hai ragione! provvederò....

Ciao fsp ... da che pagina hai tratto le tue 10righe? Anno di edizione del libro? Grazie :)

Il blu che non è un colore

immagine copertina
Tamara Marcelli
Il blu che non è un colore
Montag

Aspettare una melodia. Una melodia per sentirmi viva. Due tre note che riescano a smuovere quel nodo che c'è in me. Quel buio che mi opprime. Quelle paure che volano lontane. Un dolce alito di vento. Una brezza leggera e lacrime di libertà.
Libertà di vivere un colore. Un blu che uccide, un blu che travolge l'anima.

"Un cielo a tratti finto e a tratti vero..." dice una canzone. Un cielo che fa battere il cuore... senza pensieri... come volare... leggeri... un sorriso infinito...

"il mio azzurro piegherà il tuo acciaio..." la stessa canzone. Una canzone che conoscono in pochi... ma chi se ne frega.

inviato il 13/09/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!

Benvenuta Isola blu :)

I giardini di Kew (Tutti i racconti)

immagine copertina
Virginia Woolf
I giardini di Kew (Tutti i racconti)
Tradotto da Lucio Angelini
Newton Compton 2012
10 righe da pagina 89:

Quando mi guardo la mano sul davanzale della finestra e penso a quali piaceri mi abbia dato, a come abbia sfiorato superfici di seta, di porcellana, di muri caldi, a come si sia posata sull'erba umida o riarsa dal sole [...] sono sorpresa di aver dovuto usare questo meraviglioso insieme di carne e di nervi per scrivere della malvagità della vita. Eppure è questo che facciamo. Adesso che ci penso, la letteratura non è che la registrazione del nostro scontento.

inviato il 09/09/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie sia a Barbara che allo Staff!! Non vedo l'ora di continuare le letture con i libri incentivi! ;-)

Grazie Barbara, Viviana sei nella classifica di settembre 10 righe scelte da Voi... Complimenti e Buone Letture! :)

Ciao Viviana, scelgo le tue 10righe per la classifica finalisti scelta da noi utenti :)

I libri passati non vi arriveranno... Scrivete i commenti nell'apposito spazio ;)
http://www.10righedailibri.it/giochi-segnalibri
"Quando arriva il libro incentivo?
I vincitori riceveranno il libro incentivo circa due mesi dopo l'assegnazione.
Se entro questo lasso di tempo il libro non è arrivato contattateci libroincentivo@10righedailibri.it: avete 15 giorni di tempo per farlo. "
------

Viviana, scusa l'invasione...

Ciao, approfitto anch'io per dire che neanche a me è arrivato il libro incentivo http://scrivi.10righedailibri.it/pensami-stupido-la-filosofia-come-terap... del 28/02/2013 Grazie :-)

Ricordi di un vicolo cieco

immagine copertina
Banana Yoshimoto
Ricordi di un vicolo cieco
Tradotto da G. Amitrano
Feltrinelli (collana I canguri) 2006
10 righe da pagina 150:

A me è molto chiaro. Quel tipo di persone vanno avanti per stereotipi. Pensare che una persona, solo perchè sta sempre in casa e non si muove molto, o perchè fa una vita regolare e a vederla sembra tranquilla, è una persona semplice, chiusa e limitata anche internamente, riflette una mentalità incredibilmente meschina. Però la maggior parte delle persone ragiona così. Anche se il cuore ha la potenzialità di espandersi in qualunque direzione. Ci sono talmente tanti che non provano neanche a immaginare quale tesoro giace addormentato dentro le persone" disse Nishiyama.

inviato il 07/09/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie ^_^

Ciao Violet hill, con le tue 10 righe, ti aggiudichi un posto come finalista nel mese di Settembre. Lunedì prossimo ricorda di scegliere le 10righe che preferisci tra quelle postate da oggi a domenica 21 settembre. Grazie :D

Un altro giro di giostra

immagine copertina
Tiziano Terzani
Un altro giro di giostra
Longanesi & C 2004
10 righe da pagina 23:

Per settimane e settimane, a volte con il sole primaverile, a volte con la neve alta un metro fuori dalla porta e i lecci e i rododendri come immobili giganti di ghiaccio, sono stato ospite di un ultraottantenne, coltissimo indiano che nella sua vita non ha fatto nient'altro che riflettere sul senso della vita e che dopo aver incontrato tutti i grandi maestri del suo tempo, vive lì da solo, convinto che il vero, grande Maestro è quello che ognuno ha dentro di sè.
La notte, quando il silenzio è talmente denso che sembra rimbombare, si alza, accende una candela e ci si siede dinanzi per un paio d'ore.
A che fare?
A cercare di essere me stesso - mi ha risposto- a sentire la melodia.

inviato il 03/09/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Eccola! Grazie :)

La foto che hai mandato è troppo piccola e non riusciamo a caricarla. Prova ad inviarne un'altra. :)

Mandaci la foto a info@10righedailibri.it e la aggingiamo noi :)

Gentile Redazione, Ho dimenticato di inserire la foto nelle mie ultime dieci righe, posso farlo in un secondo tempo e come, oppure no? casomai potreste inserire voi anche solo la copertina del libro? se no fa lo stesso. Grazie

Un giorno questo dolore ti sarà utile

immagine copertina
Peter Cameron
Un giorno questo dolore ti sarà utile
Tradotto da Giuseppina Oneto
Gli Adelphi 2007
10 righe da pagina 71:

Mi sembrava una gara per vedere chi faceva saltare prima i nervi a chi. Non mi pareva molto terapeutico, ma ce l'ho messa tutta per vincere. "Penso che la psicoterapia sia un concetto fuorviante delle società capitalistiche in base al quale il crogiolarsi nell'analisi della propria vita sostituisce l'atto stesso di viverla". Non avevo idea da dove mi uscissero queste parole: le avevo lette, forse, o le avevo sentite in un film?

inviato il 03/09/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!

Ciao Maurizio, le tue dieci righe sono state scelte dalla redazione... Sei in finale nella classifica di settembre. Complimenti e Buone Letture. :)

A passeggio con John Keats

immagine copertina
Julio Cortazar
A passeggio con John Keats
Tradotto da Elisabetta Vaccaro e Barbara Turrito
Fazi editore 2014
10 righe da pagina 76:

Un festone d'erba fine galleggia ondulando
al bordo dello stagno, e dolcemente accompagna
il cristallo che rifluisce; come quando l'oceano
respira calmo con il suo lento rifluire
sopra un margine roccioso, bilanciando
le alghe pazienti che ora, non ferite dalla schiuma,
si sentono a casa nel loro ondeggiamento.

inviato il 03/09/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

E noi la leggeremo :)

si Elena è un bel libro su John Keats autore che amo particolarmente e posterò qualche altra sua poesia tratta dal libro

Ho visto che ci tieni a tanto a questo libro. Ciao Emma!

Oblion - La Cospirazione

immagine copertina
Valerio Petretto
Oblion - La Cospirazione
CreateSpace Independent Publishing Platform 2014
10 righe da pagina 448:

«C'è qualcosa di strano...qualcosa che non mi
convince, qualcosa nel passaggio mi attrae anche
se non voglio andarci, una forza mi obbliga a
entrare nella galleria fatta di luce...ma io non
voglio, non voglio andare con loro, voglio essere
libero. »
«Va bene Guglielmo, quindi tu sai che se vai con
loro non sarai libero; come fai a saperlo e perché
non sarai libero ?»
«Perché...sono milioni di anni che accade tutto
ciò...sono venuto in questa Creazione, in quest’
Universo, perché è bello e divertente; ci
sono tante cose da fare, da sperimentare, ma Loro
mi obbligano a fare ciò che non voglio, mi usano e
mi riciclano...e questo non va bene. Noi siamo il
Creatore, non possono farci questo. »

inviato il 01/09/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie 10 Righe dai Libri :) felice di essere qui

Grazie Valerio, benvenuto
: )

Per errore ho inserito un numero di pagina sbagliato, la citazione proviene dalla pagina n.23. 448 è il numero totale delel pagine del libro. scusate

Finzioni

immagine copertina
Jorge Luis Borges
Finzioni
Tradotto da A. Melis
Adelphi (collana Biblioteca Adelphi) 2003

M'inganneranno, forse, la vecchiaia e il timore, ma sospetto che la specie umana l'unica stia per estinguersi, e che la Biblioteca perdurerà: illuminata, solitaria, infinita, perfettamente immobile, armata di volumi preziosi, inutile, incorruttibile, segreta.

Nell'immagine: L’Abbazia di Admont è un monastero benedettino situato sul fiume Enns nella città di Admont, in Austria. Il monastero, il più antico rimasto in Styria, contiene la seconda più grande biblioteca monastica del mondo.

inviato il 01/09/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Eccoci pronti :)

Ben Tornati Cari Lettori... :D

Lettere contro la guerra

immagine copertina
Tiziano Terzani
Lettere contro la guerra
Longanesi 2002
10 righe da pagina 120:

Ho pietà di coloro che l'amore di sé
lega alla patria;
la patria è soltanto
un campo di tende in un deserto di sassi.
dice un vecchio canto himalayano citato da Fosco Maraini nel suo "Segreto Tibet".
se anche ci fossero state ,quelle tende non le avrei viste.
Per stare al sicuro l'aereo volava a dieci chilometri di altezza e la terra. ora ocra
ora violetta e grigia ,era come la pelle grinzosa d'un vecchio gigante ; i fiumi le sue
vene. Dinanzi ,come un mare in tempesta che improvvisamente fosse diventato di
ghiaccio ,avevamo la barriera innevata dell'Indu Kush,"l'assassino di indu'",a causa
delle centinaia di migliaia di indiani morti di freddo in quelle montagne mentre
venivano trasportati come schiavi verso l'Asia centrale dai loro conquistatori moghul.

inviato il 26/08/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Monica,mi piace sempre!!!

Sei stata coinvolta nella lettura di Terzani anche tu in questa fine agosto!!!
Ciao e buon proseguimento di lettura.

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

immagine copertina
Jonas Jonasson
Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve
Tradotto da Margherita Podestà Heir
Bompiani 2014
10 righe da pagina 7:

Di certo Allan Karlsson avrebbe potuto pensarci prima e, magari, comunicare agli interessati la sua decisione. In effetti non aveva mai riflettuto troppo sulle cose. Ecco perché quell'idea non ebbe neanche il tempo di fissarsi nella sua testa che già aveva aperto la finestra della stanza al pianterreno della casa di riposo di Malmkőping, nel Sőrmland, per poi sgusciare fuori e atterrare nell'aiuola sottostante.
La manovra richiedeva un certo fegato, dal momento che Allan compiva cent'anni proprio quel giorno.

inviato il 25/08/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Un libro divertente per ridere un po' :)

Incuriosisce parecchio :)

Bellissimo!!!

Il lungo sguardo

immagine copertina
Elizabeth Jane Howard
Il lungo sguardo
Tradotto da Manuela Francescon
Fazi editore 2014
10 righe da pagina 122:

Gli diede la mano. Ebbe allora la precisa intuizione di essere una parte di lui, forse non la parte che avrebbe scelto,ma del resto non era di scelte che si trattava.L'idea (le sembrò sorprendente perchè non le era mai venuta prima di allora) che forse nemmeno lui avrebbe scelto la parte che lei rappresentava,giunse a bilanciare quell'impari intimità.

inviato il 20/08/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Emma ,il libro da vero amico, ti aspettava sugli scogli...ciao

queste righe sono riduttive per una storia che porta a riflessioni profonde.
Lo consiglio per il piacere di leggere una storia d'amore di tutti i tempi, ma soprattutto perchè dà adito a molte riflessioni.

Io prima di te

immagine copertina
Jojo Moyes
Io prima di te
Tradotto da M. C. Dallavalle
Mondadori 2014
10 righe da pagina 64:

Non mi ero mai resa conto che la musica avesse il potere di liberare quello che tenevi imprigionato dentro di te, trasportandoti in luoghi che nemmeno il compositore aveva immaginato. Lasciava un'impronta nell'aria intorno a te, come se andandotene ti portassi via le sue tracce.

inviato il 17/08/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Natalina :)

Bentrovata Barbara. ciaociao!

Generazione Liga

immagine copertina
Emanuela Papini
Generazione Liga
Einaudi Super ET 2014
10 righe da pagina 61:

Ma ho imparato che la vita ti mette davanti solo le prove che sei in grado di superare.
Altrimenti, non ti avrebbe lasciata viva.
E ho anche imparato che l'esistenza pone dele domande alle quali la risposta è una sola: quella, l'unica che avrebbe voluto sentire chi hai profondamente amato.
Che se n'è andato nello spazio di un istante, senza lasciarti il tempo di salutare, di chiedere scusa per gli sbagli, di dire tutte le cose che avevi dentro
e non potrai farlo mai più.
E allora le scelte sono la risposta. E dopo anni, capisci che in realtà le cose che avevi dentro e che non hai avuto il tempo di dire alla fine le hai fatte.

inviato il 12/08/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Natalina in questa estate davvero pesante ho pensato di leggere qualcosa di apparentemente leggero ... Ciao

Monica ...segnalibrone!!!

Il cardellino

immagine copertina
Donna Tartt
Il cardellino
Tradotto da Mirko Zilahi dè Gyurgyokat
Rizzoli 2014
10 righe da pagina 553:

La gente scommetteva , giocava a golf , curava giardini ,comprava
e vendeva azioni ,pregava ,riarredava casa , andava in ansia per le notizie al
telegiornale , si preoccupava per i figli ,spettegolava sui vicini ,studiava
attentamente le recensioni dei ristoranti ,fondava associazioni di beneficenza ,
sosteneva candidati politici, andava a vedere gli US Open ,usciva a cena ,
viaggiava e cercava di distrarsi con ogni sorta di congegno o di accessorio ,
lasciandosi continuamente sommergere da un torrente di informazioni, messaggi
comunicazioni e forme di intrattenimento provenienti da ogni direzione, tutto solo
per tentare di dimenticare: dove eravamo, cosa eravamo. Ma sotto una
luce intensa ,non c'era modo di vedere le cose da una prospettiva confortante.
Tutto era marcio ,dall'inizio alla fine: passavi buona parte del tuo tempo in ufficio

inviato il 11/08/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Natalina :)

Ciao Emma ,ben tornata !

...sfornavi diligentemente i tuoi due figli e mezzo di media, sorridevi con garbo alla festa del tuo pensionamento e poi finivi a masticare le lenzuola e a strozzarti
con le pesche sciroppate in una casa di riposo. Sarebbe stato meglio non essere mai nati...

Ludus in fabula

immagine copertina
Sandro de Nobile
Ludus in fabula
Tradotto da Presentazione di Rolando D’Alonzo
Edizioni Tabula fati 2014
10 righe da pagina 25:

Ora va meglio. Stiamo insieme, […], insieme, sempre insieme, continuando a tenerci per mano.
Spesso siamo quasi felici, a volte forse lo siamo veramente, perlopiù siamo sereni.
Eppure, ogni tanto, raramente, ma accade, sotto il chiarore di un qualche lampione del parco, o sotto l’intermittenza delle luminarie di Natale, o sotto il sole deflagrante del mare d’estate, sotto una qualche luce, a volte, mi pare di vedere, in fondo ai suoi occhi, un riverbero strano, non un bagliore, come un’ombra, un’ombra che forse sta sempre lì, ma che solo di rado si concede allo sguardo altrui.
È un’ombra triste, fatta di noia e di stanchezza, un’ombra carica di sonno, volutamente abbandonata.
Quell’ombra sembra dire: “Dimenticatemi, lasciatemi stare, lasciatemi dormire, lasciatemi…ˮ come lo diceva quella sera, che il sonno voleva prendersela, che gli occhi volevano chiudersi, che io volli tenerla con me, e non lasciarla andare.
È allora che le stringo la mano più forte, e le racconto una storia.
Una storia che fa ridere.

inviato il 10/08/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

..ciao Monica :)

"Spesso siamo quasi felici, a volte forse lo siamo veramente, perlopiù siamo sereni ..." condivido con te queste belle righe ciao AtAfE.

dal racconto (che apre la raccolta):
TIPO SHARAZAD…

What is this thing called science? - 2nd edition - (10 righe tradotte da Riccardo Di Lorenzo)

immagine copertina
Alan Francis Chalmers
What is this thing called science? - 2nd edition - (10 righe tradotte da Riccardo Di Lorenzo)
Hackett Publishing Company, Inc. - Indianapolis - 1982
10 righe da pagina 14:

… la storia di Bertrand Russell sul tacchino induttivista. Questo tacchino osservò che, fin dal suo primo giorno nell’allevamento, veniva nutrito alle 9 del mattino. Comunque, essendo un buon induttivista, non trasse conclusioni. Aspettò fino a quando raccolse un grande numero di osservazioni sul fatto di essere nutrito alle 9 del mattino, e fece queste osservazioni in una larga varietà di circostanze, di mercoledì e giovedì, nei giorni caldi e nei giorni freddi, nei giorni di pioggia e nei giorni secchi. Ogni giorno aggiungeva al suo elenco un’altra asserzione sulle osservazioni. Finalmente la sua coscienza induttivista fu soddisfatta ed effettuò un’inferenza induttiva, concludendo: «Sono sempre nutrito alle 9 del mattino.». Ahimè, questa conclusione si dimostrò essere falsa in maniera lampante, quando alla vigilia di Natale, invece di essere nutrito, venne sgozzato.

inviato il 09/08/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Mr. Fra Z, cosa dici? Questo è "What is this thing called science?" e per l'esattezza la seconda edizione del 1982. E poi il fatto che la stessa storia è narrata pure nel testo "Introduzione alla metologia della ricerca" lo hai letto senz'altro nella mia pagina, poichè l'ho postato pure nella stessa data e pochi minuti prima del testo originale, indicando proprio le 10 righe dell'aneddoto. Alla tua domanda ti rispondo che le 10 righe dall'inglese sono state tradotte da me, come già avevo dichiarato. Se scorri bene la mia pagina troverai altri gruppi di 10 righe tradotti da me dalla lingua originale. Il testo "Introduzione alla metologia della ricerca" riporta la traduzione effettuata da Aldo Runfola della prima edizione inglese del 1976 del testo di Alan Francis Chalmers, pubblicato in italiano nel 1979 da Mondadori - Milano col titolo: "Che cos'è questa scienza?: la sua natura e i suoi metodi". Peccato che poi nella terza edizione inglese del 1999 purtroppo la stessa storiella è stata sintetizzata e leggendola non dà le stesse emozioni che dava nelle prime due edizioni. Se leggi con attenzione la mia pagina, potrai trovare anche il racconto in forma sintetica riportato in tale terza edizione inglese del 1999. Ciao. Riccardo

Ciao, ma la stessa storia di Russel è raccontata nei 2 libri "introduzione alla metodologia della ricerca" e "What's this thing called science"?
E questa traduzione riportata qua sopra è tua?

Arancia Meccanica

immagine copertina
Anthony Burgess
Arancia Meccanica
Einaudi
10 righe da pagina 60:

Andò a finire che mi svegliai piuttosto tardi (quasi le sette e mezzo, erano) e questa fu una vera cretinata, come risultò poi. Come vedete, tutto conta in questo porco mondo. Ci potete giurare che una cosa è sempre causa di un'altra. Ben ben ben. Il mio stereo non era più in funzione con la Gioia e il Vi Abbraccio O Voi Milioni, così qualcuno doveva aver girato la manopola, e non poteva essere stato che pi o emme, dato che li snicchiavo tutt'e due nel soggiorno, e dal tin tin dei piatti e dallo slurp slurp del tè che lappavano capii che si trattava dello stanco pasto dopo la giornata di sgroppo in fabbrica e al magazzino. I poveri vecchi. I pietosi bigi. Indossai la vestaglia, aprii la porta e dissi, a mò d'affezionato figlio unico:
Salve salve salve.

inviato il 07/08/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie mille!

Benvenuto Franco :)

Il recupero del silenzio

immagine copertina
Mauro Corso
Il recupero del silenzio
Alter Ego
10 righe da pagina 26:

Nella mia città ci sono campi e giardini. Parte della mia città è costruita intorno a essi. Non sono una decorazione, sono la parte principale. Queste aree verdi sono le cose in cui credo. Il problema è che non ho giardinieri al mio servizio. Me ne devo occupare da solo. Se alcune zone sono in pericolo o rischiano di seccarsi, la colpa è solo mia. Sono io a portare la pioggia quando è troppo caldo e il sole quando la neve potrebbe gelare i germogli. Sono ancora io a badare che i viali siano sempre ben frequentati e che non siano usati per realizzare oscuri traffici, magari nelle ore più buie della notte.

inviato il 05/08/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuto Mauro :)

Bellissima la copertina! (anche il titolo devo dire .....)

Il Druido di Shannara

immagine copertina
Terry Brooks
Il Druido di Shannara
Tradotto da Elena Dezani Trucco e Anna Tamagno Gea
A. MONDADORI 1991
10 righe da pagina 59:

Si fermò quasi subito. Il capitano di guardia che era proprio davanti a lui, riconoscendolo, si mise a urlare.
Morgan cercò di scappare ma i soldati gli piombarono addosso in un attimo. Si difese con tenacia ma non aveva alcuna possibilità. I suoi assalitori lo buttarono a terra, tempestandolo di pugni.
Tutto questo non era previsto, pensò prima che ogni cosa sprofondasse nel buio.

inviato il 04/08/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :)

Complimenti :))

Scherzando e ridendo sono arrivato a 1500 righe :)

© 10righedailibri 2012

partner tecnologico