Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Dalla mia Terra alla Terra

immagine copertina
Sebastiao Salgado con Isabelle Francq
Dalla mia Terra alla Terra
Tradotto da Isabella Venturini
Contrasto 2014
10 righe da pagina 149:

Fin dai tempi dell’analogico, […] gli azzurri e i rossi li trovavo talmente belli che diventavano più importanti delle emozioni contenute nella foto. Mentre col bianco e nero e tutta la gamma dei grigi posso concentrarmi sull’intensità delle persone, sui loro atteggiamenti, sui loro sguardi, senza che siano disturbati dal colore. Certo, nella realtà niente è in bianco e nero. Ma quando guardiamo un’immagine in bianco e nero, questa entra a far parte di noi, la assimiliamo e inconsciamente la coloriamo. Penso che il potere del bianco e nero sia davvero straordinario e per questo l’ho utilizzato senza alcuna esitazione per rendere omaggio alla natura: fotografarla così era per me il modo migliore di mostrare la sua personalità, far emergere la sua dignità. Bisogna sentire la natura, bisogna amarla e rispettarla per poterla fotografare, come per le persone e gli animali. E tutto questo per me è veicolato dal bianco e nero; mi piace, è una mia scelta, ma è anche il mio impedimento e a volte la mia difficoltà.

inviato il 01/07/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Sì, concordo con Francesca: si rimane senza parole davanti ad una persona del genere. Grazie per aver scelto le sue righe :)

come finalista della scorsa settimana, scelgo come 10 righe queste del libro di Salgado, il perché si deduce dal mio commento precedente

il film è bellissimo perché racconta un uomo di una sensibilità unica quanto rara, come fotografo, come uomo .... io penso che Salgado sia una delle più belle persone dei nostri tempi ...

E' lui ad essere eccezionale, Natalina. Probabilmente il più grande fotografo contemporaneo. Vediti il film che Wenders ha fatto su di lui, se ti capita: Il sale della terra. E grazie per il segnalibrone :)

Vera,veramente belle queste righe...segnalibrone,naty

Poesie e Prose

immagine copertina
Giacomo Leopardi
Poesie e Prose
Hoepli 1972
10 righe da pagina 268:

Ed imparar cred’io che le più volte
Altro non sia, se ben vi si guardasse,
Che un avvedersi di credenze stolte
Che per lungo portar l’alma contrasse,
E del fanciullo racquistar con molte
Cure il saper ch’a noi l’età sottrasse;
Il qual già più di noi non sa né vede,
Ma di veder né di saper non crede.
Ma noi, s’è fuor dell’uso, ogni pensiero
Assurdo giudichiam tosto in effetto,
Né pensiam ch’un assurdo il mondo e il vero
Esser potrebbe al fral nostro intelletto:
E mistero gridiam, perch’a mistero
Riesce ancor qualunque uman concetto,
Ma i misteri e gli assurdi entro il cervello
Vogliam foggiarci come a noi par bello.

inviato il 29/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie...

Sono le ottave 19 - 20 del canto IV dei Paralipomeni della Batracomiomachia

L'arte di ottenere ragione

immagine copertina
Arthur Schopenhauer
L'arte di ottenere ragione
Tradotto da Gian Carlo Giani
Newton Compton Editori 2013
10 righe da pagina 29:

Quando si nota che l'avversario è superiore e che si avrà torto, si diventi aggressivi, offensivi, villani, passando dal tema della discussione alla persona del contendente (srgumentum ad personam): è un appello delle forze dello spirito a quelle del corpo o all'animalità. L'unica controregola sicura è quella che già Aristotele dà nell'ultimo capitolo dei Topica: non disputare con il primo venuto, ma soltanto con coloro che disputano con ragioni e non in posizione di forza, e che apprezzano la verità anche dalla bocca dell'avversario.

inviato il 29/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :-)

Arthur Schopenhauer (Danzica, 22 febbraio 1788 – Francoforte sul Meno, 21 settembre 1860)

Le nuvole per terra

immagine copertina
Nadia Terranova
Le nuvole per terra
Einaudi Ragazzi 2015
10 righe da pagina 116:

Quattro bocche, quattro tradizioni familiari, quattro palati diversi. Fino a un attimo prima i genitori erano fuori da ogni orbita di memoria, presi com’erano, i Quattro in Fuga, dal diventare grandi.
Di più: se qualcuno avesse osato invocarli, i genitori sarebbero stati rinnegati d’urgenza.
D’improvviso invece l’abitudine viene rivendicata, è la loro identità, quella che li differenzia.
Lo capiscono, anche se non lo dicono: la tavola li dividerà.

inviato il 29/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :)

Sonia bentornata! :)

Se esprimi un desiderio

immagine copertina
Doranna Conti
Se esprimi un desiderio
Lettere animate

Si mise una mano sul cuore per suggellare quel giuramento e rise, e il suono di quella risata calda la colpì al cuore, facendole dimenticare tutte le sue preoccupazioni, le paure, il senso di smarrimento che di solito provava al pensiero di non ricordare mai più niente di se per tutta la vita.
"Se esprimi un desiderio"

inviato il 26/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie ❤️

Benvenuta Doranna : )

la scatola nera

immagine copertina
michael connelly
la scatola nera
Edizione Piemme
10 righe da pagina 10:

processo nei confronti di quattro agenti del LAPD , il distretto di polizia di Los Angeles,accusati di violenza ai danni di un nero al termine di un inseguimento stradale a folle velocità, si era concluso con un verdetto di non colpevolezza.

inviato il 26/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Prego ;) !!!

Grazie! :)

La vita segreta delle api

immagine copertina
SUE MON KIDD
La vita segreta delle api
Tradotto da Paola Frezza Pavese
Mondadori 2006
10 righe da pagina 137:

August mi aveva spiegato che da bambine,quando arrivava il loro mese speciale, la madre le esentava dalle faccende domestiche, permetteva loro di mangiare i cibi preferiti anche se nocivi per i denti, e la sera le autorizzava ad andare a letto un ora più tardi per fare ciò che stava loro più a cuore.
Mi raccontò che il suo cuore desiderava leggere libri, e quindi per tutto il mese, sistemata sul divano nel silenzio del soggiorno, era quello che faceva dopo che le sorelle erano andate a dormire.
Da come ne parlava, la lettura era stata il momento chiave della sua giovinezza.
Dopo aver sentito queste cose, avevo passato un bel po' di tempo a chiedermi di quale mese mi sarebbe piaciuto portare il nome.

inviato il 25/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Aggiunto... Grazie Naty! :)

Scusate...Traduttrice :Paola Frezza Pavese,anno 2006,grazie!!!

Sue Monk Kidd (Sylvester, 12 agosto 1948)

Ciao Natalina, anno di pubblicazione e traduttore ;-)

DANNATI

immagine copertina
GIOVANNA MULAS
DANNATI
IRIS 4 EDIZIONI 2009
10 righe da pagina 66:

Abracadabra il potere de pensiero magico.
Fa' ciò che vuoi, e sarà
la sola legge che c'è.

(Aleister Crowley)

inviato il 25/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Giovanna Mulas nasce a Nuoro il 6 maggio del 1969

Ringrazio Iris 4 Edizioni per il libro incentivo :-)

Epigrammi

immagine copertina
Marco Valerio Marziale
Epigrammi
Tradotto da Giuliana Boirivant
Fabbri 2001
10 righe da pagina 275:

Ti odio perché sei bello, Sabello. Mi disgusta un uomo bello e Sabello. Infine preferisco uno bello a Sabello. Che tu possa marcire, Sabello, in modo bello!

inviato il 24/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Marcello :-)

E' un gioco di parole tra il nome proprio Sabellus e l'aggettivo bellus (quasi sinonimo di pulcher, ma nel significato di grazioso, piacevole, amabile...). La battuta finale è intraducibile in italiano, perché in latino l'aprosdoketon finale (conclusione imprevista) è dato dal vocativo Sabelle e dall'avverbio belle.

Epigrammi

immagine copertina
Marco Valerio Marziale
Epigrammi
Tradotto da Giuliana Boirivant
Fabbri 2001
10 righe da pagina 117:

"Domani" tu dici sempre, Postumo, "domani vivrò veramente". Ma dimmi, Postumo, quando viene questo domani? Come è distante questo domani! Dov'è? Dove dobbiamo cercarlo? Sta nascosto presso i Parti o gli Armeni? Questo domani è già vecchio come Priamo o Nestore. A che prezzo, dimmi, si sarebbe potuto comprare questo domani? Vivrai domani? Vivere oggi, Postumo, è già tardi: è saggio, Postumo, chi è vissuto ieri.

inviato il 23/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

O.K., grazie a tutti.

Ciao Marcello sei nella classifica finale di giugno, 10righe scelte da Voi utenti.

Ciao Marcello scelgo le tue 10righe per la finale di giugno... :-)

... Hodie iam vivere, Postume, serum est:
ille sapit quisquis, Postume, vixit heri.

Atti osceni in luogo privato

immagine copertina
Marco Missiroli
Atti osceni in luogo privato
Feltrinelli Narratori 2015
10 righe da pagina 194:

Whitman fu l’incipit e il finale di quel lunedì:
Tra i rumori della folla ce ne stiamo noi due,/ felici di essere insieme, parlando poco,/ forse nemmeno una parola.
Aspettai che Anna terminasse di correggere l’elaborato, poi uscimmo instrada. L’inizio della nostra intimità fu nei passi. Camminammo lenti, uno accanto all’altra e certe volte una dietro l’altro, zitti. Dall’università al Duomo impiegammo quaranta minuti. Sostavamo davanti vetrine, io la aspettavo, mi aspettava lei. Deviammo in piazza Sant’Alessandro per una pausa sui gradini della chiesa. Ricordo la mia incredulità e i suoi silenzi. Ci infilammo al cinema con cento parole dette,
Eravamo insieme/ tutto il resto l’ho dimenticato.

inviato il 22/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

http://scrivi.10righedailibri.it/dalla-mia-terra-alla-terra, la mia scelta va sul libro di Salgado ed il perché l'ho già scritto nei commenti di queste dieci righe ...

Ciao Francesca, le tue 10righe sono nella finale di giugno... Ricordati di scegliere le 10roghe che più ti piacciono partendo da oggi 29giugno a domenica 5 luglio, riportando qui nei commenti il link. Grazie! :-)

Marco Missiroli (Rimini, 2 febbraio 1981)

Tutto ciò che sappiamo di noi due

Colleen Hoover
Tutto ciò che sappiamo di noi due
Fabbri Editori Life
10 righe da pagina 245:

Ho imparato qualcosa sul mio cuore.
Si può spezzare
Si può squarciare
Si può indurire e può diventare di ghiaccio.
Può fermarsi. Completamente.
Può rompersi in un milione di pezzi.
Può esplodere.
Può morire.
L'unica cosa che l'ha fatto ricominciare a battere?
Il momento in cui tu hai aperto gli occhi.

inviato il 22/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Silvia, nome del traduttore e anno di pubblicazione... Grazie :-)

Colleen Hoover 11 dicembre 1979 -Texas, Stati Uniti.

Dannati

immagine copertina
Giovanna Mulas
Dannati
Iris 4 Edizioni 2009
10 righe da pagina 60:

La montagna s'avvicinava maestosa, torreggiante, circondata a corona da nuvole come capillari, fitte, sottili e bianche. La vedevano da quel traghetto che, lento, spezzava in due le acque, attraversava il fiume. Era l'incertezza dei figli, la tristezza di anni vuoti, la maledizione urlata dalla bocca di un padre. La mattina, lo sapevano, sarebbe arrivata presto, molto presto, con quella luce avrebbe forse rotto l'insegnamento di un Dio. Erano pecore perdute, adesso, gregge spento. Ognuno consumato nei propri rimpianti - ricordi, parole - pietre, rammenti - frammenti alla ricerca di colore, eppure già smarrito. Armento guidato lungo un fiume sotto la luce della luna, solo quello erano, la stessa che moveva piano, salutava istriona, guidata oppure no.

inviato il 22/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Giovanna Mulas nasce a Nuoro il 6 maggio del 1969

Grazie :)

Abbiamo inviato le tue 10 righe di ringraziamento a Iris4 edizioni :)

Ringrazio Iris 4 Edizioni per il libro incentivo

#GirlBoss come ho creato un imper commerciale partendo dal nulla

immagine copertina
Sophia Amoroso
#GirlBoss come ho creato un imper commerciale partendo dal nulla
Tradotto da Marinella Magri
Casa Editrice Sonzogno 2015
10 righe da pagina 95:

Avevo sempre sognato di fare qualcosa di fantastico e invece eccomi lì, a collezionare una sfilza di sciagurate esperienze degne di una soap opera. Essere colta con le mani nel sacco fu la goccia che fece traboccare il vaso. (...)
Giocare secondo le regole.
O, almeno, secondo alcune.
Il solo modo per sostenere una rivoluzione è farne una tua. (Abbie Hoffman)

inviato il 22/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Sophia Amoruso (born April 20, 1984, in San Diego, California)

Abbiamo inviato all'editore Sonzogno le tue 10 righe di ringraziamento :)

Ringrazio la Casa Editrice Sonzogno per il libro incentivo :-)

Lolita

immagine copertina
Nabokov Vladimir
Lolita
Tradotto da G. Arborio Mella
Adelphi (collana Gli Adelphi) 1996

Io ti amavo. Ero un mostro pentapodo, ma ti amavo. Ero ignobile e turpido e tutto quello che vuoi, mais je t’aimais, je t’aimais! E c’erano momenti in cui sapevo come ti sentivi, e saperlo era l’inferno, piccola mia. bambina Lotita, coraggiosa Dolly Schiller.

inviato il 22/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Vladimir Vladimirovič Nabokov (Pietroburgo, 23 aprile 1899 – Montreux, 2 luglio 1977)

Nell'immagine, Lolita Photo Stanley Kubrick, Sue Lyon.

La Divina Commedia

immagine copertina
Dante Alighieri
La Divina Commedia
Giulio Einaudi Editore, 1954
10 righe da pagina 199:

Un'aura dolce, sanza mutamento
avere in sé, mi feria per la fronte
non di piú colpo che soave vento;
per cui le fronde, tremolando, pronte
tutte quante piegavano alla parte
u' la prim'ombra gitta il santo monte;
non però dal loro esser dritto sparte
tanto, che li augelletti per le cime
lasciasser d'operare ogni lor arte;
ma con piena letizia l'ore prime,
cantando, ricevieno intra le foglie,
che tenevan bordone alle sue rime,
tal qual di ramo in ramo si raccoglie
per la pineta in su 'l lito di Chiassi,
quand'Eolo Scirocco fuor discioglie.
Già m'avean trasportato i lenti passi
dentro alla selva antica tanto, ch'io
non potea rivedere ond'io mi 'ntrassi;
ed ecco piú andar mi tolse un rio,
che 'nver sinistra con sue picciole onde
piegava l'erba che 'n sua ripa uscío.
Tutte l'acque che son di qua piú monde,
parríeno avere in sé mistura alcuna,
verso di quella, che nulla nasconde,
avvegna che si mova bruna bruna
sotto l'ombra perpetua, che mai
raggiar non lascia sole ivi né luna.

inviato il 17/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Maturarighe 2015

Nell'immagine dipinto di Sandro Botticelli, Dante Alighieri, Olio su tela, 1495, Ginevra, collezione privata.

Ti con zero

immagine copertina
Italo Calvino
Ti con zero
Einaudi 1967
10 righe da pagina 67:

...E quando dico "innamorato da morire", - proseguì Qfwq, - intendo qualcosa di cui voi non avete un'idea, voi che pensate che innamorarsi voglia dire per forza innamorarsi di un'altra persona, o cosa, o cosa diavolo, insomma io son qui e ciò di cui sono innamorato è là, cioè una relazione connessa alla vita di relazione, invece io vi parlo di prima che mi mettessi in relazione con niente, c'era una cellula e quella cellula lì ero io ed è già tanto, una cosa così basta e avanza a riempirti la vita,appunto di questo senso di pienezza volevo parlare...

inviato il 17/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

l'ho fatto due tre volte, c'è qualche problema vedo di connessione

Emma, devi riportare le tue 10 righe anche qui http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2015 Grazie.

Partecipo a Maturarighe2015

Il sentiero dei nidi di ragno

immagine copertina
Italo Calvino
Il sentiero dei nidi di ragno
Einaudi 1964
10 righe da pagina 88:

Quando Pin si sveglia vede i ritagli di cielo tra i rami del bosco, chiari che quasi fa male a guardarli.
E' giorno, un giorno sereno e libero con canti d'uccelli.
L'omone è già in piedi accanto a lui e arrotola la mantellina che gli ha tolto di dosso.
- Andiamo, presto che è giorno, - dice.
Hanno camminato quasi tutta la notte.
Sono saliti per oliveti, poi per terreni gerbidi, poi per oscuri boschi di pini.
Hanno visto gufi, anche ; ma Pin ha avuto paura perchè l'omone col berrettino di lana l'ha sempre tenuto per mano.
- Tu caschi dal sonno, ragazzo mio, - gli diceva l'omone tirandoselo dietro, - non vorrai mica che ti porti in braccio ?

inviato il 17/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :-)

partecipo a "Maturarighe 2015"

Ciao Emma, hai dimenticato il link delle tue 10 righe.... :-)

in copertina un disegno di Paul Klee

Giuseppe Ungaretti

immagine copertina
Carlo Ossola
Giuseppe Ungaretti
Mursia
10 righe da pagina 353:

E quale astrazione più perfetta della rovina dipinta sulla rovina, del graffito salvato al crollo, del gesto bloccato sul muro non dalla morte, ma dall'artificio? Di tutti i gesti, le figure, le icone impietrate che abbiamo scorto negli itinerari di Ungaretti, quelli bloccati in una pennellata, come risorti dal tempo, conservano il senso di una sublimazione che non passa per la morte, che non ha bisogno del logorio del tempo per acquistare la patina di immortale fissità, perché è già "un risorgere per bontà d'opere".

inviato il 17/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Alessia S. per Te un libro incentivo scelto dalla redazione, nel gioco Maturarighe2015. Manda i tuoi dati all'indirizzo: libroincentivo@10righedailibri.it

Partecipo a Maturarighe 2015

Se una notte d'inverno un vaggiatore

immagine copertina
Italo Calvino
Se una notte d'inverno un vaggiatore
Oscar Mondadori 2011
10 righe da pagina 8:

Sei nella tua stanza, tranquillo, apri il libro alla prima pagina, no, all’ultima, per prima cosa vuoi vedere quant’è lungo. Non è troppo lungo, per fortuna. I romanzi lunghi scritti oggi forse sono un controsenso: la dimensione del tempo è andata in frantumi, non possiamo vivere o pensare se non spezzoni di tempo che s’allontanano ognuno lungo una sua traiettoria e subito spariscono. La continuità del tempo possiamo ritrovarla solo nei romanzi di quell’epoca in cui il tempo non appariva più come fermo e non ancora come esploso, un’epoca che è durata su per giù cent’anni, e poi basta.

inviato il 17/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!

Ciao Vera, Cristina Fanni ha scelto le tue 10 righe come vincitrici del gioco Maturarighe 2015. Manda i tuoi dati a libroincentivo@10righedailibri.it

Partecipo a Maturarighe 2015

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy