Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

L'esercito dei demoni

immagine copertina
Terry Brooks
L'esercito dei demoni
Tradotto da Riccardo Valla
Mondadori 2010
10 righe da pagina 124:

Si fermò davanti all'albero e fissò le sue foglie rosse, chiuse gli occhi al riflesso della luce sui rami d'argento, intimorito dalla sua presenza.
"Ha scelto me" si disse. "Avrebbe potuto scegliere qualcun altro, ma ha scelto me." Con sua grande sorpresa, quelle parole lo confortarono.
Si portò sotto la sua ombra e si inginocchiò. A testa bassa, gli occhi chiusi, immobile e in silenzio.
Aspettò.
"E se non volesse parlarmi?"
Sentì un ramo sottile sfiorargli la spalla.
"Mio amato..."

inviato il 23/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

...sempre fantastico Terry! ;)

Terry Brooks (Sterling, 8 gennaio 1944)

Mal(e) d'Africa

immagine copertina
Bernardino Maria Serenari
Mal(e) d'Africa
Aracne Editrice
10 righe da pagina 508:

la Somalia fece star male mia madre, ma anche lei, se avesse potuto andarci,
avrebbe capito quanto era magica ed affascinante… se io fossi stata un maschio non mi sarei sposata, ma sarei partita con i miei zii e sarei andata a lavorare con
loro…»
Gigliola, quando parlava con Pino dell’Africa e della Somalia, si riempiva di malinconia ed a volte diceva con lui che sentiva forte il legame con l’Africa e
che nelle sue vene, ma pure in quelle dei suoi figli, in fondo secondo lei scorreva un po’ di sangue africano.

inviato il 22/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Bernardino, scrivi 10 righe tratte anche di libri che leggi ;)

Un romanzo che racconta 100 anni di una famiglia piemontese, legati all'Africa.
Un libro da leggere, che arriva al cuore del lettore, che coinvolge, appassiona, emoziona.

Amore

immagine copertina
Leo Buscaglia
Amore
A. MONDADORI
10 righe da pagina 109:

Se un uomo ama solamente se stesso, viene tacciato di egoismo ed egocentrismo. Se estrinseca il suo amore, oltre di sé, su una piccola comunità come quella rappresentata dalla moglie e dai figli, la società none sita a ravvisare in costui una persona saggia, generosa, longanime. Ma se infine egli mostra di amare tutti gli uomini del mondo in modo estremamente lato, nobile e magnanimo, non di rado noi lo dileggiamo, bollandolo come ingenuo, sciocco, velleitario e illuso.

inviato il 22/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!

Benvenuto Giacomo : )

Grazie Natalina :)

Momenti di trascurabile felicità

immagine copertina
Francesco Piccolo
Momenti di trascurabile felicità
Einaudi
10 righe da pagina 47:

La memoria morbosa per i libri che ho letto: ricordo dove li ho letti, cosa facevo nel periodo in cui li leggevo, con chi ne parlavo.
Quando riprendo un libro dallo scaffale, a volte basta solo la copertina, oppure le parole che ricordo, e ritorno a un umore e a un tempo preciso,nitido, sempre, o quasi sempre.
Per esempio "Anna Karenina" ha reso indimenticabile uno spiazzo di cemento in un piccolo giardino a lato di una strada, perchè era una strana primavera e io me ne andavo lì tutti i pomeriggi, dopo pranzo, a vedere se Vronskij avrebbe avuto il coraggio di dire ad Anna che non dovevano vedersi più.

inviato il 20/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie sempre della tua attenzione Natalina ! è bello scambiarsi opinioni sui libri e condividere anche perchè dopo tanto tempo penso di conoscere le persone delle 10 righe e mi piace dar loro attenzione.

Fosco Maraini fece una recensione meravigliosa...io l'ho preso in biblioteca.

Natalina l'ho ordinato, penso sia un buon libro, grazie del suggerimento

http://scrivi.10righedailibri.it/momenti-di-trascurabile-felicità
Le 10 righe scelte sono queste ,tratte dal libro :Momenti di trascurabile felicità.
Scusate l'anticipo della mia scelta ,ma domani non sarò presente,per questo impegno,grazie e felice domenica cari amici dello Staff

grazie Naty, vedo di informarmi un pò su questo libro ma in questo momento sto seguendo l'iniziativa "Io leggo perchè" che vedrà coinvolta anche la mia città il 23 aprile con molte iniziative. Ma non mi lascio intanto sfuggire il suo suggerimento. Grazie ! ti saprò dire, poi ritornerò a bordo con più assiduità.

Anna Karenina

immagine copertina
Lev N. Tolstoj
Anna Karenina
Tradotto da Enrichetta Carafa D'Andria
Biblioteca Economica Newton 2008
10 righe da pagina 46:

Quell'espressione fanciullesca, insieme con la sottile grazia della figura, formavano un insieme di bellezza ch'egli poteva facilmente capire: ma quello che in lei lo colpiva sempre in modo inaspettato era lo sguardo dolce, tranquillo, sincero e specialmente poi il suo sorriso che lo trasportava sempre in un mondo incantato, dove si sentiva intenerito, raddolcito, come si sentiva nei giorni della sua prima infanzia.

inviato il 11/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie! :)

Ciao Irene, le tue righe sono nella finale di marzo, 10righe scelte da Voi utenti. :)

Il silenzio del mare

immagine copertina
VERCORS
Il silenzio del mare
Tradotto da Natalia Ginzburg
Einaudi 2006
10 righe da pagina 40:

Appresi quel giorno che una mano, per chi sappia osservarla, può riflettere le emozioni al modo stesso e meglio d'un volto, poiché sfugge di più al controllo della volontà.
E le dita di quella mano si distendevano e si richiudevano, si stringevano e s'fferravan fra loro, s'abbandonavano alla mimica più intensa, mentre il volto e tutto il corpo permanevano immobili e compassati.

inviato il 09/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

:)

grazie angeli dello Staff!

Corretto ;)

c'è una strana ripetizione ! chiedo venia

La lettera scarlatta

immagine copertina
Nataniel Hawthorne
La lettera scarlatta
Tradotto da Maria Gallone
Fratelli Fabbri Editori 1968
10 righe da pagina 185:

Nessuno si sacrificò come Hester quando una pestilenza si abbatté sulla città.
In ogni calamità infatti,sia pubblica sia privata,subito la paria trovava il suo posto.
Entrava non come un ospite, ma come una persona di famiglia con pieni diritti
nella casa che il dolore aveva visitato, quasi che la sua fosca penonmbra fosse
un mezzo grazie al quale ella aveva diritto di mantenere rapporti con i propri
simili, e ovunque luccicava la lettera scarlatta a portare conforto con la sua
interrena radiosità. In ogni altro luogo simbolo di peccato,diveniva il cero della
stanza degli infermi .
Aveva mostrato ad essi dove volgere i passi,mentre la luce di questa terra
andava offuscandosi e il fulgore della vita eterna non li aveva ancora raggiunti. in simili circostanze il carattere di Hester si rivelava in tutto il suo calore e la sua
generosità-una vera fonte di umana sollecitudine,sempre pronta a esaudire ogni
preghiera...

inviato il 09/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

"Momenti di trascurabile felicità ",grazie!!!

Cari amici dello Staff...chiedo venia (a voi ) di riportare il link,delle 10 righe
di Emma Aquilanti relative al libro :http://scrivi.10righedailibri.it/userpage/550

Ciao Natalina... Riportavqui nei commenti il link del libro che hai scelto x la finale si marzo grazie :)

Grazie a tutti ,voi che mi avete segnalibrato, ed agli amici dello Staff,naty

Ciao Natalina, le tue righe sono nella finale di marzo classifica settimanale. Ricorda di scegliere tra i partecipanti 10righe che più ti piacciono da lunedì 16 marzo a domenica 22, riportando qui nei commenti il link del libro scelto grazie. :)

Q come caos. Un'etica dell'incoscienza per le nuove generazioni

immagine copertina
Falko Blask
Q come caos. Un'etica dell'incoscienza per le nuove generazioni
Tradotto da Forte Franco e Recalcati Rita
Marco Tropea Editore srl 1997
10 righe da pagina 13:

Meglio esagitatii ma attivi che sprofondato in un mare di tristezza meditativa,
perché la vita è uno stupido scherzo,
dovremmo almeno poterci ridere sopra.

inviato il 09/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Emma :)

verissimo !

Falko Blask è nato nel 1966 - Germania.

La pazza di casa

immagine copertina
Rosa Mantero
La pazza di casa
Frassinelli 2003
10 righe da pagina 8:

Uno scrittore scrive sempre.
E questo è il bello di un romanziere: quel torrente di parole che costantemente gli ribolle nel cervello.
Ho redatto molti paragrafi, innumerevoli pagine, un numero incalcolabile di articoli mentre porto a spasso i miei cani , per esempio : dentro la mia testa continuo a spostare virgole, sostituire un verbo con un altro,affinare un aggettivo.
Talvolta redigo mentalmente la frase perfetta e purtroppo, se non l'annoto subito,poi mi sfugge dalla memoria.

inviato il 08/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ci sono anche quando non scrivo,grazie!

l'importante è che tu sia con noi Natalina !

Emma,ciao sono in ritardo...

L'ostile ospedale

immagine copertina
Lemony Snicket
L'ostile ospedale
Tradotto da Valentina Daniele
Salani 2005
10 righe da pagina 22:

Di tutte le espressioni ridicole che la gente usa (e la gente ne usa in gran quantità), una delle più ridicole è 'Nessuna nuova, buona nuova'. 'Nessuna nuova, buona nuova' significa semplicemente che se non avete notizie di qualcuno è probabile che tutto vada bene, e si capisce subito perché quest'espressione ha poco senso: il fatto che tutto vada bene è solo una delle molte, molte ragioni per cui una persona potrebbe non contattarvi. Forse è legata. Forse è circondata da donnole feroci, o forse è incastrata tra due frigoriferi e non riesce a liberarsi.

inviato il 05/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Giovanni :)

Lemony Snicket è uno pseudonimo usato dall'autore Daniel Handler nei suoi libri per bambini. Daniel Handler (San Francisco , 28 febbraio 1970).

Il club Mefistofele

immagine copertina
Tess Gerritsen
Il club Mefistofele
Tradotto da Adria Tissoni
Casa editrice TEA 2014
10 righe da pagina 180:

La mia mano è fredda per il contatto con il lago e lei trema quando le accarezzo la guancia. Perché ha paura o è affascinata? Non lo so. Quello che so è che nelle ultime settimane mi ha osservato così come io ho osservato lei, e che tra noi sta succedendo qualcosa. Dicono che l'inferno attiri l'inferno. Da qualche parte nel profondo del suo animo la tenebra ha udito la mia chiamata e si sta risvegliando.
Mi avvicino ancora di più. Lei ha un anno più di me, ma io sono più alto e il mio braccio le scivola facilmente attorno alla vita mentre mi chino su di lei. Mentre i nostri fianchi si toccano.
Il suo schiaffo mi fa vacillare all'indietro.

inviato il 04/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie ;)

:)

Scusate, mi era sfuggito! Traduttore Adria Tissoni.

Grazie abbiamo aggiunto l'anno di edizione, mentre il traduttore? :)

Tess Gerritsen , nata Terry Tom (San Diego , 12 giugno 1953 )

Insciallah

immagine copertina
Oriana Fallaci
Insciallah
Biblioteca universale Rizzoli BUR 2014
10 righe da pagina 10:

Poi gli correva incontro, festosa, lo ubriacava di risate e carezze e discorsi in inglese, di incomprensibili frasi da cui deducevi soltanto che era cristiana e abitava nella zona Est e intendeva portarselo a letto cioè rubarlo a sé stesso. Let-us-make-love, let-us-make-love. Come resisterle malgrado il desiderio che gli suscitava? Come spiegarle che lui non voleva avventure sentimentali, che anche un'avventura sentimentale è un amore, comunque un impegno amoroso, un temporaneo legame in contrasto con la tua libertà? Come chiarirle che a lui non serviva né un amore né un impegno amoroso perché della libertà aveva bisogno per capire chi era, che cosa cercava, e in che cosa consiste la Vita?

inviato il 03/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie:)

Claudia.2 benvenuta : )

Oriana Fallaci (Firenze , 29 giugno 1929 – Firenze , 15 settembre 2006)

Anno di edizione 2014

Metafore del tempo

immagine copertina
Menotti Galeotti
Metafore del tempo
FRATINI editore
10 righe da pagina 59:

Libri

Vi accarezzo vi bacio libri
allineati alla rinfusa nel mobile
della sala nell'ingresso sul comodino
nella sedia accanto alla piccola scrivania.
Vi apro con le dita delicatamente
sento il profumo della polvere su
dalle pagine ferme da gran tempo
gli occhi voraci corrono lungo le righe
ingiallite mai morte pronte a rivivere
nella luce calante della piccola lampada.
Ecco parole danzanti tremule parole
del vecchio libro di favole antiche
vengono avanti spiano il mio sguardo
si ritirano dimesse le une sull'altre
nelle pagine chiuse del nuovo tramonto.

inviato il 03/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Menotti Galeotti (Bari , 28 giugno 1937)

Ciao FratiniEditore, pubblica anche 10righe da libri con Editori diversi... Grazie :)

Il giardino delle ombre cinesi

immagine copertina
Viviana De Cecco
Il giardino delle ombre cinesi
Amazon Kindle 2015

“Quando qualcuno entra in punta di piedi nel tuo sogno, non permettere alla memoria d’inghiottirlo nel buio. Lascialo entrare e conservalo come un ricordo da custodire gelosamente per comprendere fino in fondo chi sei e da dove vieni. Perché sarà alla luce del giorno, quando ti guarderai allo specchio, che riconoscerai quelle figure che hanno popolato il tuo sonno. Le vedrai in te. Ne riconoscerai i tratti sul tuo stesso volto e saprai quali misteri si celano nella storia della tua famiglia.”

inviato il 03/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Si grazie... Però ricorda che nel regolamento la pagina è fondamentale... :)

Mi scuso con lo Staff per la pagina, ma e' una versione ebook, quindi la pagina non c'e'. Se fosse cartaceo sarebbe la prima, all'inizio del romanzo :-) Spero possa andare bene l'indicazione!!

Grazie Naty per i toui auguri, mi fanno tanto piacere!

Ciao Viviana, numero di pagina delle tue righe... Grazie :)

Auguri! .Vedrai che andrà benissimo...

L'amante di Lady Chatterley

immagine copertina
_David.H.Lawerence
L'amante di Lady Chatterley
Tradotto da Serena Cenni
Biblioteca di Repubblica 2001
10 righe da pagina 231:

Connie guardò la sua mano,piccola,corta ,abbronzata.Era la mano che l'aveva accarezzata. Prima,non l'aveva mai guardata.Sembrava così tranquilla,come lui,con
quella particolare serenità che fece desiderare di afferrarla,come se non potesse
raggiungerla.Improvvisamente tutta la sua anima si protese verso di lui,così silenzioso e irraggiungibile!
E lui sentì che il suo corpo riprendeva a vivere.Spingendo con la mano
sinistra,posò la destra sul polso candido e tornito di Connie,coprendolo carezzevolmente. E una fiamma di vigore gli attraversò le reni e il dorso rianimandolo. Connie ,ansimando ,si chinò di scatto e gli baciò la mano.
La nuca di Clifford, liscia e immobile, si ergeva proprio davanti a loro.
In cima alla collina si fermarono e Connie fu lieta di non dover piu' spingere .
Aveva accarezzato per qualche attimo il sogno di un amicizia...

inviato il 03/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

David Herbert Richards Lawrence (Eastwood , 11 settembre 1885 – Vence , 2 marzo 1930)

Ricambio,grazie!!!

Ciao Natalina, un abbraccio... :)

Il Mare Sulle Labbra - Affettuoso ricordo di Rino Gaetano in un singolo atto

immagine copertina
10 righe da pagina 65:

Sei anni, non uno di più, per crescere velocemente rimanendo se stesso; ma la musica no, le canzoni di Rino si dibattevano per diventare più raffinate, più credibili, più autorevoli senza rinunciare a quell'immediatezza così particolare, unica e struggente. E lui che cercava di tenerle per la coda, di non farsele scippare da etichette, musicisti, produttori, perfino dal pubblico. Sei anni per vivere e morire, per sparire una notte di giugno a un passo dal matrimonio, lasciando tutti a bocca aperta ad inghiottire lacrime. Ma così giovane, così fragile, così lui, s'era conquistato l'affetto dei rivali più affermati. “E' il giorno più brutto dalla morte di mia nonna” piange Antonello Venditti al funerale. Ed è una cosa bellissima da dirsi, una poesia tutta umana e popolare. Oggi Rino Gaetano sarebbe un artista vissuto, non possiamo sapere cosa sarebbe diventato ma sappiamo cosa sarebbe rimasto. Un vecchio ragazzo con gli occhi pieni di sale e il mare sulle labbra.

inviato il 03/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :)

La data di edizione è 28 febbraio 2015! :)

Ciao Fairy Rai... anno di edizione! ;)

L'abisso alla fine del mondo

immagine copertina
Alessio Del Debbio
L'abisso alla fine del mondo
Editrice GDS
10 righe da pagina 1:

Vent’anni fa il mondo di superficie finì. Noi, qua sotto, udimmo soltanto le esplosioni e sentimmo tremare la terra per giorni, come se Tawhaki stesse scagliando fulmini su tutto il creato. Poi, d’un tratto, il mondo sprofondò nel silenzio, persino le correnti oceaniche smisero di parlare, portando ai nostri orecchi soltanto strida di dolore e fame.
L’uomo era riuscito nell’impresa più ardua e insensata. Distruggere se stesso.
Sopravvissero in pochi e quei pochi vennero sterminati dalle malattie, dalla fame e dalle radiazioni che avevano contaminato il pianeta, rendendo quelle ricche terre una landa inospitale.
Non posso dire di esserne stupito! Tra tutte le creature viventi, l’uomo è sempre stato il più stupido, incapace di apprendere dai propri errori, per quanto la storia avrebbe dovuto insegnargli. Cos’altro aveva fatto, in quei pochi millenni in cui aveva abitato e rovinato il pianeta, se non guerreggiare contro i propri simili, incapaci di convivere nello stesso spazio vitale?

inviato il 03/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Alessio Del Debbio - Viareggio nel 1981.

Ciao JonSnow, lascia qui nei commenti l'anno di pubblicazione... Grazie ;)

Oltre le nuvole - storie di amici

immagine copertina
Alessio Del Debbio
Oltre le nuvole - storie di amici
Sovera Edizioni 2010
10 righe da pagina 164:

Le luci della camera di Francesca erano spente. Soltanto una candela baluginava fioca, diffondendo nell’aria il suo acre odore di limone. Una rosa rossa, colta da poco, sistemata con cura in un vaso di cristallo, si ergeva sul davanzale della finestra, portando un po’ di colore nella foschia della stanza. Il suo stelo rivolto verso l’esterno tentava di afferrare un abbraccio di infinito che il cielo sembrava offrirle, un richiamo a cui la rosa non poteva rispondere. Perché non voleva. Perché sapeva che nonostante la sua proiezione verso il futuro, le sue radici l’avrebbero riportata lì, dove è sempre stata. Dove il passato le ha dato la vita e il presente le ha aggiunto dolore. Così si sentiva Francesca. In bilico tra due mondi, in equilibrio su un filo di speranza che si faceva sempre più sottile. Fino a scomparire nella nebbia.

inviato il 02/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie

Anno di edizione 2010

JonSnow lascia qui nei commenti l'anno di edizione. Grazie... :)

Oltre le nuvole - storie di amici

immagine copertina
Alessio Del Debbio
Oltre le nuvole - storie di amici
Sovera Edizioni 2010
10 righe da pagina 124:

Non dobbiamo mai perdere la speranza! Ci sarà un giorno in cui le nuvole si diraderanno e lasceranno spazio a un mondo pieno di luce, in cui gli uomini vivranno in pace e il dolore sarà abolito, estirpato dal giardino rigoglioso della vita. Quel giorno, uomini di popoli diversi, di pelle diversa, di religione diversa, balleranno insieme sotto lo stesso sole, dandosi la mano in un eufonico girotondo di fratellanza, e la concordia siederà sull’altare dei popoli! Quel giorno non dovremo più aver paura di montare su un aereo, o di camminare per strada, perché saremo al sicuro, perché nessuno vorrà farci del male. Quel giorno non saremo più costretti a chiedere scusa ai nostri figli per non aver saputo lasciare loro un mondo all’altezza dei loro sogni, per non aver saputo essere gli eroi che hanno sognato per un’intera fanciullezza! Quel giorno non avremo paura della morte, perché essa più non sarà. Sarà vita, sarà niente, sarà tutto!

inviato il 02/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Anno di edizione 2010

JonSnow lascia qui nei commenti l'anno di edizione. Grazie :)

Oltre le nuvole - storie di amici

immagine copertina
Alessio Del Debbio
Oltre le nuvole - storie di amici
Sovera Edizioni 2010
10 righe da pagina 53:

Per tutti questi anni siamo stati amici, ma mai come adesso. Diversi come caratteri, uguali come ideali. Rifletté Frà, aggiungendo un’altra pagina di vita al suo diario. Le esperienze vissute insieme, le volte in cui siamo corsi uno in aiuto dell’altro sono solo momenti di un tempo che passa in fretta, momenti che scaldano i nostri cuori in un mondo che si raggela sempre di più.
Quando la nostra esistenza sarà giunta al termine, questo è ciò che ci resterà: nient’altro che frammenti di ricordi nella memoria di una vita intera. Una vita vissuta combattendo, una vita vissuta credendo. Abbiamo creduto che fosse possibile vivere un sogno. Abbiamo creduto in quello che abbiamo fatto. Abbiamo creduto uno nell’altro. E continueremo a farlo, per tutta la vita che ancora verrà. Per sempre.

inviato il 02/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie! :)

Benvenuto:)

© 10righedailibri 2012

partner tecnologico