Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Anna Bolena una questione di famiglia

immagine copertina
Hilary Mantel
Anna Bolena una questione di famiglia
Tradotto da Giuseppina Oneto
Fazi Editore 2014
10 righe da pagina 204:

Enrico, quando parla di Jane, batte le ciglia, gli vengono le lacrime agli occhi; "Crumb, quelle manine, che sembrano di una bambina. Lei non conosce la malizia e non parla mai.
Se lo fa devo chinare la testa per sentire cosa dice.
E quando tace, mi batte il cuore.
I suoi piccoli ricami, i suoi ritagli di seta, gli intarsi delle maniche ricavati da un pezzo di stoffa che le ha regalato un ammiratore, un povero ragazzo innamorato...e tuttavia lei non gli ha mai ceduto. Le piccole maniche, la collana di perle di fiume...non ha nulla, non si aspetta nulla..." Alla fine dagli occhi di Enrico scivola una lacrima, gli serpeggia lungo la gota e scompare nell'intrico grigio-rossiccio della barba.

inviato il 25/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie per la correzione, soffro nel vedere errori di battitura ! questo è un romanzo storico ma si legge molto piacevolmente perchè c'è anche un attento studio psicologico dei personaggi.

correggo : Enrico

Il quadro mai dipinto

immagine copertina
Massimo Bisotti
Il quadro mai dipinto
Mondadori 2014
10 righe da pagina 7:

Dovrà capitare prima o poi che due anime selvatiche che non vogliono sentirsi strette da nessuno,
né chiuse agli angoli del mondo e che si amano abbastanza da non scappare né inseguire, si fermino a comprendere che completarsi è questo. È chiudersi all'aperto sapendo che a nessuno dall'esterno sarà permesso entrare dentro. Si può rischiare di restare insieme tutta la vita così, senza che sia una minaccia ma solo un sublime stato di grazia e di strafottente e imbarazzante felicità.
Innamoratevi, non di chi vorreste raggiungere a ogni costo, ma di chi una volta raggiunto non vi farà più desiderare uscite di sicurezza. Amate la persona che vi farà venire voglia di svegliarvi sempre prima del previsto, per guardarla qualche attimo prima in più prima di uscire, e dormire sempre un attimo più tardi, per farvi chiudere gli occhi stanchi di sonno ma mai stanchi di lei...

inviato il 23/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

CHIEDO A VOI DELLO STAFF DI TENERE IL MIO ACCOUNT PER QUALCHE GIORNO PERCHÉ TUTTI VOI CHE SIETE STATI COMPAGNI DI LETTURE POSSIATE LEGGERE I MIEI SALUTI, POI DISATTIVATE IL MIO ACCOUNT. QUESTA E' LA MIA VOLONTÀ, VI PREGO NON MI SCRIVETE PER FARMI CAMBIARE IDEA, MA RICORDATE LA MIA AMICIZIA, IO RICORDERÒ LA VOSTRA... CIAO

VI LASCIO QUESTO PENSIERO PERCHÉ MI SEMBRA ADATTO A CONCLUDERE QUESTA BELLA AVVENTURA PERCORSA INSIEME A VOI, PERCHÉ HO AMATO LE PAROLE COME HO AMATO I GESTI CHE LE ACCOMPAGNAVANO.
GRAZIE PER LE EMOZIONI CHE ABBIAMO CONDIVISO INSIEME.
NON E' UN ADDIO ALLA LETTURA. QUELLA, MI FARA' COMPAGNIA FINO ALLA FINE DI QUESTA MERAVIGLIOSA VITA...
E' UN ADDIO A UN PERCORSO CHE NON SENTO PIÙ PERCHÉ HO BISOGNO DI CAMBIAMENTI, HO BISOGNO DI CORAGGIO PER CAMBIARE LE COSE E ACCETTARE QUELLE CHE NON SI POSSONO CAMBIARE.
HO RIMESSO LA FOTO CON IL GATTO PERCHÉ RAPPRESENTA UNA PARTE DELLA MIA VITA IN CUI SONO STATA FELICE, MA LO SARÒ ANCORA, MI RINCUORA IL FATTO CHE LA MIA ANIMA HA UNA NUOVA CONSAPEVOLEZZA, UNA NUOVA VIA.
VI LASCIO UN PENSIERO CHE GESÙ HA DETTO AI SUOI DISCEPOLI:
«Come il Padre ha amato me, così anch’io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Questo vi ho detto perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena. Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici.

QUALSIASI E' LA VOSTRA RELIGIONE, QUALSIASI SIA IL VOSTRO CREDO ANCHE SE SIETE ATEI, QUESTO PENSIERO VE LO DEDICO CON IL CUORE.
CIAO

Voi siete miei amici, se farete ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamati amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre l’ho fatto conoscere a voi.
Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: amatevi gli uni gli altri».

Il quadro mai dipinto

immagine copertina
Massimo Bisotti
Il quadro mai dipinto
Mondadori 2014
10 righe da pagina 123:

E sai alla fine qual è il riscatto più grande che ho pagato per riavermi?
Oggi so che tu potrai avere tutto il resto, qualsiasi cosa, ma non potrai più avere me. Ti girerai intorno, guarderai dentro a tante anime vuote e a tanti specchi di cuori in cui non ti riconoscerai. È un sollievo incredibile accorgersene, né per orgoglio, né per ripicca, né per rinnegare tutto ciò che avrei desiderato insieme a te. Solo perché oggi alla parola insieme do un altro significato e se per te l’altra parte di te non sono mai davvero stato io, oggi per me l’altra parte di me non sei più tu.

inviato il 23/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

QUANDO HO AVUTO TRA LE MANI QUESTO LIBRO HO SUBITO AVUTO LA SENSAZIONE CHE FOSSE STATO SCRITTO PER ME, NON LO SCRIVO PER DIMOSTRARE QUALCOSA, LO SCRIVO PER ME STESSA.
OGNI SINGOLA FRASE E' STATO IL PERCORSO CHE LA VITA MI STA SOTTOPONENDO CON LE SUE SFIDE.
QUESTO LIBRO E' LA CONSAPEVOLEZZA DI CIO' CHE ERO, CHI SONO E CHI DIVERRÒ.
SONO NEL MEZZO DI UNA TRANSIZIONE, NON POSSO TORNARE INDIETRO E DAVANTI A ME C'E' IL FUTURO CHE NON CONOSCO, NEL FRATTEMPO MI VIVO IL PRESENTE.
ORA SONO IO CHE CHIEDO A TE: LASCIAMI ANDARE, SENZA RANCORE, NON FACCIAMOCI PIÙ' DEL MALE.
NON TI ODIO (QUESTA PAROLA NON FA PARTE DEL MIO ESSERE), METTIMI DOVE I RICORDI SONO BELLI, BUTTA VIA TUTTO IL RESTO.
TROVA LA TUA STRADA, FA TUTTO PER TE STESSA, NON PER FAR PIACERE AD ALTRI. LA VITA E' UNA E NON SIAMO SU QUESTA TERRA PER SODDISFARE LE ASPETTATIVE ALTRUI.
SE TROVERAI LA TUA SERENITÀ VUOL DIRE CHE NON AVRÒ FALLITO, CHE LE PAROLE E I GESTI NON SONO ANDATI PERSI. SE LA TROVERAI O NO, NON LO SAPRÒ MAI PERCHÉ NON VOGLIO SAPERLO.
FA DELLA TUA VITA UN BENE PREZIOSO, PERCHÉ NESSUNO CE LA DARÀ INDIETRO...
LA LETTERA E' ARRIVATA, CIAO.

("Non si vive di attese. Non si attende chi non tornerà. Chi abbiamo smesso di attendere tornerà quando ci saremo stancati di aspettare. Perché le cose si sentono.
Quando una persona ti ha perso davvero lo avverte in un istante, è l'istante in cui ti accorgi che l'occasione migliore è ancora là fuori per te.")

Nidi di lettura

immagine copertina
Staff 10 Righe
Nidi di lettura
Domande 10 righe dai libri

Che libro leggereste in questo colorato nido di lettura?
: )

inviato il 22/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

sono d'accordo con il libro nel "nido" di Francesca : anch'io riprendo spesso in mano "Che tu sia per me il coltello" ! anzi, oggi vado a estrappolare qualche pensiero dal libro per 10 righe, così...per non dimenticare !

io rileggerei più volte David Grossman Che tu sia per me il coltello, libro mai riposto in libreria ma sempre accanto a me

io riprenderei ancora in mano STONER di John Williams

Rileggerei ...PINOCCHIO...

L'Ignota

immagine copertina
Gabriele d'Annunzio
L'Ignota
Gabriele d'Annunzio 1938
10 righe da pagina 1:

Oh creatura, creatura mia! Oh creatura ignota a me e a te stessa, forse! Grazie di esistere. Oh mia pantera minuta e densa, oh mia fanciulla misterica ed errabonda. Ti invoco e ti lancio queste parole straziate di delusione perché sei mancata all’appuntamento promesso. T’ho aspettata in riva al molo tutta la notte, senza più i miei levrieri, che del resto non ci sono più, senza nemmeno la scorta che mi protegge e mi logora, la Aélis e la Luisa cerbere, fedeli e assillanti. Solo e teso verso la tua pelle che m’ha sconvolto tutto, non appena l’ho scorta rilucere sfiorando l’acqua del lago. Perché hai tradito la mia fiducia? Cosa temi da un povero vecchio sfinito e finito? E’ Ariel che grida verso te, non più il principe di Montenevoso.

inviato il 17/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Barbara sei nella classifica settimanale di novembre... Complimenti!!! :D

Ciao, L'Ignota non ha casa Editrice almeno per il momento perchè è una lettera scritta da Gabriele d'Annunzio, datata 1 gennaio 1938, a pochi mesi dalla sua morte e trovata al Vittoriale tra le carte segrete di Luisa Baccara, dietro una doppia paretina nell'appartamento personale della pianista-segretaria del Comandante.

L'amore è un dio

immagine copertina
Eva Cantarella
L'amore è un dio
Universale Economica Feltrinelli
10 righe da pagina 99:

Ad Atene si raggiungeva la maggiore età a diciott'anni; poi, per due anni, si era impegnati nel servizio militare: prima dei venti, dunque, non era appropriato essere "amanti". Ma era meglio attendere ancora: prima di assumere un ruolo così importante per la formazione di un giovane, era opportuno che il neocittadino consolidasse, grazie alla sua esperienza nel mondo degli adulti, le qualità necessarie per svolgere degnamente il compito legato al suo ruolo sessuale. Rimane il problema dell'età massima, oltre al quale il ruolo di amante era sconveniente. Si legge, a volte, che l'uomo ateniese abitualmente aveva un "amato" solo fino al momento in cui prendeva moglie.

inviato il 17/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

ops, ho dimenticato di scriverlo, 2009

Roberta anno di pubblicazione? :)

Nemico, amico, amante...

immagine copertina
Alice Munro
Nemico, amico, amante...
Einaudi
10 righe da pagina 268:

Fiona abitava in casa dei suoi, nella città dove lei e Grant frequentavano l'università. Era una grande villa con finestre a bovindo che a Grant pareva al tempo stesso lussuosa e trasandata, con i tappeti storti sul pavimento e la vernice del tavolo mangiata dagli aloni delle tazze. La madre di Fiona era islandese: una donna possente con una spuma di capelli bianchi e indignate idee di estrema sinistra. Il padre era un insigne cardiologo, riverito nell'ambiente ospedaliero, ma lieto di mostrarsi sottomesso tra le pareti domestiche dove spesso gli capitava di ascoltare con un sorriso distratto lunghe invettive bizzarre.

inviato il 16/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

scusate, anno 2013

scusate, anno 2013

Ciao Roberta anno di pubblicazione? :)

Il Rompicoglioni - L'eredità perduta di Sergio Saviane

immagine copertina
Massimo Del Papa
Il Rompicoglioni - L'eredità perduta di Sergio Saviane
Smashwords Inc. 2014
10 righe da pagina 100:

La tomba di Sergio Saviane sta al cimiterino di Treville. C'è la famiglia, con gli avi, i genitori, qualche parente e poi, staccata, in disparte, la grossa lapide doppia, dove padre e figlia riposano insieme per l'eternità. Soffia un silenzio pesante, i fiori sono di carta, ondeggiano al vento che porta gemiti lontani, intrisi di sangue.

inviato il 15/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Di niente! :)

Grazie :)

E' stato pubblicato il 4 novembre 2014! :)

Ciao Claudia in che anno è stato pubblicato? Grazie!!! :)

PINOCCHIO

immagine copertina
Carlo Collodi
PINOCCHIO
SALANI Editore 1924
10 righe da pagina 47:

Smesso che fu di nevicare,Pinocchio,col suo bravo Abbecedario nuovo sotto il braccio, prese la strada che menava alla scuola: e strada facendo ,fantasticava nel suo cervellino mille ragionamenti e mille castelli in aria, uno più bello dell'altro.
E discorrendo da sè solo diceva :
- Oggi, alla scuola,voglio subito imparare a leggere : domani poi imparerò a scrivere e domani l'altro imparerò a fare i numeri.
Poi,colla mia abilità, guadagnerò molti quattrini e coi primi quattrini che mi verranno in tasca,voglio subito fare al mio babbo una bella casacca di panno. Ma che dico di panno ? Gliela voglio fare tutta d'argento e d'oro, e coi bottoni di brillanti. E quel pover'uomo se la merita davvero.

inviato il 11/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Di nulla Emma , la voce di Sermonti raggiunge l'anima!!!

correggo: grazie Natalina, hai avuto...
la tastiera è impazzita ! scusa

grazie Natalina, mano hai avuto un bel pensiero e sicuramente mi collego su Rai 3 e magari con Le Metamorfosi "in mano così riesco a seguire meglio. Qui da noi oggi è stata una discreta giornata, niente pioggia e dei bei raggi di sole, ma del diman non v'è certezza !

Ciao Emma ,in questi pomeriggi di pioggia, seguo radio tre, alle ore 17,Vittorio
Sermonti legge :"Le metamorfosi", di Ovidio, una lettura eccellente ,spero ti possa interessare,un saluto a te e tutti,naty

Carlo Collodi nasce a Firenze il 24 Novembre 1836

L’amore in Italia – Vol. II

immagine copertina
Paul Johann Ludwig Heyse
L’amore in Italia – Vol. II
Tradotto da Gustavo Strafforello
Augusto Federico Negro 1863
10 righe da pagina 45:

Franz li lasciò dire, ridendo fra sé, quando Carlo si fece un tratto a chiedergli:
- E voi dite che non avete mai amato?
- Non più di due ore di seguito, mio giovine amico, e ciò nel migliore vuol dire nel peggiore dei casi. Nessuno nella prim’ora dell’amore è irreparabilmente perduto, posciachè l’amor non è cieco, come lo dipingono pittori e poeti. Ma la più parte bendansi volontariamente gli occhi per non vedere la via sulla quale potrebbero salvarsi. E perché ciò?... Per liberarsi comodamente dal dovere di amare gli uomini, tutti s’innamorano di una sola creatura, e il rimanente dell’umanità vada pure al diavolo!... Chi fugge dall’amore nulla può far di meglio che assuefarsi ad amare una sola persona.

inviato il 11/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

che brividi, doppio segnalibro. :)

Ritratto dell'autore realizzato da Adolph von Menzel

FIRMINO E ALTRE POESIE

immagine copertina
Elio Pecora
FIRMINO E ALTRE POESIE
Orecchio acerbo 2014
10 righe da pagina 3:

BELLEZZA E VANTERIA

Una farfalla bianca
si posò su una rosa
e le disse : " Tu credi d'essere la più bella,
ma vedi così poco
su uno stelo legata
in un chiuso giardin.
Io folleggio dovunque,
sono io la più invidiata".
Tacque la rosa,
spirò un vento lieve,
da una finestra aperta
s'alzò un canto,
"Ognuno porta in cuore la bellezza
disse un grillo dall'erba -
ma la rinnega chi se ne fa un vanto"

inviato il 10/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie Emma : )

Elio Pecora è nato il 5 aprile 1936

la ragazza di pietra

immagine copertina
Brian Freeman
la ragazza di pietra
piemme

Ho smesso di fuggire dal mio passato. Niente più vergogna, niente più scuse. Sono tornata da Las Vegas per un solo motivo. Sono tornata perchè ti amo ancora. Se mi vuoi ancora, se davvero mi vuoi ancora devi venire a prendermi ed essere pronto a rivelarmi tutto.

inviato il 10/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Silvia, capita le prime volte : )) Grazie.

provvederò quanto prima,ho riportate le frasi che più mi hanno colpita e che avevo trascritto nella mia agenda...non sapevo che bisognava riportare queste informazione scusate.

Benvenuta Silvia : )

Ciao Silvia le tue 10 righe sono incomplete, manca il nome del traduttore, anno di edizione e numero pagina dove hai tratto le tue righe... Lasciale qui nei commenti. Grazie.

Io, Fidel

immagine copertina
Noa Bonetti
Io, Fidel
IRIS4 Edizioni
10 righe da pagina 21:

Accendere il fuoco della protesta non richiede grande sforzo, basta approfittare del malumore diffuso, riuscire a catturare, sfruttare, la scintilla della rabbia, posare la fiammella dell'indignazione su ambiente fertile, facilmente infiammabile, e il gioco è fatto. Più difficile è rendere il movimento pervasivo, duraturo, effettivo ........ Ci vuole studio, coraggio, forza, concentrazione. E' possibile ustionarsi e fallire. In cattive mani il rogo diventa strumento di offesa, simbolo di morte e intolleranza. Non si scherza col fuoco, è la prima regola che gli uomini imparano sulla vita.

inviato il 10/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

scusate l'ho saltato...2014 :)

Ciao Alessia, anno di edizione? :)

MEMORIE DI ADRIANO

immagine copertina
Marguerite Yourcenar
MEMORIE DI ADRIANO
Einaudi
10 righe da pagina 117:

Frase sui libri (Corriere della sera)

"Costruire ,significa collaborare, imprimere il segno dell'uomo su un paesaggio che ne
resterà modificato per sempre...Fondare biblioteche è come costruire ancora
granai pubblici ,ammassare riserve contro un inverno dello spirito che da molti indizi,
mio malgrado ,vedo venire"

inviato il 09/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Pagina 121

Scusate ...1981

Ciao Natalina, anno di edizione? :)

I capolavori

immagine copertina
Irène Némirovsky
I capolavori
Tradotto da Marco Rinaldi
Newton Compton 2013
10 righe da pagina 32:

La donna...Per Yves, non era altro che un grazioso e comodo oggetto: prima di tutto, dopo la guerra ce n'erano così tante, e così disponibili...e poi no, davvero no, in quegli sguardi carezzevoli e mentitori non riusciva proprio a trovare quel fremito dell'anima, quel bagliore di mistero che suo padre cercava, che a volte credeva confusamente di aver trovato. E pensava che per uno che ha affondato lo sguardo negli occhi di un moribondo, uno che è stato ferito, che ha sbarrato disperatamente gli occhi per tentare di vedere un po' di cielo prima di morire, la donna non abbia segreti né misteri, né altro fascino che quello di essere disponibile, graziosa e fresca. L'amore... doveva essere una sensazione di pace, di calma, di infinita serenità... L'amore, quello doveva essere un riposo...se mai esisteva...

inviato il 08/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Staff e buone letture a voi e a tutti :)

Ciao Gwen, le tue 10 righe sono state scelte dalla redazione sei nella finale di novembre... Buone LETTURE :)

La citazione è tratta dal romanzo breve "Il malinteso"

Il cacciatore del buio

immagine copertina
Donato Carrisi
Il cacciatore del buio
Longanesi

La vita è solo una lunga serie di prime volte. Le prime volte, belle o brutte che siano, creano un ricordo indelebile e una strana magia.Contengono una lezione preziosa da spendere per il futuro. Sempre

inviato il 08/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Anno di edizione e numero pagina dove hai tratto le tue righe...

Benvenuta Silvia... :)

NEL TEMPO DI MEZZO

immagine copertina
MARCELLO FOIS
NEL TEMPO DI MEZZO
Einaudi (collana Supercoralli) 2012
10 righe da pagina 252:

Oh non sono mai stato speciale, ho amato le cose che amano tutti: il silenzio mattutino, le lenzuola fresche di bucato... Ho amato di innamorarmi. Ho amato di essere amato. Ho amato di trattenere il pianto e anche di piangere. Mai stato speciale, no.Ho amato il pane fresco e la perfezione di certe forme. Ho amato d'amare.E odiare, qualche volta, certo: non sono speciale. Neanche adesso che è notte fonda.

inviato il 05/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ho scelto queste 10 righe grazie :) http://scrivi.10righedailibri.it/angel-0

Grazie :) si mi ricorderò grazie mille

Ciao Dafne D. sei nella finale settimanale di novembre, COMPLIMENTI!!!
Ricordati di scegliere le tue 10righe da oggi a domenica 16 novembre...

Io che amo solo te + La cena di Natale

immagine copertina
Luca Bianchini
Io che amo solo te + La cena di Natale
A. MONDADORI 2014
10 righe da pagina 13:

Il primo ad arrivare fu l'ospite meno atteso.
Il maestrale si presentò con un giorno di anticipo, senza preavviso e senza regalo. Ninella lo aveva sentito dal letto ed era rimasta immobile, attonita. Un po' come quando ti svegli e senti che ti è venuta la febbre. Allora ti giri dall'altra parte, ti metti in posizione fetale, e speri che i brividi ti lascino in pace. Ma lei conosceva troppo bene il rumore delle sue persiane nei giorni in cui arrivava quel vento. Fastidioso, insistente, una campana che non smette mai di suonare. Si stava avvicinando il grande appuntamento, con il suo carico di sogni e parenti.

inviato il 03/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Dafne D. e grazie staff :)

Ciao Giovanni sei nella classifica di novembre, 10 righe scelte da Voi utenti... Buone letture!!!

scelgo le righe di Giovanni Pisciottano Staff 10 righe grazie :)

L'amicizia

immagine copertina
Cicerone
L'amicizia
Newton Compton editori 2013
10 righe da pagina 47:

Molto spesso a me sembra, quando penso all'amicizia, che si debba considerare sopratutto una questione: se l'amicizia sia desiderata per la nostra debolezza e povertà, in modo che, nel dare e nel ricevere favori, ciascuno riceva dall'altro e a sua volta renda, ciò che da solo non potrebbe; oppure se, pur essendo questa la peculiarità dell'amicizia, la causa sia un'altra più importante, più bella e proveniente dalla stessa natura. L'amore, da cui prende nome l'amicizia, è il primo impulso a farci unire per affetto.

inviato il 30/10/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao scusate il ritardo grazie , ho avuto problemi con la linea internet...
Il traduttore è Emma Maria Gigliozzi

...manca il traduttore...

Complimenti Eleonora, hai vinto un libro incentivo per essere stata la più votata dagli utenti.
Ricordati di comunicarci l’indirizzo dove verrà spedito il libro che hai vinto a libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie Marcello...
Eleonora, con le tue 10righe sei nella finale di ottobre 10 righe scelte da Voi utenti. Buone letture ;)

Ciao Eleonora: ho scelto questo tuo brano come il migliore del periodo 27-31 ottobre. Cordialmente, Marcello

Se una notte d'inverno un viaggiatore

immagine copertina
Italo Calvino
Se una notte d'inverno un viaggiatore
Oscar Mondadori 1994
10 righe da pagina 178:

Cominciare. Sei tu che l'hai detto, Lettrice. Ma come stabilire il momento esatto in ci comincia una storia? Tutto è sempre cominciato già da prima, la prima riga della prima pagina d'ogni romanzo rimanda a qualcosa che è già successo fuori dal libro. Oppure la vera storia è quella che comincia dieci o cento pagine più avanti e tutto ciò che precede è solo un prologo.Cominciare. Sei tu che l'hai detto, Lettrice. Ma come stabilire il momento esatto in cui comincia una storia?Cominciare. Sei tu che l'hai detto, Lettrice. Ma come stabilire il momento esatto in cui comincia una storia? Tutto è sempre cominciato già da prima, la prima riga della prima pagina d'ogni romanzo rimanda a qualcosa che è già successo fuori dal libro. Oppure la vera storia è quella che comincia dieci o cento pagine più avanti e tutto ciò che precede è solo un prologo.Cominciare. Sei tu che l'hai detto, Lettrice. Ma come stabilire il momento esatto in cui comincia una storia? Tutto è sempre cominciato già da prima, la prima riga della prima pagina d'ogni romanzo rimanda a qualcosa che è già successo fuori da

inviato il 29/10/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie! Sono proprio contenta di aver vinto proprio con questo libro di Calvino!

Ciao Francesca le tue 10 righe hanno vinto il premio della redazione per il mese di ottobre 2014! complimenti e buone letture.
Ricordati di scriverci l’indirizzo ove inviare il tuo premio, questa è la nostra email libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie!!!

Ciao Francesca le tue dieci righe sono state scelte dalla redazione, sei nella finale di ottobre. Complimenti! :)

© 10righedailibri 2012

partner tecnologico