Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Vita e morte di un ingegnere

immagine copertina
Edoardo Albinati
Vita e morte di un ingegnere
Rizzoli Vintage 2016
10 righe da pagina 52:

Si potrebbe dedurre che in casa mia parlare della morte fosse tabù, ma allora anche la vita doveva essere tabù. Durante la malattia di mio padre, ho scoperto che lui e mia madre ci nascondevano molte cose, censuravano le cattive notizie, secondo il principio che il dolore è meglio nasconderlo che rivelarlo, meglio concentrarlo in poche persone o addirittura in una sola piuttosto che condividerlo, e siccome è impossibile raccontare i fatti della vita escludendo il dolore che vi è implicato, il dolore che intrecciato e inseparabile persino dalle esperienze più innocenti, ecco che per loro era meglio non raccontare nulla. Dice il poeta che la vita è filata in un tessuto misto, e uno di quei fili è il dolore (aggiungo io), dunque non si può tirare via quel singolo filo senza lacerare la stoffa. Di conseguenza, niente dolore, niente stoffa, niente racconto, niente ricordi, niente bellezza, niente di niente.

inviato il 20/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Emma, io comprato questo libro dopo aver letto La scuola cattolica, perché vorrei leggere altro dell'autore (il prossimo sarà se lo trovo, Tuttalpiù muoio, scritto insieme a Filippo Timi). Questo libro è pieno di dolore, che si rinnova tutto se hai passato e provato ciò che è accaduto all'autore, ma immagino che in molti siamo stati o siamo tutt'ora coinvolti in situazioni analoghe

bene, questo libro me lo voglio leggere così approfonfisco l'autore. grazie

Edoardo Albinati è nato a Roma 11 ottobre 1956.

Le streghe di Lenzavacche

immagine copertina
Simona Lo Iacono
Le streghe di Lenzavacche
edizioni e/o 2016
10 righe da pagina 99:

La realtà e gli uomini sono come libri, e io sono abituata a sfogliare pagine, a prevedere finali, a seguire tracce.
Chi legge diventa indovino. affina le emozioni, tende i sensi.
A volte mi hanno detto maliarda, altre volte sgarrusa e strega, ma io so che la mia capacità divinatoria non è magia.
Solo abitudine alla lettura.

inviato il 20/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Emma, sei nella finale di settembre, 10 righe scelte dalla redazione. :-)

Simona Lo Iacono è nata a Siracusa nel 1970.

Grazie :-)

libro in concorso per il Premio Strega 2016

Lo stradivari perduto

immagine copertina
John Meade Falkner
Lo stradivari perduto
Tradotto da Valentina Poggi
Neri Pozza 2016
10 righe da pagina 27:

La nostra limitata esperienza ci indurrebbe a pensare che si trattasse di un fantasma evocato dalla condizione inconsueta in cui si trovava il suo cervello; ma non possiamo a fare a meno di confessare che in natura esistono realmente fenomeni davanti ai quali la ragione umana non sa cosa dire; e può darsi che, per qualche suo fine ignoto, la Provvidenza possa tavolta permettere, a coloro che sono passati da questa vita a un'altra, di riprendere per qualche tempo l'aspetto del tabernacolo in cui vissero sulla terra.

inviato il 19/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Voglio leggerlo anche io!! Lo cerco in ebook :)

Rebecca, l'abbiamo trovato! Grazie :)

Ciao a tutti. Sul romanzo che ho non hanno scritto il nome del traduttore. Come devo fare?

Ciao Rebecca, traduzione di?

John Meade Falkner nato l'8 maggio 1858 a Manningford, Regno Unito.

La scuola cattolica

immagine copertina
Edoardo Albinati
La scuola cattolica
Rizzoli 2016
10 righe da pagina 415:

La morale domestica è l'essenza stessa della famiglia, non vi è altro modo per descrivere la vita famigliare che attraverso le regole che la scandiscono.
Stereotipi, rituali, formule,locuzioni, interiezioni,minuziose liste di cose che si fanno e non si devono fare,do's e don'ts, minacce, prediche, sanzioni, Persino il luogo dove si ripongono gli oggetti, le pinze, il passaporto, la ginoscchiera, il borotalco.
"Il principio mistico su cui si fonde una famiglia non è che un particolare costume,al solito posto..." "Nel terzo cassetto in basso...", "...Certo, se non l'ha preso qualcuno e l'ha lasciato in giro...!".
Il principio mistico su cui si fonde una famiglia non è che un particolare costume, si venerano delle usanze tutto sommato trascurabili come se fossero millenarie, e lo scarto fondamentale sta appunto nel fatto che non lo sono.
Si reggono in bilico sul nulla,si formano e si disfano, ma nel breve istante in cui sono vigenti paiono estremamente rigorose, inappellabili, per chi le detta e le rispetta.
Il prin

inviato il 19/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

io l'ho trovato interessante, bisogna leggerlo un pò per volta senza spaventarsi della mole ! spaccati di vita sui quali meditare, una buona scrittura

Ce l'ho in ebook, attrae molto anche me... com'è?

Edoardo Albinati nato l'11 ottobre 1956 a Roma, vincitore Premio Strega 2016

Sfida al potere

immagine copertina
Brad Meltzer
Sfida al potere
Tradotto da Paola Bertante
Garzanti 2016
10 righe da pagina 85:

Francy non risponde. È di nuovo concentrata sull’auricolare. «Ma signore...» protesta. “Signore, posso farcela da sola.”
Affloscia le spalle. Sconfitta.
Davanti allo schermo della TV, A.J. si preme l’indice sull’orecchio. Sta arrivando un messaggio nel suo auricolare da agente dei servizi segreti.
Sento un lieve clic alle mie spalle. Mi giro a guardare.
La porta si spalanca e compaiono gli occhi grigi più famosi del mondo. Per quanto lo detesti, vederlo è sempre un’esperienza unica.
“Strano, stavo giusto parlando di te, Beecher”, dice il presidente degli Stati Uniti d’America, venendomi incontro mentre la porta si chiude alle sue spalle. “Ti voglio offrire un’opportunità.”

inviato il 19/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Giovanni, sei nella finale settimanale del mese di settembre. Ricordati di scegliere le 10 righe che più ti piacciono, partendo da oggi 26 settembre a venerdi 30. Riportando qui nei commenti l link. Grazie.

Grazie :-)

Brad Meltzer (New York City, 1º aprile 1970)

L’anello di Re Salomone

immagine copertina
Konrad Lorenz
L’anello di Re Salomone
Tradotto da Laura Schwarz
Adelphi 1983
10 righe da pagina 45:

Il vento di primavera canta nella cappa del camino, e di fronte alla finestra del mio studio i vecchi abeti agitano le braccia eccitati e stormiscono. D’un tratto nel pezzetto di cielo visibile dalla mia finestra piombano giù dall’alto una dozzina di proiettili neri dalla forma aerodinamica. Grevi come pietre cadono giù fin quasi sulla cima degli alberi, poi d’improvviso dispiegano delle grosse ali nere e si trasformano in uccelli, in leggeri pennacchi che il vento impetuoso trascina via, sottraendoli al mio campo visivo.
Io mi accosto alla finestra per osservare il singolare giuoco delle taccole con il vento.

inviato il 19/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :-)

Konrad Lorenz (Vienna 1903 – Altenberg 1989), studioso austriaco: zoologo, etologo e autore di opere di divulgazione scientifica.

La Natura Esposta

immagine copertina
Erri De Luca
La Natura Esposta
Feltrinelli (collana I narratori) 2016
10 righe da pagina 43:

Raccolgo una conchiglia, a forma di orecchio. L’accosto al mio, dicono che si sentono le onde. Non è il suono che mi sembra. L’effetto è l’eco di una cisterna, ripete il fruscio che sta dentro il mio orecchio, lo scivolo dei suoni in un labirinto.
Con l’altro orecchio sento amplificato il risciacquo dell’onda sulla ghiaia. È il suono più antico del mondo, è qui dalle età della terra. C’era quando nessuno poteva sentirlo. Ci ha messo i milioni di anni prima di infilarsi in un udito. Sono pensieri che salgono dai piedi scalzi sulla ghiaia di confine tra la terra e il mare.

inviato il 17/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Andrea, sei nella finale di settembre, 10 righe scelte da voi Utenti.

Enrico De Luca nato a Napoli il 20 maggio 1950.

Scelgo queste righe.

Pensare il Sud - Riflessioni sulla cultura e la società meridionali

immagine copertina
10 righe da pagina 69:

Avvenne con lentezza. “Che scirocco”, dicevano gli abitanti, “che scirocco”. Fu così che la Calabria si inabissò. Quasi non se ne accorsero, del transito, non fosse per quella bella stanchezza che sempre lascia, lo scirocco, quando passa da qui. Sicché, nell’arco di un tempo breve, eppure non misurabile ai nostri strumenti, la Calabria tornò da dove era venuta, il grembo di suo padre, il mare.
Prima scesero le spiagge, le solide caviglie delle donne, i costoni di roccia e, via via, i paesi tutti fino a quando le cime d’Aspromonte e Sila mutarono silenzio, da quello aereo a quello acquatico, quasi senza che gli animali boschivi avvertissero i loro apparati diventare branchie. Fluttuavano nell’indistinto mare adorni e aguglie, senza differire, senza confondersi. Avvenne, per gli abitanti, qualcosa di impercettibile. Un mutamento di stato lento. Continuarono affaccendamenti, occupazioni, attività, come nulla fosse e nulla era, infatti, alla loro percezione mutato. Quando si muta non v’è coscienza. Oh, ma questo lo si sa, e non è il caso di soffermarvisi. Una diluzione nel sale, fu.

inviato il 15/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Andrea, sei nella finale di settembre, 10 righe scelte dalla redazione.

Grazie!!!! Un abbraccio a tutti!!! :)

Ciao Andrea, ben tornato!

Grazie Andrea! :) Bentornato

Ciao a tutti! Era da un pezzo che non tornavo sulle pagine di 10 righe.... e ritrovarvi tutti con la stessa passione di sempre è davvero meraviglioso... Buona lettura a tutti!!!!

La prima verità

immagine copertina
Simona Vinci
La prima verità
Einaudi 2016
10 righe da pagina 72:

La nostra vita incrocia per vie misteriose quella di altri esseri umani, e a volte si ha la sensazione di poter in qualche modo emendare e riscattare l'esistenza di qualcuno.
A distanza di giorni, oppure di anni un nodo si scioglie, una particella sospesa da troppo tempo si adagia, una pianta silente torna a fiorire.
E' così e non c'è spiegazione logica che tenga.

inviato il 14/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Simona Vinci, nata a Milano il 6 marzo 1970.

Ciao Emma , grazie :-)

Premio Campiello 2016

Medea

immagine copertina
Christa Wolf
Medea
E / O tascabili
10 righe da pagina 18:

Devo promettermi che non parlerò mai ad anima viva della mia scoperta, preferirei sopra ogni cosa come facevamo da bambine, Calciope ed io, lo sai, madre, il nostro segreto lo avvolgevamo ben stretto in una foglia e lo mangiavano guardandoci fisse negli occhi, la nostra infanzia, no, l'intera Colchide era piena di oscuri segreti, e quando io arrivai qui a Corinto, profuga nella scintillante città del re Creonte, pensai con invidia: costoro non hanno segreti. E loro stessi ne sono convinti, è questo che li rende così persuasivi, ti trasmettono quest'idea con ogni sguardo, con ciascuno dei loro movimenti misurati: ecco, esiste un luogo al mondo dove l'essere umano può essere felice, è solo in seguito mi resi conto che se la prendono molto se metti in dubbio la loro felicità.

inviato il 14/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Christa Wolf, nata a Landsberg An Der Warthe il 18 marzo 1929.

Ciao Yuri, anno di edizione e traduttore... Grazie.

PRESAGIO

immagine copertina
ANDREA MOLESINI
PRESAGIO
Sellerio Editore Palermo 2014
10 righe da pagina 31:

L'uomo rallenta il passo. Si ferma. Alza la punta della freccia verso le stelle. La luna è così grande che il suo silenzio fa rumore. Ecco, lo sente, non è un sogno è il corno dei pastori fuso al muggire delle vacche brune. Un fruscio. Ale sue spalle. Gli occhi accesi della civetta. E il buio. E il silenzio. Lo stesso silenzio dell'aquila che dall'alto sceglie l'agnello. Silenzio dentro le ossa, negli occhi, nel sangue che pulsa. E il ruggito, sconfinato, fermo come il tuono. È rivestito di polvere d'oro. È il leone. È il tuono. Punta la freccia verso la sagoma scura. Una scintilla di luna accende l'ossidiana. L'arco è teso come i suoi nervi, come i suoi occhi che trattengono tutto il freddo della notte e tutti i racconti che fanno vaga l'attesa dell'alba.

inviato il 12/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!

Ciao Barbara, sei nella finale settimanale del mese di settembre. Ricordati di scegliere le 10 righe che più ti piacciono, partendo da oggi 19 settembre a domenica 25. Riportando qui nei commenti l link. Grazie.

Andrea Molesini, nato a Venezia il 28 dicembre 1954.

Io prima di te

immagine copertina
Jojo Moyes
Io prima di te
A. MONDADORI
10 righe da pagina 389:

Non adagiarti. Indossa quelle calze a righe con orgoglio. e se proprio insisti a volerti sistemare con qualche tizio strampalato, assicurati di mettere in serbo un po' di questa vitalità. Sapere che hai ancora delle possibilità è un lusso. Sapere che potrei avertele date io è stato motivo di sollievo per me. Così stanno le cose. sei scolpita nel mio cuore, Clark, fin dal primo giorno in cui sei arrivata con i tuoi abiti ridicoli, le tue terribili battute e la tua totale incapacità di nascondere ogni minima sensazione. Tu hai cambiato la mia vita molto più di quanto questo denaro potrà mai cambiare la tua. Non pensare a me troppo spesso. Non voglio pensarti in un mare di lacrime. Vivi bene.
Semplicemente, vivi.

inviato il 12/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Jojo Moyes, nata a Londra il 4 agosto del 1969.

Trascrivi qui nei commenti traduttore e anno di edizione. Grazie!

Benvenuta :-)

La spia inglese

immagine copertina
Daniel Silva
La spia inglese
Tradotto da Giovanni Zucca
HarperCollins 2016
10 righe da pagina 86:

Gabriel restò in silenzio per qualche istante. “I miei giorni come operativo sono finiti” disse dopo un po'. “Adesso sono uno che sta in ufficio, Graham, proprio come te. E poi l'Irlanda del Nord non è mai stato il mio terreno di gioco.”
“Quindi presumo che dovremo trovarti un collaboratore. Qualcuno che si muove bene su quel terreno. Qualcuno che può passare per uno del posto, se ce n'è bisogno. Qualcuno che conosce davvero Eamon Quinn.” Seymour fece una pausa a effetto. “Per caso ti viene in mente qualcuno che corrisponda a questa descrizione?”
“No” replicò secco Gabriel.
“A me sì. C'è solo un piccolo problema.”
“Vale a dire?”
Seymour sorrise. “È morto.”

inviato il 12/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie staff, ho cercato su internet ma la data precisa non si trova.

Daniel Silva, nato a Michigan, Stati Uniti d'America 1960.

Avrò cura di te

immagine copertina
Massimo Gramellini Chiara Gambarale
Avrò cura di te
Longanesi
10 righe da pagina 98:

Imparando a osservare le persone e le cose senza giudicarle, comprenderai che la realtà è sempre giusta e perfetta perchè tra i suoi innumerevoli sentieri si trova quello che potrebbe farti uscire dal labirinto in cui ti dibatti. Affronta la vita, invece di cercare scampo in un altrove ingannevole. È quell'altrove il tuo inferno, non il luogo da cui cerchi continuamente di scappare.
Filèmone

inviato il 11/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

2014. Chiedo scusa non ne ero a conoscenza.

Anno di edizione?

Eleonora, quando posti le Tue 10 righe per "ripostare" devi attendere che altri utenti abbiano trascritto le loro 10righe. Grazie!

Kafka sulla spiaggia

immagine copertina
Haruki Murakami
Kafka sulla spiaggia
EINAUDI 2008
10 righe da pagina 12:

Però non pensare che questo risolverà tutto. Non per raffreddare il tuo entusiasmo, ma anche se vai più lontano che puoi, non è detto che riuscirai davvero a fuggire da qui. Secondo me è meglio non fare troppo affidamento sulla lontananza.

inviato il 11/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Tradotto da Giorgio Amitrano

Trascrivi qui nei comenti altre righe grazie! Tradotto da?

La ragazza del treno

immagine copertina
Paula Hawkins
La ragazza del treno
Edizione Piemme
10 righe da pagina 210:

Sentirsi vuoto: lo capisco perfettamente. Comincio a credere che non esista una soluzione. L’ho imparato dalla psicoterapia: i buchi della vita non si chiudono più. Devi crescere intorno a loro, come le radici che affondano nel cemento, e devi rimodellarti intorno alle crepe

inviato il 11/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Anno di edizione 2015.
Tradotto da Barbara Portieri

Trascrivi qui nei comenti altre righe, traduttore e anno di edizione

Le prime luci del mattino

immagine copertina
Fabio Volo
Le prime luci del mattino
A. MONDADORI
10 righe da pagina 26:

Mi costa da morire non essere riuscita a ottenere ciò che ho sempre desiderato e arrendermi all’idea di aver fallito

inviato il 11/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Anno di edizione 2011.

Trascrivi qui nei comenti altre righe grazie! anno di edizione?

Orgoglio e pregiudizio

immagine copertina
Jane Austen
Orgoglio e pregiudizio
Tradotto da Cecilia Montonati
10 righe dai libri con Giunti editore 2011
10 righe da pagina 174:

-Mia cara Jane! – esclamò Elizabeth. – Sei troppo buona. La tua dolcezza e il tuo altruismo sono davvero angelici. Non so proprio che cosa dirti, mi sento come se non ti avessi mai reso giustizia o voluto bene come meriti. –
Jane negò con veemenza di avere qualche dote particolare e attribuì il merito al calorosa affetto della sorella.
- No, - disse Elizabeth – non è giusto. Tu vuoi credere che tutto il mondo sia rispettabile e soffri quando parlo male di qualcuno. Io, invece, voglio credere che tu soltanto sia perfetta e ti dimostri contrariata per questo. Non temere che possa in qualche modo esagerare o usurpare a te la prerogativa della benevolenza universale. Non è necessario. Sono poche le persone alle quali voglio veramente bene e ancor meno quelle di cui ho una buona opinione, più conosco il mondo e più ne sono scontenta; ogni giorno che passa conferma la mia convinzione che gli esseri umani siano incapaci di coerenza e mi dimostra quanto poco affidabile sia tutto ciò che ha la parvenza di merito o buon senso.

inviato il 08/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

scusa non lo sapevo :)

Jane, quando posti le tue 10 righe devi attendere prima di postare altre righe che almeno un altro utente abbia postato le sue. Grazie e Benvenut :-)

I dolori del giovane Werther

immagine copertina
Johann Wolfgang Goethe
I dolori del giovane Werther
Tradotto da A. Busi
Garzanti 2008
10 righe da pagina 85:

Io non posso concepire come l'umanità abbia tanto poco senno da prostituirsi in questo
modo! Invece io osservo ogni giorno che si ha torto di giudicare gli altri da se stessi. E poiché ho tanto da fare nel
pensare a me stesso e questo mio cuore è così turbinoso, lascio volentieri che gli altri seguano la loro strada purché
mi lascino seguire la mia.

inviato il 07/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Salve Staff, scelgo queste righe.
http://scrivi.10righedailibri.it/la-natura-esposta

Grazie :-)

Ciao Tiffany, sei nella finale settimanale del mese di settembre. Ricordati di scegliere le 10 righe che più ti piacciono, partendo da oggi 12 settembre a domenica 18. Riportando qui nei commenti l link. Grazie.

Deus ex Eboli

immagine copertina
Gino Ciaglia
Deus ex Eboli
Transeuropa
10 righe da pagina 39:

Dormimmo tutti insieme in macchina. I sedili della Panda divennero un letto matrimoniale. Mia nonna era rifugiata in una palestra da qualche parte.
Il giorno dopo, dei militari vennero a montare le tende nel parcheggio dell’ospedale. Le sirene erano un continuo: le ambulanze andavano e venivano. Conobbi tanti amici nuovi: Marco, Guglielmo, Mario, Vito, Nicola. Con Vito andavamo a spiare chi usciva dalle ambulanze. Scommettevamo se era maschio o femmina. Se era una bambina, o un bambino, smettevamo di giocare e ce ne stavamo in silenzio per tutto il giorno.
Tutti ci volevano bene. Anche se non eri della loro tenda. Le persone si scambiavano i vestiti, il caffè caldo, le coperte, le stufe, i soldi, il sangue. E parlavano senza alzare la voce. E pregavano tutte insieme.

inviato il 05/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

2016

Benvenuto!!!
riporta qui nei commenti l'anno di edizione. Grazie :-)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy