Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Notte infinita

immagine copertina
Romano Battaglia
Notte infinita
Bur 1992
10 righe da pagina 24:

"Bisogna cercare il meraviglioso sentiero pieno di luce che apre alla vita nuovi orizzonti e nuove conoscenze. In ogni angolo di questa terra c'è qualcosa di nuovo, di impalpabile, di invisibile, di nascosto, che bisogna cercare, scoprire, trovare, affinché la vita ci appaia in tutta la sua bellezza.
E se talvolta ci sembra triste e monotona, percorrere quel sentiero ci permetterà di ritrovare la gioia di esistere, il bene nostro e quello degli altri.
E' inutile compiere lunghi viaggi, andare lontano a vedere le grandi montagne, i grandi fiumi, le grandi città del mondo, se non ci accorgiamo del filo d'erba bagnato di rugiada che cresce davanti alla porta di casa. Non c'è bisogno di andare lontano per trovare ciò che abbiamo vicino. Appena oltre l'uscio c'è ancora tutto da vedere, da sentire, da capire, purché lo vogliamo.

inviato il 24/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Dedico queste righe alla nostra cara Sweets. So che le piaceva molto Romano Battaglia. Ciao Sweets...

Tutto il segreto è lì, nella volontà di fare della nostra esistenza la più bella e più ricca avventura che ci è dato di vivere, nonostante tutto. Percorriamo soltanto una volta la strada della vita e tutto quello che possiamo fare di bello e di vero non può essere rimandato perché da queste parti non passeremo mai più."

Piattaforma nel centro del mondo

immagine copertina
Michel Houellebecq
Piattaforma nel centro del mondo
Tradotto da Sergio Claudio Perroni
Tascabili Bompiani 2011
10 righe da pagina 90:

Mi svegliai con un mal di testa atroce, e vomitai a lungo nella tazza del cesso. Erano le cinque del mattino: troppo tardi per gli escort-bar, troppo presto per la colazione. Nel cassetto del comodino trovai una Bibbia e un libro sugli ammaestramenti di Budda, entrambi in inglese. "Because of their ignorance," lessi, "people are always thinking wrong thoughts and always losing their right viewpoint and, clinging to their egos, they take wrong actions.Mi svegliai con un mal di testa atroce, e vomitai a lungo nella tazza del cesso. Erano le cinque del mattino: troppo tardi per gli escort-bar, troppo presto per la colazione. Nel cassetto del comodino trovai una Bibbia e un libro sugli ammaestramenti di Budda, entrambi in inglese. "Because of their ignorance," lessi, "people are always thinking wrong thoughts and always losing their right viewpoint and, clinging to their egos, they take wrong actions. As a result, they become attached to a delusive existence." Non ero proprio sicurissimo di aver capito, però sentivo che l'ultima frase illustrava alla perfezione la mia condizione attua

inviato il 21/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Ambra, abbiamo integrato noi. ;)

Non riesco a modificare e aggiungere le informazioni richieste. Anno 2011, traduzione di Sergio Claudio Perroni.

Ciao Ambra, nome del traduttore e anno di pubblicazione. Grazie :)

L'inverno del Mondo

immagine copertina
Ken Follet
L'inverno del Mondo
A. MONDADORI
10 righe da pagina 897:

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto, sia benedetto il nome del Signore!"
Carla non credeva in Dio, nessun essere superiore degno di quel nome avrebbe mai permesso i campi di sterminio nazisti, ma trovò comunque confronto nella citazione, che insisteva sulla necessità di accettare tutto nella vita, compresi i dolori della nascita e la sofferenza della morte.

inviato il 21/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Nome del traduttore e anno di pubblicazione grazie :)

Ciao Sonia, Bentornata!!! :D

Country Girl

immagine copertina
Edna O'Brein
Country Girl
Tradotto da Cosetta Cavallante
ellliot 2013
10 righe da pagina 171:

Era settembre ed erano cadute le prime foglie.
Alcune erano andate a intasare la griglia del radiatore della Railton di Ernest.
una nebbia sottile ricopriva i canali che fiancheggiavano il parco e a tratti
si spingeva fin sulla strada, creando sacche ombrose ,mentre io ferma sul ponte ,
riflettevo. In realtà non avevo niente su cui riflettere,solo un dato di fatto inconfutabile:
avevo abbandonato i miei figli. Secondo la legge . Mi piegai sul parapetto del ponte
e guardai giu' verso quella lamina d'acqua scura dove, d'estate , uomini seduti
su sgabelli da campeggio manovravano pazientemente le loro canne da pesca .
Guardando dentro quella specie di burrone ,mi misi a piangere di rabbia , una rabbia
ottusa e ostinata. Temevo che potesse succedere qualcosa di tragico ,che magari
i miei bambini fossero fuggiti e stessero correndo in strada per raggiungermi.

inviato il 21/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Emma, presumo tu sia in vacanza, divertiti, leggi e poi scriverai per tutti noi, un abbraccio virtuale,naty

Ciao Natalina quando trovo la connessione , scrivo ! Un caro saluto

In fuga

immagine copertina
Alice Munro
In fuga
Tradotto da Susanna Basso
Einaudi (collana Super ET) 2004
10 righe da pagina 52:

Juliet sapeva che, agli occhi di molti, poteva anche apparire come un tipo strano e solitario - e qualche volta lei stessa pensava di esserlo. Ma le era anche capitato, non di rado nella vita, di sentirsi circondata da persone desiderose di prosciugarle l'attenzione e il tempo e l'anima. E, di norma, lasciava fare.
Sii disponibile, sii gentile (specie se non vai per la maggiore): ecco la lezione che si impara in un piccolo centro, nonché in un collegio femminile. Mostrati accomodante con chiunque si metta in testa di succhiare ogni tua energia, anche se si tratta di gente che non sa nemmeno chi sei.

inviato il 16/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Beh, se ha vinto il Nobel ci sarà pure una ragione, ma ciò non significa che riesca a catturare perfettamente l'attenzione di un lettore che non sia canadese (almeno "In fuga" è strettamente legato al territorio) .... continuo la mia lettura

Anche io sono ancora indecisa su questa scrittrice di cui hanno tanto parlato. Bisognerebbe avere più tempo per conoscerla meglio. Facci sapere, Francesca!

Hai ragione non cattura fino in fondo, ma sa entrare e scavare nella psicologia femminile .... ma vorrei finire di leggerlo prima di esprimermi, ho comprato anche "Le lune di Giove".

Ciao Francesca, ho letto 3 libri di Alice Munro, ma più di tanto non mi ha catturata... Dalle tue 10 righe una"vocina" dice di comprarlo... Qualche tua considerazione? :) Grazie ;)

Le figlie del libro perduto

immagine copertina
Katherine Howe
Le figlie del libro perduto
Tradotto da Valentina Daniele
Salani 2009
10 righe da pagina 93:

"Che strano, eh?" disse Sam, sporgendosi verso di lei e abbassando la voce.
"Cosa é strano?" chiese lei, guardandolo.
"Che vivi la tua vita, con le tue opinioni, gli amori, le paure. Alla fine quelle parti di te scompaiono e poi anche le persone che le ricordano, e in breve tutto quello che resta di te é il nome in un registro..."

inviato il 15/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Secondo me la parte finale è stata troppo sbrigativa, avrei preferito un po' più avventuroso e la ricerca del libro più lunga.

Sisi l'ho finito qualche giorno fa.è partito bene, poi la parte "fantasy" o "sovrannaturale" l'ho più percepita come inverosimile... Esatto complessivamente carino e una lettura piacevole e scorrvole, ma manca qualcosa per rimanere impresso

;) Ho scritto carino e non bello, perché avrei voluto un po' più... te lo scrivo quando avrai terminato la lettura e mi avrai detto il tuo parere.

si la tematica mi interessa molto. cercavo appunto un libro che parla di streghe, della caccia alle streghe... e ho trovato questo.

Letto, carino.

Cuore di tenebra

immagine copertina
Joseph Conrad
Cuore di tenebra
Tradotto da Giorgio Spina, Prefazione Lanfranco Vaccari
RCS Editori S.p.A. 2002
10 righe da pagina 27:

Diedi il mio nome, e mi guardai intorno. Tavolo d’abete al centro, sedie comuni lungo le pareti, a un capo della stanza una grande carta sulla quale brillavano tutti i colori dell’arcobaleno. C’era una grande quantità di rosso, sempre gradito alla vista, perché sai che da quelle parti si lavora davvero; un dannato mucchio di blu, un po’ di verde, macchie di arancione e, sulla Costa Orientale, una toppa purpurea a mostrare dove gli allegri pionieri del progresso bevono l’allegra birra bionda. Comunque, non andavo in nessuno di questi. Andavo nel giallo. Proprio nel centro. E c’era il fiume, fascinoso, fatale, come un serpente. Brr! Si aprì una porta, apparve una testa canuta da segretario, ma con un’espressione compassionevole, e un indice scarno mi chiamò dentro al santuario. C’era una luce fioca, e una pesante scrivania stava acquattata nel mezzo. […] Mi strinse la mano, suppongo, mormorò qualcosa di vago, fu contento del mio francese. Bon voyage.

inviato il 15/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Prego :)

Grazie Elena.. e grazie staff :)

Ciao .AtAfE. le tue 10 righe sono state scelte da Elena Turtle finalista dell'altra settimana... Quindi vai in finale :)

Lo leggerò in vacanza dopo avere fatto passeggiate in montagna. Grazie

l'avevo letto da bambina. rileggerlo è stato un riprendersi per mano.
"Bon voyage" Elena:)

Le braci

immagine copertina
Sándor Márai
Le braci
Tradotto da Houngarian Book Foundation
Adelphi 2008
10 righe da pagina 37:

Vissero insieme sin dal primo istante, come gemelli nell'utero materno. Non ebbero bisogno di stringere patti di amicizia come fanno di solito i ragazzi della loro età, che indulgono con passionalità enfatica a rituali ridicoli e solenni, nella forma inconsapevole e grottesca in cui il desiderio si manifesta tra gli uomini quando decide per la prima volta di strappare il corpo e l'anima di un'altra persona al resto del mondo per possederla in maniera esclusiva. Il senso dell'amore e dell'amicizia è tutto qui. La loro amicizia era seria e silenziosa come tutti i grandi sentimenti destinati a durare una vita intera. E come tutti i grandi sentimenti anche questo conteneva una certa dose di pudore e di senso di colpa. Non ci si può appropriare impunemente di una persona, sottraendola a tutti gli altri.

inviato il 14/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie staff!!! Starò molto attenta ai post della settimana, allora.... buone letture a tutti!

Ciao Sara, con le tue 10 righe sei in finale!!! Ricordati di scegliere da oggi fino a domenica 27 Luglio le tue 10 righe preferite... Complimenti e Buone Letture ;)

La fine del mondo e il paese delle meraviglie

immagine copertina
Haruki Murakami
La fine del mondo e il paese delle meraviglie
Tradotto da Antonietta Pastore
Einaudi 2008
10 righe da pagina 273:

Ogni persona agisce basandosi su dei criteri propri. Nessun essere umano è uguale a un altro. E' un problema di identità, insomma. Ma cos'è l'identità? E' l'originalità del sistema di pensiero basato sull'insieme di ricordi delle esperienze passate. Più semplicemente la si può chiamare spirito.
Non esistono due persone con lo stesso spirito. Le persone però non sanno quasi nulla del proprio sistema di pensiero. La stessa cosa vale per me e per lei.
Quello che conosciamo o pensiamo di conoscere è soltanto un decimo del totale, massimo due. La punta dell'iceberg.

inviato il 14/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie mille!!!
Traduzione di Antonietta Pastore.
1985 è l'anno di prima pubblicazione; l'edizione Einaudi, che ho letto in versione ebook, è del 2008. :-)

Le tue 10 righe sono state scelte dalla redazione. Sei in finale! :)

Ciao Pamela, scrivi qui sotto il nome del traduttore. Grazie!!! :)

versione ebook

Una piccola libreria a Parigi

immagine copertina
Nina George
Una piccola libreria a Parigi
Tradotto da Valentina Rancati
Sperling & Kupfer 2014
10 righe da pagina 85:

Lavava e strofinava cercando d'ignorare la voce che con insistenza gli chiedeva come avrebbe fatto adesso che aveva aperto la stanza in cui erano stati sepolti il suo amore, i suoi sogni e il suo passato.
I ricordi sono come lupi. Non puoi rinchiuderli e sperare che ti lascino in pace.

inviato il 12/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Hai proprio ragione Monica... Anche a me ha colpito molto, mi e' sembrata una verita' universale! :-)

I ricordi sono come lupi. Non puoi rinchiuderli e sperare che ti lascino in pace.
Già questa frase crea interesse alla lettura. ciao Viviana.

La pagina si riferisce alla posizione del kindle nella versione ebook.

L'Atelier dei miracoli

immagine copertina
Valèrie Tuong Cuong
L'Atelier dei miracoli
Tradotto da Riccardo Fedriga
Salani 2014
10 righe da pagina 101:

"Amici miei siamo qui riuniti per festeggiare il contratto di lavoro firmato da Zelda.
Non è che il primo gradino della sua scalata personale ,ma è forse il piu' importante, perché le darà l'accesso all'indipendenza. Ormai lei è capace di dirigere la sua vita e di tessere la trama della sua realizzazione.
Cari amici , il caso unico ,esemplare di questa giovane donna che ha perso tutto cancellando la sua memoria ci dimostra , se mai ce ne fosse bisogno ,che tutto è possibile , se c'è l'intenzione .L'intenzione è quella estrema volontà di vivere
nel senso piu' forte del termine." Amici miei siamo qui riuniti per festeggiare il contratto di lavoro firmato da Zelda.
Non è che il primo gradino della sua scalata personale ,ma è forse il piu' importante,perchè le darà
l'accesso all'indipendenza. Ormai lei è capace di dirigere la sua vita e di tessere la trama della sua realizzazione ".

inviato il 10/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!

Grazie Naty abbiamo integrato :)

Scusate le 10 righe sono relative alla pagina 101,grazie!

L'incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio

immagine copertina
Murakami Haruki
L'incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio
Tradotto da Antonietta Pastore
Einaudi 2014
10 righe da pagina 42:

"...le persone cui viene toltà la libertà, finiscono sempre per odiare qualcuno. Non sei d'accordo? Non è proprio il genere di vita che fa per me!"
"Vorresti essere sempre sciolto da vincoli, libero di seguire il corso dei tuoi pensieri, vero?", "esatto". "A me però non sembra un'impresa facile, quella di seguire liberamente i pensieri che si hanno in testa."
"Pensare liberamente è un pò come uscire dai limiti del proprio corpo. Emanciparsi dalla gabbia circoscritta del Sè, affrancarsi da tutte le catene, e lasciar volare l'intelligenza senza condizionamenti. Questa è l'essenza della libertà, per quel che riguarda il pensiero...."

inviato il 10/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :)

Traduzione di Antonietta Pastore

Nome del traduttore?

Kadamou, l'Africa negli occhi di un medico italiano

immagine copertina
10 righe da pagina 128:

Come fa una scrub nurse violentata e abbandonata a ricominciare a studiare e a diventare una buona infermiera? Come fa un bambino soldato a diventare uno scrittore? Come fa una ferita dell’anima a guarire e perdonare il mondo?
La risposta era lì davanti a me, scalza e velata, sudata e stanca, rigida e suadente, determinata e amorevolmente mamma. Era vero. Non serviva leggere e studiare. Bisognava sperimentare, parlare, udire, partire, andare, vivere, cambiare, abbandonarsi, soffrire, ridere, piangere e incontrare.
Avrei voluto toccarla per sentire finalmente la consistenza dell’amore.

inviato il 10/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Anno di pubblicazione 2014

Benvenuta Giulia :)
Anno di edizione del libro?

Fiore di tuono

immagine copertina
Jean Teulè
Fiore di tuono
Neri Pozza

Cosa volete che vi racconti?, risponde Fiore di tuono,《il mio passato? Vi annoierebbe, e a ragione. Il mio presente? A che pro, visto che lo sto vivendo. Il mio futuro? Lasciamolo in pace. La mia esistenza non e' ne fortunata ne sfortunata. Bisogna farci l'abitudine: e' vita comunque》.

inviato il 10/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Capita :) continua a postare le tue 10 righe preferite.

Purtroppo non ho con me il testo...ma era tra i miei appunti!
Appena posso modifico il post e aggiorno! Scusatemi....

Benvenuta Giuliana :) Nome del traduttore, anno di edizione e numero della pagina da cui hai tratto le 10 righe?

La sconosciuta del Musée de l'Homme

immagine copertina
Jacques Milliez
La sconosciuta del Musée de l'Homme
Tradotto da Marina Karam
Edizioni Dedalo 2011
10 righe da pagina 15:

Pierre Jasmin lasciò la scena del crimine ridiscendendo la stretta scala che portava alla terrazza. Voleva farsi un'idea della planimetria di quell'edificio che conosceva solo di fama e che gli appariva misterioso. Dov'erano le entrate, le uscite, le scale, le cantine, i seminterrati e i nascondigli, per non parlare delle segrete? No, che razza di idea, non si trovava mica nelle catacombe. Era l'associazione tra preistoria e scheletri a fargli pensare ai sotterranei.

inviato il 08/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :)

@Staff Eccomi. Ottobre 2011 :D

Grazie Ale Lu, abbiamo integrato, ora manca solo in che anno è stato pubblicato... Grazie :)

Visto che il romanzo che ho già pubblicato è stato apprezzato :) Aggiungo quest'altro libro della stessa collana... Ne ho letti 2 e sono rimasta colpita dalla capacità di unire scienza, storia e narrativa... :) P.S. La traduttrice è Marina Karam.

Come un romanzo

immagine copertina
Daniel Pennac
Come un romanzo
Tradotto da Y. Mélaouah
Feltrinelli (collana Universale economica) 2013
10 righe da pagina 39:

Noi che abbiamo letto e affermiamo di voler diffondere l'amore per il libro, preferiamo troppo spesso il ruolo di commentatori, interpreti, analisti, critici, biografi, esegeti di opere rese mute dalla devota testimonianza che diamo della grandezza. Imprigionata nella fortezza delle nostre competenze, la parola dei libri lascia il posto alla nostra parola. Invece di permettere all'intelligenza del testo di parlare per bocca nostra, ci affidiamo alla nostra personale intelligenza, e parliamo del testo. Non siamo gli emissari del libro, ma i custodi giurati di un tempo di cui vantiamo le meraviglie con parole che non chiudono le porte: "Bisogna leggere! Bisogna leggere".

inviato il 08/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

;)

Ho adorato questo piccolo libro ma così intenso!

Il paziente inglese

immagine copertina
Michael Ondaatje
Il paziente inglese
Tradotto da M. Papi
Garzanti Libri (collana Nuova biblioteca Garzanti) 2004

Ogni notte tagliavo
il mio cuore,
ma al mattino
era pieno
di te.

inviato il 08/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

....ti allontano, ma non è possibile...ho un cuore capiente

Innamorati, a volte non compresi, ma sempre desiderosi di riprovare.

Bella la frase, bella l'immagine!

L'incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio

Murakami Haruki
L'incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio
Tradotto da Antonietta Pastore
Einaudi 2014
10 righe da pagina 228:

E' come costruire una stazione. Una cosa bella e di valore, che è stata importante anche per poco tempo, non sparisce nel nulla per un piccolo errore. Cominciamo col costruirla, la stazione,anche se non perfetta. Se non ci fossero le stazioni i treni non potrebbero fermarsi li' e non potremmo incontrare le persone a cui vogliamo bene. Se poi si scoprono dei difetti,si può sempre rimediare dopo. Prima di tutto costruisci la stazione. Una stazione speciale per lei, dove il treno desideri fermarsi,in cui trovare un rifugio, così anche senza uno scopo preciso.Cerca di immaginarla nella tua mente quella stazione,di darle concretamente forma e colore.Poi incidi con un chiodo il tuo nome sulla base e soffiaci la vita.

inviato il 07/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Domenico, abbiamo completato i campi ;)

Traduttore Antonietta Pastore (molto brava) anno 2014

Ciao Domenico, anno di edizione del libro e traduttore?

L'Ombra del Vento

immagine copertina
Carlos Ruiz Zafón
L'Ombra del Vento
Tradotto da Lia Sezzi
Mondadori 2014
10 righe da pagina 15:

Isaac ci invitò a entrare con un lieve cenno del capo. Dall'atrio, immerso in una penombra azzurrina, si intravedevano uno scalone di marmo e un corridoio affrescato con figure di angeli e di creature fantastiche. Seguimmo il guardiano fino a un ampio salone circolare sovrastato da una cupola da cui scendevano lame di luce. Era un tempio tenebroso, un labirinto di ballatoi con scaffali altissimi zeppi di libri, un enorme alveare percorso da tunnel, scalinate, piattaforme e impalcature: una gigantesca biblioteca dalla geometria impossibile. Guardai mio padre a bocca aperta e lui mi sorrise ammiccando.
"Benvenuto nel Cimitero dei Libri Dimenticati, Daniel."

inviato il 07/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Giovanni sei in finale, Rachele Farina ha scelto le tue dieci righe. Complimenti! :D

Grazie :)

Concordo con te e grazie.

Gent.mo Giovanni Pisciottano, ho proposto le tue dieci righe per il libro incentivo a causa della presenza di un profondo sentimento nei confronti dei libri, oltre a molte altre tematiche che si intrecciano. Questo è il sentimento che dovremmo avere noi tutti: non solo amare la lettura, ma diffonderla, suscitare vero interesse nei confronti di questi amici, i libri, che possiamo scegliere e coltivare. I libri, come avviene nella vita, sono degli amici che si possono scegliere!
Questo è il sentimento che dovremmo avere noi tutti: non solo amare la lettura,

Bellissimo, l'ho letto! Parla solo di libri.

un giorno mi troverai

immagine copertina
Kim Edwards
un giorno mi troverai
Tradotto da Stefano Beretta
Euroclub su licenza Garzanti 2011
10 righe da pagina 276:

Il silenzio della foresta sembreva un prolungamento del silenzio della cappella
con le sue vetrate luminose, come se tutto il mondo fosse un luogo sacro,
e io volevo proseguire per vedere dove terminava il ruscello.
Diventava sempre più piatto e ampio, con una corrente che mulinava in polle poco profonde. Mi tolsi i sandali ed entrai nell'acqua.
Camminammo finchè gli alberi si aprirono e il ruscello si gettava nel lago scomparendo.
"Lucy" disse Keegan. Eravamo immersi fino ai polpacci nell'acqua fredda.
Si voltò e, posandomi una mano sul viso,
mi baciò con la stessa delicata sicurezza con cui aveva attraversato la foresta.

inviato il 07/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Natalina, penso che oltre alla scrittrice il traduttore abbia fatto un bellissimo lavoro. Ora non ci resta che trovare l'altro libro "La madre perfetta" anche se spesso le prime cose lette sono le preferite. A presto. Ciao

Monica ,è stato bellissimo leggerlo,!

© 10righedailibri 2012

partner tecnologico