Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Hotel Silence

immagine copertina
Auður Ava Ólafsdóttir
Hotel Silence
Tradotto da Stefano Rosatti
Giulio Einaudi Editore 2018
10 righe da pagina 34:

Di nuovo un lungo silenzio, al telefono. Forse sta cercando di ricordare perché ha chiamato.
- Non vuoi vivere, scricchiolino mio?
- Non ne sono sicuro.
- Almeno tu hai ancora tutti i capelli.
Le parole mi escono fuori così, senza quasi che io le pensi:
- Godrun Vatnalilja non è mia.
Potrei anche rincarare: non è sangue del mio sangue. […]
Deve alleggerirsi di un ultimo peso:
- Chi è Heidegger? – domanda
Durante il mio primo e unico anno di università non avevo scritto una tesina su Heidegger? Non era lui a sostenere che ogni rapporto degli esseri umani con la realtà dovrebbe germogliare dalla meraviglia del momento? Come succede ai bambini e alle bestie?
- Un filosofo tedesco. Perché me lo chiedi?
- Perché ha chiamato questa mattina e ha chiesto di te.
Gli ho detto che aveva sbagliato numero.

inviato il 15/10/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Francesca, sei nella finale di ottobre, 10righe scelte da Voi utenti.

IL CONTE ROSSO

immagine copertina
CESARE RUBERTI
IL CONTE ROSSO
EDOARDO PERINO 1895
10 righe da pagina 90:

Noi sappiamo bene che buona parte di questi anni egli li aveva passati nelle prigioni del Conte di Savoia, e quei ozii forzati avevano già incominciato a operare nella sua figura un vantaggioso mutamento. Uscito dalle carceri, erasi trovato possessore di una più che discreta fortuna che non aveva subito le vicende della sua libertà; fortuna raggranellata in molti anni di vita avventurosa, e più che tutto dovuto alla liberalità di Filippo d’Acaia, suo signore. E i suoi ozii rallegrati dai piaceri che procura la ricchezza, finirono per compiere la metamorfosi della sua persona: fu così che da soldato di ventura magro e sparuto, tutto nervi e muscoli, egli era diventato un borghese ben pasciuto, e ricoperto d’adipe …
E’ questi, pensava Giacomo esaminandolo da capo a piedi, il confidente dell’infelice Principe d’Acaia, colui nel quale egli av

inviato il 08/10/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Ossian, sei nella finale settimanale di ottobre. Scegli da oggi 15 ottobre a domenica 21 ottobre, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

tra le 10 righe pubblicate ho scelto http://scrivi.10righedailibri.it/hotel-silence

Agostino

immagine copertina
Alberto Moravia
Agostino
Bompiani 2014
10 righe da pagina 66:

La madre di Agostino era una grande e bella donna ancora nel fiore degli anni; e Agostino provava un sentimento di fierezza ogni volta che si imbarcava con lei per una di quelle gite mattutine. Gli pareva che tutti i bagnanti della spiaggia li osservassero ammirando sua madre e invidiando lui; convinto di avere addosso tutti gli sguardi, gli sembrava di parlare con una voce più forte del solito, di gestire in una maniera particolare, di essere avvolto da un’aria teatrale ed esemplare come se invece che sopra una spiaggia, si fosse trovato con la madre sopra una ribalta, sotto gli occhi attenti di centinaia di spettatori.

inviato il 08/10/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie

Ciao Giovanni, sei nella finale di ottobre, 10righe scelte dalla redazione.

Alberto Moravia, pseudonimo di Alberto Pincherle (Roma, 28 novembre 1907)

LA TESI DELLA DUCHESSA

immagine copertina
ILARIA VESPIGNANI
LA TESI DELLA DUCHESSA
GRAPHOFEEL EDIZIONI
10 righe da pagina 80:

Un sogno.
Sono tornati.
Questa volta solo la duchessa Battista.
Le riappare mentre passeggia in un giardino, molto probabilmente
il giardino segreto: sullo sfondo infatti si intravedono le finestre del
palazzo. Battista è in avanzato stato di gravidanza, l’ingombro del
ventre è nascosto ormai a malapena dall’ampia veste rosso porpora,
con inserti dorati.
Passeggia a fatica, le temperature sono quelle straordinariamente
miti di un inverno che è alle porte. Qualche raggio di sole riscalda
quel giardino. Battista è pensierosa, si accarezza il ventre rigonfio, i
suoi occhi tristi guardano a terra, il capo chino.
Dove è finita quella donna trionfante, dall’espressione incorruttibile
e capo eretto?

inviato il 05/10/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Lascia qui nei commenti l'anno di pubblicazione.

Ciao Laura sei nella finale del mese di ottobre, 10 righe scelte da Voi utenti.

Bridget Jones's Baby. I diari

immagine copertina
Helen Fielding
Bridget Jones's Baby. I diari
Tradotto da L. Vighi e A. Carbone
Rizzoli 2016
10 righe da pagina 23:

Nell'anima così fiera e onesta di Mark qualcosa si era cristallizzato contro di me. "Che cazzo gli ha preso? È stato un episodio insignificante paragonato a una vita intera. Lui sa com'è fatto Daniel" dicevano gli amici. Ma per Mark si è trattato di una ferita profonda, così profonda che io non riuscivo a capire e lui a spiegare. È stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Alla fine, mi ha detto che non se la sentiva di andare avanti. Avevo ancora il mio appartamento. Si è scusato per la situazione di grande imbarazzo, di sofferenza eccetera. Ha gestito la notizia della rottura del nostro fidanzamento tra amici e parenti con la consueta sobrietà, e poco dopo è partito per un nuovo lavoro nella California del Nord. Gli amici si sono dimostrati fantastici. "È completamente represso, una vittima della scuola privata, e rimarrà da solo

inviato il 28/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Luisa, sei nella finale di settembre, 10righe scelte dalla redazione.

Grazie :)

Grazie. Traduttori L. Vighi A. Carbone

Benvenuta Luisa : ) nome del traduttore?

Ombre cinesi su Bologna

immagine copertina
Massimo Fagnoni
Ombre cinesi su Bologna
Fratelli Frilli Editori
10 righe da pagina 12:

L’immagine nello specchio, cosa scriveva Pirandello? Dovrebbe decidersi
a rileggerlo prima o poi e tu Santo Misericordia, Santino per gli
amici, cosa ci vedi nello specchio?
Santo spalanca la bocca incurvando le labbra carnose in una “o” di
meraviglia, poi le serra per schiuderle in un sorriso bianco, quasi splendente,
“quanto mi è costata una fila di denti bianchi e regolari?” pensa,
poi fa spallucce, perché un sorriso seducente è la prima regola di un
bravo avvocato. “Cosa vuole il cliente da te Santo? Vuole fidarsi, vuole
la certezza che lo tirerai fuori dai guai, lo aiuterai a non finire alla Dozza,
dove in realtà ormai ci va davvero poca gente, costa troppo la galera
allo Stato e gli avvocati lo sanno, ma non lo raccontano ai clienti, non
è necessario”.

inviato il 28/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Maxfag, sei nella finale di settembre, 10righe scelte da Voi utenti.

L'imperatore guerriero

immagine copertina
Giulio Castelli
L'imperatore guerriero
Newton Compton SRL 2014
10 righe da pagina 36:

Una corsa nella risacca, immersi in onde gelate che ci inzuppavano completamente. Quindi, mentre il sole stava diventando più caldo, incomincio a spiegarci le tattiche del combattimento: "Ricordatevi che la battaglia è vinta da chi spinge di più. Dovete abbracciare il nemico di fronte a voi. Provare a colpirlo in faccia con la parte superiore dello scudo. Intanto lo trafiggete dal basso verso l'alto. La vostra spada dev'essere un pugnale". Faceva sfoggio della sua arma. L'impugnatura non era di osso come le nostre, ma di un legno prezioso proveniente dall'India. Era una spada da ufficiali, lunga due piedi e mezzo, con l'elsa intarsia tra. "Non perdete tempo a menare fendenti. Ci vuole spazio e, nel frattempo, verrete infilati. Riparatevi dai colpi del nemico con lo scudo, e intanto afferratelo e ficcategli la spada nel ventre. Fino all'el

inviato il 26/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ho scelto queste 10 righe http://scrivi.10righedailibri.it/la-tesi-della-duchessa

Ciao Alessandra, sei nella finale settimanale di settembre. Scegli da oggi 1 ottobre a domenica 7 ottobre, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

Giorni Felici

Samuel Beckett
Giorni Felici
Tradotto da Carlo Fruttero
Einaudi tascabili 2002
10 righe da pagina 226:

[...] non chiedo altro, e non cianciare e cianciare per così dire sulla fiducia, senza sapere, mentre c'è qualcosa che mi rode. (Pausa per prendere fiato) Il dubbio. (Si porta l'indice e il medio all'altezza del cuore, li muove in tondo, li ferma) Qui. (Li sposta di poco) Intorno. (Abbassa la mano) Oh, lo so bene, verrà il giorno in cui prima di poter pronunciare una parola dovrò assicurarmi che tu abbia sentito la precedente, e poi, lo so bene, verrà un altro giorno in cui dovrò imparare a parlare da sola, cosa che mi è sempre riuscita intollerabile in questo deserto. (Pausa).

inviato il 19/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Matteo, per Te un libro incentivo come finalista 10righe scelte da Voi utenti nel mese di settembre. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Matteo, sei nella classifica di settembre, 10righe scelte da Voi utenti.

Grazie Matteo :)

Traduzione di Carlo Fruttero, pagina 226 della raccolta "Teatro", Einaudi Tascabili, 2002

Benvenuto Matteo :) Nome del traduttore, anno di edizione e numero della pagina?

Tu l'hai detto

immagine copertina
Connie Palmen
Tu l'hai detto
Tradotto da Claudia Cozzi e Claudia Di Palermo
Iperborea 2018
10 righe da pagina 44:

Per tutta la vita era dipesa dalla benevolenza altrui, dalla tendenza al sacrificio di una madre soffocante, da premi e borse di studio, dal supporto mentale e finanziario di un certo numero di benefattrici, una delle quali si era arricchita scrivendo un mediocre melodramma poi trasposto in pellicola, e un'altra si era creata una certa fama a livello locale come docente femminista che da sempre alloggiava nel campus dello Smith con un'amica e un cane. Tutte donne che in lei vedevano una loro appendice, la proiezione ideale dei loro sogni falliti, o di se stesse più giovani in un'epoca diversa, una in cui una donna scrittrice non veniva più guardata con diffidenza e disprezzo.

inviato il 18/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie staff!

Ciao Claudia, sei nella finale di settembre, 10righe scelte dalla redazione.

Grazie Claudia, abbiamo integrato il post :)

Traduzione di Claudia Cozzi e Claudia Di Palermo, anno di edizione 2018

Claudia, nome del traduttore e anno di edizione? :)

Se avessero

immagine copertina
Vittorio Sermonti
Se avessero
Garzanti 2016
10 righe da pagina 7:

E io paura? Risponderei, sapessi di che paura vuoi sapere. Quella di morire? Perché ci sono anche paure molto più petulanti della paura di morire, intendendo morire come sarebbe potuto succedere lì cioè di botto, un improvviso odoraccio per altri nasi, e non essere più di botto quello che aveva avuto paura: vuoi sapere di quella paura lì o di quelle altre, le petulanti, che s'altre son maggio nulle sì spiacenti sono, e che giustamente si compendiano per dileggio sotto la voce “fifa”? Non lo so. Ebbene non lo so. In tutti i casi, fifa o paura o terrore, magari proprio terrore che fosse (un terrore in tutti i casi …), all'atto mi risultava, poco ma sicuro, più fiacco, più sguaiato e misero dell'amore che mi brancava dentro come un polpo incandescente e mi bruciava tutte insieme l'anima il corpo. Amore per chi?

.

inviato il 18/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Alessandra, per Te un libro incentivo come finalista settimanale 10righe del mese di settembre. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie

Grazie, ho scelto queste http://scrivi.10righedailibri.it/userpage/1634

Ciao Alessandra, sei nella finale settimanale di settembre. Scegli da oggi 24 settembre a domenica 30 settembre, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

Pellegrino sul mare

immagine copertina
Pär Lagerkvist 
Pellegrino sul mare
Tradotto da Fulvio Ferrari
Iperborea 1989
10 righe da pagina 15:

Dal mare si può imparare moltissimo. Ti dirò, anche se viaggi di paese in paese, per terre che mai prima hai veduto e grandi città piene di gente che mai prima hai conosciuto, anche se percorri tutta la terra, non imparerai mai tanto quanto dal mare. Il mare racchiude più sapere di qualsiasi altra cosa sulla terra, se sei capace di farlo parlare. Conosce tutti i vecchi segreti, perché lui stesso è così antico, più antico di tutto. Anche i tuoi segreti conosce, non illuderti. E se tu ti abbandoni a lui completamente e lasci che si prenda cura di te, se non t’intrometti con le tue insignificanti obiezioni, se non t’intestardisci su ciò che è troppo effimero e insignificante perché il mare se ne curi o persino ascolti che cosa mai vai borbottando mentre parla, mentre sta per rovesciarsi sopra la barca, allora può dare pace alla tua anima.

inviato il 14/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie, invio subito la mail :)

Ciao Paola, per Te un libro incentivo come finalista 10righe scelte dalla redazione del mese di settembre. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie alla redazione :)

Ciao Paola, sei nella finale 10righe scelte dalla redazione del mese di settembre.

Integro un pezzo mancante: "... anima, sempre che tu ne abbia una."

Pär Fabian Lagerkvist (Växjö, 23 maggio 1891– Stoccolma, 11 luglio 1974) è stato uno scrittore svedese, premio Nobel per la letteratura nel 1951.

La signora di Wildfell Hall

immagine copertina
Anne Brontë
La signora di Wildfell Hall
Tradotto da Francesca Albini
Neri Pozza 2014
10 righe da pagina 45:

«[…] Forse perché pensate che una donna non possegga virtù?»
«Niente affatto».
«Ma affermate che la virtù viene stimolata soltanto dalla tentazione, eppure secondo voi una donna meno è esposta alla tentazione e meno familiarizza con il vizio, o con qualsiasi cosa a essi connessa, meglio è. Quindi o ritenete che la donna sia essenzialmente viziosa o che sia così debole da non poter resistere alla tentazione. E se può mantenersi pura e innocente finché tenuta nell’ignoranza e sotto chiave, dato che è priva di vera virtù, insegnarle il peccato significherebbe renderla una peccatrice, e quanto maggiore è la sua conoscenza e vasta le sua libertà, tanto più profonda sarà la sua depravazione. […].»
«Che Dio mi guardi bene dal pensare una cosa del genere!» interruppi io infine.

inviato il 14/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Alessandra, per Te un libro incentivo come finalista settimanale 10righe del mese di settembre. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie.

Grazie, ho scelto queste 10righe http://scrivi.10righedailibri.it/giorni-felici

Ciao Alessandra, sei nella finale settimanale di settembre. Scegli da oggi 17 settembre a domenica 23 settembre, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

Il Custode dell'Acqua

immagine copertina
Franco Scaglia
Il Custode dell'Acqua
Edizioni Piemme 2006
10 righe da pagina 17:

Fu allora che ritenni di dover citare un versetto della Bibbia.
«Non opprimete lo straniero, perché eravate stranieri in terra d'Egitto.»
Bialik si alzò in piedi, scosse la testa digrignando i denti, pensai che volesse aggredirmi. Poi la rabbia si trasmutò in soddisfazione per la risposta che si preparava a darmi. Declamò: «Stupida è la persona che crede nel suo vicino. La giustizia esiste solo per colui i cui pugni e la cui testardaggine gli hanno permesso di reclamarla».
Fui io ad alzarmi in piedi indignato.

inviato il 10/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie

Ciao Giovanni, sei nella finale settimanale di settembre.

Franco Scaglia (Camogli, 27 marzo 1944)

I fiori non hanno paura del temporale

immagine copertina
Bianca Rita Cataldi
I fiori non hanno paura del temporale
HarperCollins 2018
10 righe da pagina 35:

«Mi togli una curiosità?» gli chiesi. Lui annuì. «Perché dici Cantastorie e non scrittrice, come farebbero tutti?»
Il sorriso di Dario si fece più largo. Si aspettava quella domanda.
«Be’, perché sono due cose diverse. Tu non sei una vera scrittrice, non t’immagino seduta alla scrivania che butti giù parole e controlli la scaletta e poi contatti gli editori. T’immagino seduta vicino al fuoco, con della gente intorno, che racconti ad alta voce storie magiche che vengono da un altro tempo.» Dario fece una pausa, si inumidì le labbra e riprese: «Gli scrittori vanno all’ipermercato, comprano un computer e scrivono. I Cantastorie trovano una macchina da scrivere sul ciglio della strada e iniziano a scrivere perché è stato il mondo a chiederlo, e non potrebbero fare altrimenti. La differenza è tutta qui: nella magia».

inviato il 07/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

:*

Ciao Vera, sei nella finale di settembre, 10righe scelte dalla redazione.

Paradiso e inferno

immagine copertina
Jón Kalman Stefánsson
Paradiso e inferno
Tradotto da Silvia Cosimini
Iperborea 2011
10 righe da pagina 66:

Ci sono parole che hanno il potere di cambiare il mondo, capaci di consolarci e di asciugare le nostre lacrime. Parole che sono palle di fucile, come altre sono note di violino. Ci sono parole che possono sciogliere il ghiaccio che ci stringe il cuore, e poi si possono anche inviare in aiuto come squadre di soccorso quando i giorni sono avversi e noi forse non siamo né vivi né morti. Ma le parole da sole non bastano e finiamo a perderci nelle lande desolate della vita se non abbiamo nient'altro che una penna cui aggrapparci. Or scende la sera a deporre il manto greve d'ombre su ciascuna cosa.

inviato il 05/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!

Scusa il ritardo nella premiazione. Paola sei nella classifica finale del mese di settembre, 10righe scelte da Voi utenti.

Jón Kalman Stefánsson (Reykjavík, 17 dicembre 1963) è uno scrittore islandese.

Doppio sogno

immagine copertina
Arthur Schnitzler
Doppio sogno
Tradotto da Giuseppe Farese
Gruppo editoriale L'Espresso 2002
10 righe da pagina 94:

“Ne sei proprio sicura?” chiese Fridolin. “Tanto sicura da presentire che la realtà di una notte, e anzi neppure quella di un’intera vita umana, non significano, al tempo stesso, anche la loro più profonda verità.” “E nessun sogno” disse egli con un leggero sospiro “è interamente sogno”. […] Rimasero così in silenzio, sonnecchiando anche, l’una vicino all'altro, senza sognare – finché, come ogni mattina, alle sette bussarono alla porta e, con gli abituali rumori della strada, con un vittorioso raggio di luce penetrato attraverso lo spiraglio della tenda e un chiaro riso di bambina dalla stanza accanto, cominciò il nuovo giorno.

inviato il 03/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie per l'informazione! Scelgo le seguenti 10righe: http://scrivi.10righedailibri.it/paradiso-e-inferno

Ciao Alessandro, sei nella finale settimanale di settembre. Scegli da oggi lunedì 10settembre a domenica 16settembre, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

Arthur Schnitzler (Vienna 1862 – Vienna 1931)

I Miserabili

immagine copertina
Victor Hugo
I Miserabili
Tradotto da Renato Colantuoni
Aldo Palazzi 1966
10 righe da pagina 261:

A quell’epoca in apparenza indifferente, una vaga corrente rivoluzionaria serpeggiava;alcuni aneliti, sprizzanti dalle profondità dell’ ’89 e del ’92, erano nell’aria. La gioventù era,ci passi la frase, in un periodo di muta. Tutti si trasformavano senza quasi avvedersene,con lo stesso moto del tempo; la sfera cammina sul quadrante e anche nelle anime,Ognuno faceva il proprio passo in avanti: i realisti diventavano liberali e i liberali democratici.
Era come una marea crescente, complicata da mille reflussi. Ora la caratteristica dei reflussi è far dei miscugli; donde singolarissime combinazioni d’idee. Si adoravano contemporaneamente Napoleone e la libertà.
Qui, stiamo facendo storia; ed i miraggi di quei tempi erano così.
Le opinioni traversano delle fasi. Il realismo volterriano, bizzarra varietà, ha avuto un riscontro

inviato il 28/07/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

dati inviati, grazie

Ciao Ossian, per Te un libro incentivo come finalista 10righe del mese di luglio scelte dalla redazione.
Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

grazie

Ciao Ossian sei nella finale del mese di luglio. 10righe scelte dalla redazione.

L'utilità dell'inutile

immagine copertina
Nuccio Ordine
L'utilità dell'inutile
BOMPIANI
10 righe da pagina 11:

L'utilità dei saperi inutili si contrappone radicalmente all'utilità dominante che, in nome di un esclusivo interesse economico, sta progressivamente uccidendo la memoria del passato, le discipline umanistiche, le lingue classiche, l'istruzione, la libera ricerca, la fantasia, l'arte, il pensiero critico e l'orizzonte civile che dovrebbe ispirare ogni attività umana. Nell'universo dell'utilitarismo, infatti, un martello vale più di una sinfonia, un coltello più di una poesia, una chiave inglese più di un quadro: perché è facile capire l'efficacia di un utensile mentre è sempre più difficile comprendere a cosa possano servire la musica, la letteratura o l'arte.

inviato il 25/07/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Evviva! =)

Ciao Flavia, sei nella finale settimanale di luglio.

Bussola

immagine copertina
Mathias Enard
Bussola
Tradotto da Yasmina Melaouah
e/o 2016
10 righe da pagina 178:

Volevo incontrare quel Dio così presente, così naturale che le sue umili creature, nella più completa povertà, chiamano se stesse i cani di Dio. Due visioni si contrapponevano vagamente nella mia testa: da un lato il mondo delle Mille e una notte, urbano, meraviglioso, debordante ed erotico, e dall'altro quello di Verso la Mecca, del vuoto e della trascendenza; Istanbul aveva significato per me la scoperta di una versione contemporanea della prima forma - speravo che la Siria mi avrebbe permesso non solo di ritrovare, nei vicoli di Damasco e di Aleppo dai nomi magici, la fantasticheria e la dolcezza sensuali delle Notti, ma anche di intravvedere, nel deserto questa volta, la luce del Tutto di Avicenna.

inviato il 23/07/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie

Ciao Elena, sei nella classifica finale, 10righe scelte da Voi utenti.

Oh Naty, grazie.

Staff per cortesia, ma anche io dovevo scegliere le 10 righe quando mi avete comunicato di aver vinto?
Perdonatemi, non ricordo il regolamento.

http://scrivi.10righedailibri.it/bussola,allo staff comunico di avere scelto queste 10 righe,natalina

Mathias Énard (Niort, 11 gennaio 1972)

Ramses il figlio della luce

immagine copertina
Christian Jacq
Ramses il figlio della luce
Tradotto da Francesco Saba sARDI
Classici Moderni Oscar Mondadori 2016
10 righe da pagina 111:

"Sii scriba" recitò Ramses con voce atona "perché un libro è più duraturo di una stele o di una piramide; esso conserverà il tuo nome meglio che qualsivoglia costruzione. Gli scribi hanno, come unici eredi, i loro libri di sapienza; i sarcedoti che celebrano i loro riti funebri, sono i loro scritti. Loro figlio è la tavoletta sulla quale scrivono, loro sposa la pietra coperta di geroglifici. Gli edifici più robusti si sgretolano e scompaiono, l'opera degli scribi attraversa le ere."

inviato il 19/07/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Rebecca sei nella finale del mese di luglio, 10righe scelte dalla redazione.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy