Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Il delitto di Kolymbetra

immagine copertina
Gaetano Savatteri
Il delitto di Kolymbetra
Sellerio 2018
10 righe da pagina 44:

Appena scesi dall'autobus della compagnia Russo che copre la tratta Palermo-San Vito Lo Capo, l'orizzonte si spalanca d'azzurro sopra il golfo di Màkari, percorso da nuvole veloci che spingono il sole al tramonto anche se «meteo.it» mi assicura che sta piovendo, ma il cielo per fortuna non legge le previsioni.
Dovrei scrivere sempre così. Il mio editore mi consiglia di mettere qualche descrizione in più [...].
Dovrei scrivere, ma non ho voglia. Ho firmato un contratto, ho preso l'anticipo, l'ho già speso e non ho ancora buttato giù una riga.
Sul desktop del computer c'è un file con una serie di titoli possibili del mio prossimo romanzo. Alla Camilleri: La cassata di Vigàta. Alla Malvaldi: L'ultimo burraco. Alla Manzini: Nec tecum nec sine te.

inviato il 14/04/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie ancora!

Ciao Oliva, sei nella finale di aprile, 10righe scaelte dalla redazione.

Avevo fatto un errore nel titolo. :)

Trieste sottosopra

immagine copertina
Mauro Covacich
Trieste sottosopra
Editori Laterza
10 righe da pagina 90:

Io giocavo con Sergio, Marina, Ada e tanti altri. [...] Facevamo un sacco di casino, però, non so come dire, sapevamo stare al nostro posto. Erano gli adulti i protagonisti della vita - non come adesso -; noi, il nostro casino, lo facevamo sempre ai margini della scena. Mangiavamo sul tavolino più piccolo, litigavamo, ci picchiavamo, ridevamo, sempre tra di noi. Dai nostri genitori avevamo tutte le coccole del mondo, ma nessuno si sarebbe sognato di andare a disturbarli mentre giocavano a carte o chiacchieravano. Nessuno si sarebbe sognato di svegliare il papà [...] per chiedergli di giocare. Non perché il papà fosse cattivo, semplicemente perché il papà decideva lui quando giocare e al momento dormiva, punto.Erano gli adulti ad avere l'orologio, erano loro a stabilire i tempi, frignare non serviva a niente.

inviato il 10/04/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!

Ciao Oliva, sei nella finale settimanale di apriel, 10righe scelte da Voi utenti.

Grazie, 10righe! Ho ricevuto l'agenda: è bellissima.

Se questo è un uomo

immagine copertina
Primo Levi
Se questo è un uomo
Einaudi 1992
10 righe da pagina 194:

I tedeschi non c'erano più.Le torrette erano vuote.
Oggi io penso che, se non altro per il fatto che un Auschwitz è esistito,nessuno dovrebbe ai giorni nostri parlare di Provvidenza:ma è certo che in quell'ora il ricordo dei salvamenti biblici nelle avversità estreme passò un vento per tutti gli animi.Non si poteva dormire;un vetro era rotto e faceva molto freddo.Pensavo che avremmo dovuto cercare una stufa da installare ,e procurarci carbone ,legna e viveri.
Sapevo che tutto questo era necessario,ma senza l'appoggio di qualcuno non avrei mai avuto l'energia di metterlo in atto.Ne parlai coi due francesi.
19 gennaio.I francesi furono d'accordo.
ci alzammo all'alba,noi tre-Mi sentivo malato e inerme avevo freddo e paura.
Gli altri malati ci guardarono con curiosità rispettosa:non sapevamo che ai malati non era permesso di uscire ....

inviato il 08/04/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie ,provvedo sicuramente,naty

Ciao Natalina, sei nella finale settimanale di aprile. Scegli da oggi 15 aprile a domenica 21 aprile, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

...aggiungo Grande scrittore!!!

Primo Levi nato il 31.Luglio 1919 -a Torino
Decesso il g.11.Aprile 1987.a Torino.

La brevità della vita

immagine copertina
Seneca
La brevità della vita
Tradotto da Marco Ciceri
Garzanti 2014
10 righe da pagina 23:

Può esserci qualcosa di più inutile del pensiero degli uomini che ostentano la capacità di essere previdenti? Essi si tengono occupati in modo operoso: per poter vivere meglio allestiscono la propria vita a spese della vita. I loro programmi li dispongono nel lungo periodo. D'altra parte il più grande spreco di vita è il suo differimento: esso ci sottrae ogni giorno che di volta in volta arriva, esso ci strappa i momenti presenti intanto che ne promette di futuri. Il più grande ostacolo al vivere è l'aspettare, che dipende dal domani e sciupa l'oggi. Dove guardi? Dove ti protendi? Vivi fin da subito.

inviato il 03/04/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie, Flavia! Trieste sottosopra è veramente un libro bellissimo: racconta Trieste ma anche l'autore. È un libro molto commovente, che ti rimane dentro.

grazie

Mi piacciono tanto le righe di Oliva – Trieste sottosopra: http://scrivi.10righedailibri.it/trieste-sottosopra. Lo metto anche nella mia lista dei libri da leggere!

Va bene, grazie =)

Ciao Flavia sei nella finale settimanale di aprile. Scegli dalunedi 8 aprile a domenica 14 aprile, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

L'ignoranza

immagine copertina
Kundera Milan
L'ignoranza
Tradotto da Giorgio Pinotti
Gli Adelphi 2000
10 righe da pagina 81:

Estasi; vita comune; fedeltà; vera passione. Josef si sofferma su queste parole. Che significato potevano avere per un giovane immaturo? Erano parole immense non meno che vaghe e la loro forza derivava appunto dalla loro nebulosità. Aspirava a sensazioni che non conosceva, che non capiva; le cercava nella sua compagna (spiando il suo volto ogni minima emozione), le cercava in se stesso (nel corso di interminabili ore di introspezione), ma sempre invano. E' in quel periodo che ha annotato (Josef non può non riconoscere la stupefacente perspicacia di una simile osservazione); "il desiderio di provare per lei compassione e il desiderio di farla soffrire sono lo stesso unico desiderio"

inviato il 02/04/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Francesca, sei nella finale settimanale di aprile.

La Madonna col cappotto di pelliccia

immagine copertina
Sabahattin Ali
La Madonna col cappotto di pelliccia
Tradotto da Barbara La Rosa Salim
Fazi 2018
10 righe da pagina 109:

L'avevo cercata a lungo,per tutta la vita.
L'avevo attesa.
Avevo consacrato tutta la mia attenzione e il mio essere per trovare questa persona,l'avevo cercata ovunque,e avevo analizzato con attenzione clinica ogni donna che mi capitava di incontrare,sviluppando un talento quasi morboso.era impossibile che stessi commettendo un errore.
Mai prima di allora mi ero lasciato trarre in inganno dai miei sentimenti.Da sempre questi erano alla base di ogni mio giudizio iniziale,solo dopo entravamo in gioco la ragione e la mia esperienza di vita che finivano per offuscarlo spesso in modo fallace.Ma puntualmente,era la prima impressione quella giusta.A volte succedeva che esprimevo un giudizio positivo su una persona,ma conil tempo si rivelava sbagliato o viceversa.

inviato il 01/04/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Natalina, sei nella finale settimanale di aprile.

Grazie a te cara Naty

Un Grazie,allo staff per la gentilezza dedicatami , nell'invio del libro..."Le buone vecchie maniere".

Sabahattin Ali n.25.2.1907 Ardino -Bulgaria
d-2.4 .1948 Kirkiareli -Turchia

Ballata di ogni donna

immagine copertina
Erica Jong
Ballata di ogni donna
Tradotto da Tilde Riva
Bompiani 1991
10 righe da pagina 283:

Italia. Non c’è niente di questo paese che non mi piaccia: la lingua, in cui tutto suona meglio, da “per favore passami i fagioli”, al posto di “please pass me the beans”, a “ti amo”, al posto di “I love you”. La gente, con la sua umanità, la sua anarchia, la sua eccentricità, eppure con una fede profonda in tutto quello che conta veramente: figli, arte, cibo, famiglia, conversazione, opera, giardinaggio, scarpe. […] Tutto lo stivale dell’Italia (e a me piacciono gli stivali) è lambito da una lingua di mare sensuale. Dai tempi di Roma a oggi, l’Italia è sempre stato un paese di cui ci si innamora, un tributo a tutto ciò che esiste nell’animo umano di durevole, folle, pagano, allegro, malinconico, ora banale ora divino.

inviato il 27/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Paola, sei nella finale di marzo, 10righe scelte dalla redazione.

http://scrivi.10righedailibri.it/ballata-di-ogni-donna -Cari amici dello Staff...ho scelto queste 10 righe,mi piacciono !!!

Erica Jong
Manhattan (USA), 26 marzo 1942

Tu, sanguinosa infanzia

immagine copertina
Michele Mari
Tu, sanguinosa infanzia
Einaudi 2009
10 righe da pagina 44:

Lí, su una panchina, incontri sempre qualche vecchio che ti guarda con rimprovero per il tuo presunto divertimento, tu che non sai nemmeno come si incominci, a divertirsi, da quale stretto pertugio della vita si debba passare, a pensarci bene è una beffa che proprio tu debba irritare quel vecchio ma non per questo non lo capisci, anzi gli sei fin troppo solidale, chi si diverte non dovrebbe mai darlo a vedere a chi non sa, a chi non può, che cosa impudica lo spasso, che cosa ingenerosa, siete giovani e baldi e tanto vi basti, al cospetto di un vecchiettino malinconico rannicchiatevi in voi, rallentate il passo, smungete un poco quel ceffo, atteggiate il sembiante ad un che di pensoso e di austero...

inviato il 26/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie! Ho scelto queste righe: http://scrivi.10righedailibri.it/le-menzogne-della-notte-1

Ciao Paola, sei nella finale settimanale di marzo. Scegli da lunedi 1 aprile a domenica 7 aprile, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

Michele Mari è nato a Milano il 26 dicembre 1955.

Alfabeti. Saggi di letteratura

immagine copertina
Claudio Magris
Alfabeti. Saggi di letteratura
Garzanti 2014
10 righe da pagina 9:

Dalla fantasia adolescente e improbabile di Salgari ho imparato l’amore per la realtà, il senso dell’unità della vita e la famigliarità con la varietà di popoli, civiltà, abiti, costumi, diversi ma vissuti come differenti manifestazioni dell’universale-umano; ho appreso pure che gli scrittori fanno vedere il mondo aldilà delle loro convinzioni, perché da Salgari non ho recepito l’ardore guerresco, che lo rese poi caro al Ventennio fascista, bensì un senso di fraterna uguaglianza di tutti i popoli della terra, così come più tardi Kipling – oltre al mistero e all’epica – mi avrebbe fatto amare gli elefanti e i templi indù più che la corona della regina Vittoria.

inviato il 23/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Eagledolvis, per Te un libro incentivo come finalista 10righe scelte da Voi utenti nel mese di marzo. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Eagledolvis, sei nella finale del mese di marzo, 10righe scelte dala redazione.

Claudio Magris
Trieste, 10 aprile 1939

Resilienti per sempre

immagine copertina
Anna Attolico
Resilienti per sempre
VIVERE LIBERO-Collana libri MIX COSENTINO 2018
10 righe da pagina 187:

3.1-Dare l'esempio
Conta più quello che fai rispetto a ciò che dici.
Se vuoi che tuo figlio apprenda dei valori,vivili tu per primo.
I figli registrano da tutto quello che si vive in famiglia.N mai quei libri on puoi pretendere che tuo figlio legga se a casa tua non ci sono libri,non ti vede mai leggere un quotidiano o non percepisce che la lettura è un vero piacere.Questo significa che se tu leggi non è scontato che tuo figlio diventerà un grande lettore ma comunque assocerà a quell'attività qualcosa di piacevole.E' come creare una grande libreria piena di libri ,con dentro i tuoi valori,le tue passioni ,i tuoi hobby.Forse i nostri figli non apriranno mai quei libri ma sanno dove trovare alcune informazioni.

inviato il 18/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Si , certamente ,grazie a tutti!!!

Ciao Natalina, sei nella finale settimanale di marzo. Scegli da lunedì 25 marzo a domenica 31 marzo, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

Un grande GRAZIE!!!naty

Fatto.

Allo Staff chiedo venia ,la casa Editrice del libro:Resilienti per sempre..è VIVERE LIBERO-Collana libri MIX COSENTINO.Per favore potete correggere,grazie!!!

Anna Attolico- nata a Brescia nel 1972,pedagogista e progettista,lavora da 25 anni nell'ambito educativo scrivendo progetti,aprendo servizi per bambini,adolescenti,giovani e famiglie,collabora in ambito scolastico.

Il Fuggiasco

immagine copertina
Massimo Carlotto
Il Fuggiasco
e/o edizioni 2005
10 righe da pagina 25:

Ancora oggi tengo fede al mio impegno morale, e continuo a dire che la latitanza è uno stato dell'anima, anche se sono convinto che la mia esperienza di latitante possa definirsi in modo più appropriato come una forma di metateatro della sopravvivenza.
Come nella commedia dell'arte, sono stato un volto che ha dato vita a una serie di maschere diverse, caricature di tipologie sociali ben definite, improvvisando giorno per giorno all'interno di un canovaccio che altro non era che l'intreccio tra la mia vicenda processuale e la scelta di sottrarsi alla giustizia. Personaggi scelti, voluti : una rottura con quella parte da telenovela giudiziari che il processo mi aveva cucito addosso prima e dopo la latitanza, l'unica che non abbia mai saputo interpretare. A essa mi sono sempre profondamente ribellato.

inviato il 18/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Emma, sei nella finale settimanale di marzo.

grazie a Eagledolvis che mi ha fatto ricordare questo autore che apprezzo molto

Massimo Carlotto è nato a Padova il 22 luglio 1956

Jack

immagine copertina
Amy Michael Homes
Jack
Tradotto da Adelaide Cioni
Feltrinelli 2010
10 righe da pagina 54:

Rimasero lì in piedi, a fissarsi, e intanto le pareti della stanza sembravano gonfiarsi. Mi ricordo la sensazione strana e improvvisa che quelli non fossero i miei genitori, che non fossero le stesse persone che conoscevo la settimana prima.
“Ti stai comportando come una pazza,” disse mio padre.
“Non venirmi tu a parlare di come mi comporto,” disse mia madre.
In apparenza non era cambiato nulla, ma durante la notte qualcosa che veniva da un altro pianeta, o forse un’altra casa in fondo alla strada, si era insinuato in casa nostra e si era impossessato dei corpi dei miei genitori.
“Va bene, va bene, disse mio padre, indietreggiando fino a essere praticamente fuori dalla porta d’ingresso. “Per oggi niente cinema Jackie.”

inviato il 12/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Patti, sei nella finale settimanale di marzo.

When the killing's done

immagine copertina
T. Coraghessan Boyle
When the killing's done
Bloomsbury 2011
10 righe da pagina 20:

Now she knew what it was like to go without, to fell the talons clawing at your throat, the tongue furred and bloating in the tomb of your mouth, barely able to swallow, to breathe. There was ice in the chest - and beer, chilled beer, the bottles clinking and chirping with the rhythm of the waves - but she didn’t dare crack the lid, even for an instant. It was the air inside that kept her afloat and if she lifted the lid the air would rush out and where would she be then? The bottles clinked.
Her throat swelled. The sun beat at her face. But this was a special brand of torture, reserved just for her, worse than anything devised by the most sadistic Jap commandant […].

inviato il 11/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Giulio, sei nella finale di marzo, 10righe scelte dalla redazione.

Nome d'arte Doris Brilli: I casi del maresciallo Ernesto Maccadò

immagine copertina
10 righe da pagina 14:

«Doris che?»
«Brilli», ripeté l’appuntato Misfatti.
«Un momento», lo interruppe il Maccadò.
Dopodiché si alzò, sotto lo sguardo curioso dell’appuntato, e si diresse alla finestra. Una volta dato uno sguardo fuori, verso la sponda opposta del lago, borbottò tra sé.
Il Misfatti, ingolosito, la sua curiosità ben temperata.
Avrebbe potuto anche avere un cerotto sulla bocca, la domanda sarebbe uscita dalle orecchie.
«Cosa c’è?»
«Si vede un po’ di sole!»
Una risposta del piffero, sentenziò tra sé l’appuntato, roba da non credere.
Tra l’altro detta con un tono di infantile entusiasmo che sconcertava ancora di più.
E che diavolo, non l’aveva visto mai il sole?
Lui poi, che veniva dritto dalla Calabria!

inviato il 11/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie

Ciao Giovanni, sei nella finale settimanale di marzo. Scegli da lunedì 18 febbraio a domenica 24 marzo, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

Andrea Vitali (Bellano, 5 febbraio 1956)

Carrera e Fracassi

immagine copertina
Daniel Guebel
Carrera e Fracassi
Tradotto da Mariana Califano
Edizioni La Linea s.r.l Bologna 2012
10 righe da pagina 113:

Rimase con lo sguardo perso all'orizzonte fino a quando non fu del tutto buio. Poi scavalcò le barriere di contenimento e camminò seguendo la corrente. L'acqua lo trascinò quasi contro la sua volontà verso il Club nautico; era salita di oltre venti centimetri da mezzogiorno. Le porta del club erano ancora aperte. Fracassi non sapeva per quale ragione fosse andato fin lì invece di starsene all'asciutto e al caldo nella sua stanza. Però appena fece il primo passo per entrare, se lo ricordò. Amato, il macellaio, lo stavo aspettando. Ma erano rimasti d'accordo di vedersi lì? E se era così, come mai se n'era dimenticato di in precedenza?

inviato il 05/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Alessandra, sei nella finale di marzo, 10righe scelte dalla redazione.

Memorie dal sottosuolo

immagine copertina
Fiodor Dostoevskji
Memorie dal sottosuolo
Tradotto da Milli Martinelli
BUR 2007
10 righe da pagina 116:

Io cedo che mia figlia non la darei in sposa a nessuno.
"Come ?"Liza accennando un sorriso.
"Sarei geloso,perdio.Non sopporterei che baciasse un altro uomo.Che volesse bene a uno che non fosse suo padre.E'duro solo da immaginare.Certo queste sono sciocchezze.Certo alla fine se ne fanno tutti una ragione.Io credo che mia figlia non la darei in sposa a nessuno.
"Come ?"Liza accennando un sorriso.
"Sarei geloso,perdio.Non sopporterei che baciasse un altro uomo.Che volesse bene a uno che non fosse suo padre.E'duro solo da immaginare.Certo queste sono sciocchezze.Certo alla fine se ne fanno tutti una ragione.
Ma io credo che,prima di concedere mia figlia mi sarei tormentato:avrei scartato tutti i pretendenti.Ma avrei finito però con accettare l'uomo che lei amasse.Anche se l'uomo che la figlia ama,per il padre è sempre il peggio

inviato il 04/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie a tutti...provvedo ad inviare i miei dati,naty

Ciao Natalina, per Te un libro incentivo come finalista settimanale di 10righe del mese di marzo. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie per aver scelto le mie righe :)

Grazie.

Spero vada bene così..naty

http://scrivi.10righedailibri.it/storia-di- Asta -,J-K-Stefansson
ho scelto queste 10 righe-

Riprovo..ho notato la diversità...

Ciao Natalina,potresi scrivere di nuovo il libro che hai scelto perchè il link non porta nella pagina corretta. Grazie.

http://scrivi.10righedailibri.it/La storia di Asta ,J-K.Stefansson

Ciao Natalina, sei nella finale settimanale di marzo. Scegli da lunedì 11 marzo a domenica 17 marzo, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

L'altra donna

immagine copertina
Doris Lessing
L'altra donna
Tradotto da Grazia Gatti
Feltrinelli 2011
10 righe da pagina 45:

Aveva intenzione di riflettere su se stesso e Rose, invece si addormentò subito. La mattina dopo se ne andò presto, prima che gli altri si svegliassero. Per tutto il giorno, in fabbrica, pensò: Rose, cosa devo fare con Rose? Dopo il lavoro andò istintivamente al pub. Pearle se ne stava tranquilla dietro il bancone, dimostrandogli con il suo comportamento che non gliene voleva per il cattivo umore della sera prima. Jimmie aveva in mente di bere un bicchiere e andarsene, invece ne bevve tre. L’allegria di Pearle gli piaceva. Lei gli raccontò che il suo ragazzo se la spassava con un’altra e aggiunse, come se la cosa quasi non la toccasse: “In fondo il mare è pieno di pesci”.
“Proprio così”, rispose Jimmie senza sbilanciarsi.

inviato il 01/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie staff! Sono molto contento, manderò l'indirizzo.

Ciao Giulio, per Te un libro incentivo come finalista 10righe scelte dalla redazione del mese di marzo. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Giulio, sei nella finale di marzo, 10righe scelte dalla redazione.

Tu l'hai detto

immagine copertina
Connie Palmen
Tu l'hai detto
Tradotto da Claudia Cozzi Claudia Di Palermo
Iperborea 2018
10 righe da pagina 127:

Potremmo percorrere migliaia di chilometri in un America meravigliosa,all'apice della felicità.Affrancati dalla città e dagli esseri umani evasi dal chiuso di quattro mura,dopo lungo tempo vedevamo di nuovo l'orizzonte,potevamo respirare liberamente,toccati nell'intimo da un paese sterminato e rurale,una natura che ogni centinaio di chilometri cambiava scenografia ,selvaggia e delicata,grandiosa e magica.Montagne,praterie,canyion,deserti e vulcani racchiudono una storia che precede la nascita di una nazione di immigranti,che conserva l'inizio dei tempi,antichissima,incontaminata,inviolata e inPotremmo percorrere migliaia di chilometri in un America meravigliosa,all'apice della felicità.Affrancati dalla città e dagli esseri umani evasi dal chiuso di quattro mura,dopo lungo tempo vedevamo di nuovo l'orizzonte,potevamo respirare liberamen

inviato il 25/02/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Natalina, sei nella finale settimanale di marzo. Scegli da lunedì 4 marzo a domenica 10 marzo, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

...e chiunque arrivi a Ellis Island inizia una nuova vita senza albero genealogico né origini ,sciolto dalle proprie radici,privo dei sedimenti di una famiglia.

Connie Palmen-Aldegonda Petronella Huberta Maria Palmen-nata l 25.Novembre 1955 a Sint Odilinberg -Olanda

Il piccolo libraio di Archangelsk

immagine copertina
Georges Simenon
Il piccolo libraio di Archangelsk
Tradotto da Massimo Romano
Biblioteca Adelphi 1958
10 righe da pagina 56:

Eppure aveva vissuto così per anni, da solo, e non ne aveva sofferto, non si era nemmeno accorto che gli mancava qualcosa Che cosa faceva, un tempo, a quell'ora ? Gli capitava di leggere, seduto dietro il bancone. Aveva letto molto, non solo romanzi, ma anche saggi su svariati argomenti, talvolta i più imprevedibili, dall'economia politica ai racconti di scavi archeologi .
Gli interessava tutto. Tirava fuori a caso un libro sulla meccanica, per esempio, pensando di scorrere solo un paio di pagine, e finiva col leggerlo da cima a fondo.

inviato il 24/02/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Emma, per Te un libro incentivo come finalista 10righe scelte dalla redazione, nel mese di Febbraio. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Emma,quante emozioni,ci danno i libri !!!

grazie ! questo è uno dei libri di Simenon che prediligo e ogni tanto mi piace rileggerlo

Ciao Emma, sei nella finale di febbraio, 10righe scelte dalla redazione.

Georges Simenon è nato a Liegi Belgio il 13.2.1903

I Malavoglia

immagine copertina
Giovanni Verga
I Malavoglia
Fratelli Treves 1907
10 righe da pagina 192:

Ma all’udire la storia di don Silvestro donna Rosolina di botto cambiò registro, e si mise a predicare col mestolo in mano, rossa come la conserva dei pomidoro, contro gli uomini che lusingano le ragazze da marito, e quelle pettegole le quali stanno alla finestra ad uccellalarli. Già si sapeva che razza di civetta fosse Barbara; ma faceva specie che ci cascasse anche uno come don Silvestro, il quale sembrava un uomo di proposito, e nessuno si sarebbe aspettato da lui un tradimento simile; invece poi andava a cercarsi guai con la Zuppidda e con don Michele, mentre ci aveva la sorte in mano e se la lasciava scappare. – Al giorno d’oggi per conoscere un uomo bisogna mangiare sette salme di sale.

inviato il 19/02/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie super stafff :)

Ciao Patti, per Te un libro incentivo come finalista 10righe settimanali, nel mese di Febbraio. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie.

prova commento link https://www.libridinosa.it

Grazie.

Grazie staff. Scelgo 10 righe tratte dal libro di Wilbur Smith
"Come il mare", postate da Giovanni Pisciottano :) http://scrivi.10righedailibri.it/come-il-mare-0

Ciao Patti, sei nella finale settimanale di febbraio. Scegli da lunedì 25 febbraio a domenica 3 marzo, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy