Amori

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Ovidio
Amori
Tradotto da Luca Canali
Fabbri 1997
10 righe da pagina 171:

O Cupido, giammai abbastanza indignato in mio favore,
fanciullo che risiedi perennemente nel mio cuore,
perché ferisci me, soldato che non ha mai disertato
le tue insegne, e sono ferito nel mio stesso campo?
Perché la tua fiaccola brucia e il tuo arco trafigge
gli amici? Maggior gloria vincere chi resiste.
E che? l'eroe emonio non soccorse subito con medico
aiuto il nemico che aveva trafitto la lancia?
Il cacciatore insegue la preda fuggitiva, la lascia se è presa,
e cerca sempre altro, diverso dal trovato.
Noi, popolo tuo, sentiamo i colpi delle tue armi;
la tua pigra mano si astiene dal nemico che resiste.
Che ti giova spuntare le tue frecce ricurve su ossa nude?

(Dipinto di Caravaggio, Cupido)

inviato il 19/03/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy