Anatolij Ljiupanov

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Emanuela Mercuri
Anatolij Ljiupanov
Ciesse Edizioni
10 righe da pagina 527:

«I giovani muoiono
e i vecchi resistono. La lugubre parabola della modernità».
Sussurrò. Richiusa la porta della camera, tolse la vestaglia e
completamente nudo si guardò allo specchio. I lunghi capelli si
527
riversarono sulle spalle. Sempre più magro, sottolineava con le dita delle mani le ossa del bacino e proseguiva lento verso le costole. Sfiorò lo specchio che da strumento di Narciso era divenuto il suo compagno da quasi 30 anni. Tolse la maschera e guardò i grumi di sangue che nell‟incavo del naso si erano formati. Una lacrima discese dall‟occhio sinistro e rivolgendo lo sguardo ancora a suoi stessi occhi, disse: «Gli ultimi atti di questo spettacolo si dispiegano e la morte permette che io sia il macabro burattinaio, per riparare al delitto che sbadato e illuso ho contribruito a spezzare la mia stessa vita. Siamo ombra e polvere. Che Dio mi perdoni».

inviato il 13/01/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy