Belfondo

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Jenn Dìaz
Belfondo
Tradotto da Alessandro Drenaggi
La Linea 2012
10 righe da pagina 38:

Ho già pronto il tuo epitaffio, puoi morire quando vuoi. Dopodichè si era messo a ridere scandalosamente. E poi era accaduto ciò che aveva temuto: col passare delle settimane, aveva esaurito gli abitanti di Belfondo. Ormai mancavano solo due epitaffi da scrivere: il suo e quello di sua moglie. Una notte, mentre erano coricati a letto dopo aver fatto l'amore come se stessero vivendo gli ultimi giorni del mondo, Orazio, senza togliere lo sguardo dal soffitto, disse:
Oggi ho scritto il tuo epitaffio, amore mio.

inviato il 26/11/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy