Certe fortune: I casi del maresciallo Ernesto Maccadò

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
10 righe da pagina 41:

A un paio di settimane dal suo insediamento il Crispini gli aveva chiesto un abboccamento, offrendo la propria penna per compilare un ritratto della persona oltre che del militare da offrire al popolo dei lettori. Penna che, aveva aggiunto, sarebbe stata a sua disposizione per dare eco alle azioni portate a termine da maresciallo e sottoposti.
Citare nomi e gradi accresceva fama e prestigio!
Per giungere a certi risultati però serviva, come dire?, una certa collaborazione o confidenza che dir si voglia.
Il Maccadò l’aveva lasciato parlare.
«Cosa ne dite?» aveva infine chiesto il Crispini.
«Dico che se avessi voluto finire sui giornali non avrei fatto il carabiniere ma il ballerino», aveva risposto.
Il Crispini era rimasto di sale.
«Serve altro?» s’era informato il Maccadò.
Sconcertato, il Crispini s’era alzato e s’era avviato per uscire.

inviato il 20/05/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Andrea Vitali (Bellano, 5 febbraio 1956)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy