Un cappello pieno di ciliege

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Oriana Fallaci
Un cappello pieno di ciliege
RCS libri 2008

...Non se ne accorse in tempo perché chi ama a vuoto spera che la persona amata ricambi il suo amore. In tale speranza vive, aspetta, si illude. Non vede quel che dovrebbe vedere, resta vittima di malintesi spesso crudeli, e a Rimini lei fu vittima d'un malinteso molto crudele. D'un equivoco addirittura atroce. Quando ciò che doveva accadere accadde, infatti, Antonio commise una grossa imprudenza. La coinvolse nella felicità che lo ubriacava, e forse per distrarre gli eventuali sospetti la trattò più affettuosamente di quanto l'avesse mai trattata. Come siete graziosa oggi, Giacoma, come ti dona quel vestito. Non stare lì sola, Giacoma, sedete accanto a me......E una mattina fece l'errore più grave di tutti. In uno slancio di entusiasmo, le dette un bacio. Un bacio sulla guancia, bada bene. Innocente. Il guaio è che Giacoma non era mai stata baciata da un uomo. Non sapeva distinguere tra un bacio vero e un bacio innocente. Nella sua ansia di essere amata da colui che amava credette o volle credere che all'improvviso Antonio si fosse innamorato di lei, e accecata dall'illusione non vi

inviato il 13/10/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

segnalibro aggiunto!

lo voglio:)

segnalibro aggiunto

segnalibro aggiunto!! bellisimo questo libro

segnalibro aggiunto!

segnalibro aggiunto!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy