Dialoghi con Leucò

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Cesare Pavese
Dialoghi con Leucò
Einaudi 1999
10 righe da pagina 104:

ODISSEO Tu stessa hai detto che porto l’isola in me.
CALIPSO […] Con te nessuno potrà condividerla. Le case saranno come il viso di un vecchio. Le tue parole avranno un senso altro dal loro. Sarai più solo che nel mare.
ODISSEO Saprò almeno che devo fermarmi.
CALIPSO Non vale la pena, Odisseo. Chi non si ferma adesso, non si ferma mai più. Quello che fai, lo farai sempre. Devi rompere una volta il destino, devi uscire di strada, e lasciarti affondare nel tempo…
ODISSEO Non sono immortale. CALIPSO Lo sarai se mi ascolti. Che cos’è la vita eterna se non questo accettare l’istante che va ? L’ebbrezza, il piacere, la morte non hanno altro scopo. Cos’è stato finora il tuo errare inquieto?
ODISSEO Se lo sapessi avrei già smesso. Ma tu dimentichi qualcosa. CALIPSO Dimmi. ODISSEO Quello che cerco l’ho nel cuore, come te.

inviato il 07/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Stupendo questo libro.

Cesare Pavese (Santo Stefano Belbo 1908 – Torino 1950), scrittore, poeta e traduttore italiano.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy