Diario

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Anna Frank
Diario
Tradotto da Arrigo Vita
Einaudi 1966
10 righe da pagina 193:

Venerdì ,3 marzo 1944
Cara kitty,
questa sera ,guardando le candele accese,mi sentii di nuovo tranquilla e felice .
Nella candela io vedo la nonna,ed è la nonna che mi difende e mi protegge e mi ritornare contenta.
Ma...c'è un altro da cui dipende il mio umore, ed è Peter .
Oggi,quando andai a prendere le patate e stavo ancora sulla scala con la padella piena,mi domandò:-Che cosa fai nel pomeriggio?
Mi sedetti sulla scala e cominciammo a discorrere.
Le patate,che intanto avevo deposto per terra,non arrivarono a destinazione che un'ora dopo,alle cinque e un quarto.
Peter non fece più parola dei suoi genitori;parlammo solamente di libri e della vita di prima.
Che sguardo caldo quel ragazzo!non ci manca più molto,credo,perché io me ne innamori.Questa sera egli ne ha parlato.
Dopo la pelatura delle patate entrai in camera sua e dissi che avevo molto caldo.
-Guardando Margot e me puoi capire qual'è la temperatura:se fa freddo siamo bianche ,se fa caldo siamo rosse,-dissi.
Sei innamorata?-domandò.
-Perché dovrei essere innamorata?-La mia risposta era molto sciocca.
-Perché no?-disse lui..

inviato il 22/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy