Disputationum adversus gentes – Libri VII (10righe tradotte da Riccardo Di Lorenzo)

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Arnobio o Arnobio di Sicca o Arnobio il Vecchio o Arnobio Afro
Disputationum adversus gentes – Libri VII (10righe tradotte da Riccardo Di Lorenzo)
Lipsiae 1816
10 righe da pagina 231:

Se un bue o un altro qualunque degli animali, che viene sacrificato per mitigare la collera degli dei, assumesse voce umana, direbbe queste parole: «… … … Chi ha dato al ferro la forma di spada? Non è stato forse l’uomo? Chi ha compiuto stragi di genti e ha imposto la schiavitù ai popoli? Non è stato forse l’uomo? Chi ha preparato bevande letali e le ha offerte ai genitori, ai fratelli, alle mogli, agli amici? Non è stato forse l’uomo? Chi ha premeditato e messo in atto così tanti misfatti, che a malapena potrebbero essere raccontati in 10.000 annali o in 10.000 giorni? Non è stato forse l’uomo? Ciò non è grandemente crudele, bestiale e orribile? E non ti sembra, o Giove, ingiusto e barbaro che sia ucciso e massacrato io, affinché tu sia placato e gli scellerati ottengano il perdono?»

inviato il 30/04/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Il discorso tra virgolette è la prosecuzione del discorso tra virgolette da me postato subito prima. E il discorso da me postato subito prima di questo è da leggersi al posto dei puntini di sospensione. I libri così antichi non hanno i diritti d'autore. Le traduzioni sono interamente mie.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy