Giovanna d'Arco

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Franco Cardini
Giovanna d'Arco
Oscar Mondadori
10 righe da pagina 158:

Era, ancora una volta, il mese di maggio. Come al tempo delle fate, come sotto le mura liberate di Orléans. Un legame sottile, arcano, tenace lega Giovanna allo splendore della primavera. Dopo il maggio degli antichi riti di fecondità e di rinascita della natura che l'inverno aveva sopito, dopo il fragor di guerra del maggio cavalleresco, ecco adesso il fuoco e il fumo del maggio del martirio. Vergine come Maria, anche Giovanna aveva fatto proprio il mese delle rose. Il santuario gotico di Mont Saint Michel ha tre piani, simbolo dei tre ordini sui quali si fonda la società tradizionale: quelli che pregano, quelli che combattono, quelli che producono e faticano. Giovanna pareva averli percorsi e riassumerli nella sua persona: aveva parlato con gli angeli, aveva guidato schiere in battaglia, aveva lavorato e sofferto nei suoi diciannove anni passati d'un lampo, dall'albero delle fate carico di fronde novelle, al tronco scabro e spoglio del patibolo di Rouen, tanto simile alla croce.

inviato il 20/08/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy