Giulio Cesare

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

William Shakespeare
Giulio Cesare
Tradotto da Flavio Giacomantonio
Biblioteca economica Newton 1995
10 righe da pagina 71:

Cassio: Vieni Antonio! E anche tu,giovane Ottavio,vieni!
Vendicatevi solo su Cassio, chè Cassio è stanco del mondo:
odiato da chi ama; sfidato da suo fratello; rimbrottato come
uno schiavo; tutti i suoi errori scrutati, annotati, studiati e
imparati a memoria, per poi rinfacciarli. Oh, la mia anima
potrebbe fluire dagli occhi col pianto! Ecco il mio pugnale, e
qui il mio nudo petto, con dentro un cuore più prezioso delle
miniere di Pluto, più ricco dell'oro: se tu sei un romano,
strappalo. Io, che ti ho negato l'oro, ti darò il mio cuore:
colpisci, come colpisti Cesare;

inviato il 12/09/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy