I confini dell'orizzonte

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Ignazio Fanni
I confini dell'orizzonte
Bastogi 2005
10 righe da pagina 192:

Un certo mercato avevano anche le compresse di Atabrine, un antimalarico che le truppe americane erano costrette a ingurgitare come cura per la malaria. I flaconi di questo medicinale si trovavano sulle tavole della mensa e i soldati dovevano assumere la loro razione durante i pasti.
Il prodotto aveva un poco piacevole effetto collaterale: oltre che dare una forte colorazione gialla alla pelle, provocava delle scariche di diarrea così violente e improvvise che molti non riuscivano ad evitare di farsela addosso. Per questo motivo i soldati cercavano di imboscarle e rivenderle alla popolazione locale che le usava per colorare di un bel giallo gli indumenti di lana, soprattutto di lana sarda che, oltre ad essere molto ruvida, al naturale aveva una brutta colorazione "sale e pepe" poco gradita soprattutto alle donne.

inviato il 31/01/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie a tutti per aver votato queste righe, sono particolarmente contenta di aver vinto con questo libro!!

Complimenti Cristina, queste righe sono state le più segnalibrate della settimana e con questi voti ti sei aggiudicata il libro incentivo:)
Comunicaci a info@10righedailibri.it un recapito a cui inviare il regalo e le tue preferenze sul genere di libri che ti piacciono.
Ciaoooooooooooooooooo

è basato su documenti e testimonianze di miei compaesani e di soldati, italiani, tedeschi, americani e francesi!!

Questo libro deve essere molto interessante, tanto più che è realistico, a quanto sembra...

...Grazie per la risposta:)

Sì, il libro è stato scritto da mio padre, parla dell'aeroporto di Trunconi attivo, durante la seconda guerra mondiale, nel mio paese.

Pura curiosità: vista l'omonimia, chi scrive è tuo parente?

Indumenti intimi venivano ricavati anche dai sacchetti, di ottimo cotone, per la farina e lo zucchero. Molto ricercata anche la seta dei paracadute, coperte e indumenti militari. Tuttavia la Military Police, che faceva la ronda anche in paese, sequestrava questi prodotti ai poveri malcapitati, sia che fossero stati rubati, sia che fossero stati barattati con altra merce, pagati in contanti o in natura.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy