I figli di Nadar

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Pierre Sorlin
I figli di Nadar
Tradotto da Sergio Arecco
Einaudi 2001
10 righe da pagina 46:

Per Baudelaire la fotografia doveva accontentarsi di conservare: "Che salvi dall'oblio [...] le cose preziose di cui va scomparendo la forma e che richiedono un posto negli archivi della nostra memoria" mentre "il tempo divora", i cliché fanno durare ciò che prima sembrava condannato all'effimero. Baudelaire non solo credeva nella creatività del fotografo, ma riteneva che questi potesse lavorare esclusivamente sul passato.

inviato il 25/09/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy