Il diritto di sognare

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Gaston Bachelard
Il diritto di sognare
Tradotto da Marina Bianchi
Dedalo 2008
10 righe da pagina 10:

E tutto lo stagno è avvolto nel profumo del suo fiore fresco, il fiore giovane, il fiore ringiovanito dalla notte. Al calar della sera — Monet l’ha visto migliaia di volte — il giovane fiore va a coricarsi sotto l’onda. […] E così ad ogni aurora, il fiore della ninfea — immensa sensitiva delle acque — ristorato da un buon sonno nella notte estiva, rinasce con la luce, e perciò è fiore eternamente giovane, figlio immacolato dell’acqua e del sole.
Tanta giovinezza ritrovata, una così costante sottomissione al ritmo del giorno e della notte, una tale esatta puntualità nel segnare l’attimo dell’aurora, tutto ciò fa della ninfea il fiore stesso dell’impressionismo.
La ninfea è un istante del mondo, un mattino degli occhi, il sorprendente fiore d’un’alba estiva. […]
ll mondo vuol essere visto. Innanzi che avesse occhi per vedere, l’occhio dell’acqua, il grande occhio delle acque tranquille, guardava i fiori sbocciare. E’ proprio in simile rispecchiamento – come dubitarne? – che il mondo per la prima volta prese coscienza della sua bellezza”.

inviato il 27/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Alessandro, sei nella finale di marzo, 10 righe scelte da voi utenti.

Gaston Bachelard (Bar-sur-Aube, 1884 – Parigi 1962), filosofo francese.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy