Il mercante di lana

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Valeria Montaldi
Il mercante di lana
PIEMME POCKET 2004
10 righe da pagina 165:

" [...] Tutte queste ricchezze a cosa servono? Il rispetto degli altri non si guadagna con lo sfarzo, ma con l'integrità del comportamento. L'ho capito troppo tardi. Ti aiuterò, Leonhardt, cercherò di parlare a Hermann, anche se dubito che capirà. In ogni caso, tu non andrai a Praborno: resterai qui con Sibilla e mi sarai vicino, se Dio vorrà, quando lui mi chiamerà al suo cospetto". Non sapevo più cosa dire, ero sbalordito, non avevo mai sentito mia madre parlare così. Lei mi ha congedato con una carezza e un bacio. Mi sono sentito strano, come se fossi tornato quel bambino che ero stato, desideroso di tenerezze materne mai ricevute.

inviato il 23/04/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy