Il mio paese inventato

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Isabel Allende
Il mio paese inventato
Tradotto da Tiziana Gibilisco
Mondolibri su licenza Feltrinelli 2003
10 righe da pagina 45:

In questi ultimi anni alcune tribù mapuche sono insorte e il paese non può continuare a ignorarli. In realtà gli indios sono di moda. Intellettuali ed ecologi sono alla ricerca di un antenato con la lanccia per abbellire il proprio albero genealogico, perché un intrepido indigeno è decisamente molto più chic di un marchese malaticcio e stremato dalla vita di corte. Confesso che ho cercato di acquistare un cognome mapuche per vantarmi di un bisnonno cacicco, proprio come prima si compravano i titoli nobiliari europei, ma per il momento non ci sono ancora riuscita. Sospetto che mio padre abbia ottenuto così il suo blasone: tre cani famelici in campo blu, se ricordo bene. Lo stemma in questione rimase nascosto in cantina e non fu mai menzionato, perché i titoli nobiliari erano stati aboliti con la dichiarazione d'indipendenza dalla Spagna e, inoltre, in Cile niente è più ridicolo che cercare di farsi passare per nobile.

inviato il 23/07/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy