Il sentiero del West

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Alfred B. Guthrie
Il sentiero del West
Tradotto da Orazio Viani
Mondadori 1976
10 righe da pagina 6:

Probabilmente era roba da pazzi, questo viaggio per l’Oregon. Però era bello pensarci, bello come quando si pensa di smettere vecchie abitudini e piantare vecchi posti. Come aveva detto suo padre una volta, parlando della sua venuta giù per l’Ohio su una chiatta, non c’è posto più bello di quello che sta più avanti. Era l’epoca in cui veniva la smania di muoversi, l’epoca in cui i campi e gli alberi, nonostante il loro aspetto spoglio e derelitto, mostravano di sapere che la primavera era vicina. Il sangue scorreva più forte nelle vene e la testa si riempiva di idee. Una volta, quando s’era incendiata la casa paterna, aveva sentito un po’ allo stesso modo, come se le cose che aveva fatto da ragazzo non bisognasse più farle, e lui potesse ricominciare tutto daccapo e costruirsi la vita a modo suo.

inviato il 31/07/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Alfred Bertram Guthrie Jr.
Bedford, 13 gennaio 1901 – Choteau, 26 aprile 1991 (USA)
Vincitore del Premio Pulitzer per la narrativa nel 1950

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy