IL TANGO DELLA VECCHIA GUARDIA

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Arturo Pérez-Reverte
IL TANGO DELLA VECCHIA GUARDIA
Tradotto da BRUNO ARPAIA
Rizzoli 2013
10 righe da pagina 13:

Non si guardarono fino a quando non terminò il boston - era What I'll Do - e l'orchestra attaccò il tango A media luz. Erano rimasti per un attimo immobili sulla pista semivuota, uno di fronte all'altra; vedendo che lei non tornava al suo tavolo - un uomo in smoking, sicuramente il marito, si era appena seduto - alle prime battute lui aprì le braccia e la donna vi si adattò immediatamente, impassibile come prima. Gli appoggiò la mano sinistra sulla spalla, allungò languida l'altro braccio e iniziarono a muoversi lungo la pista - scivolare, Max pensò che fosse quella la parola giusta - di nuovo con le iridi color miele fisse al di là del ballerino, senza guardarlo sebbene allacciata a lui con una precisione stupefacente; al ritmo sicuro e lento dell'uomo che, da parte sua, cercava di mantenere la distanza rispettosa e corretta, il contatto dei corpi imprescindibile per comporre figure.

inviato il 07/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy