Il trono di spade

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
George Martin
Il trono di spade
A. MONDADORI

«Tu non eri là, Robert.» La voce di Eddard Stark era venata di amarezza.
«Non c'è stato alcun onore in quella conquista.»
«Che gli Estranei se lo portino alla dannazione, il tuo stramaledetto onore, Ned!»
imprecò il re. «Quando mai un Targaryen ha saputo che cos'è l'onore? Scendi nella
tua cripta, chiedi a tua sorella Lyanna dell'onore del drago!»
«Lyanna è stata vendicata, Robert.» Ned si arrestò accanto al suo re. «Tu l'hai
vendicata, al Tridente.»
«Promettimi, Ned» gli aveva sussurrato Lyanna prima di andare per sempre.
«Non è servito a riportarla indietro.» Lo sguardo di Robert vagò sull'immensità
grigiastra della pianura. «Maledetti siano gli dei. Che vittoria amara hanno voluto
concedermi... Perché io avevo pregato che fosse la ragazza, la mia vittoria. Tua
sorella al sicuro... e di nuovo mia, com'era destinata a essere. E ora io chiedo a te,
Ned, a che cosa serve sedere su un trono, quando gli dei si fanno beffe tanto delle
preghiere dei re quanto di quelle dei pastori?»

inviato il 01/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

<3

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy