La geometria dei sentimenti - Lettere d'amore

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Leo Ferlan
La geometria dei sentimenti - Lettere d'amore
Tradotto da Diario vincitore del Premio Pieve - Banca Toscana 2008
Terre di Mezzo Editore 2009
10 righe da pagina 89:

Alger, 12 aprile 1953
Miriam mia,
ora che sono tornato, mi sento inselvatichito, irrequieto e
scontento, come una bestia catturata. Se non ci fossero i
libri - questo pane indispensabile per un cervello affamato
-, resterei laggiù nel bled per dei mesi. Ma ho un gran bi-
spgno di carta stampata; é un vizio, un culto che non smet-
terei per nessuna cosa al mondo. Ho bisogno anche di
carta scritta, di carta azzurrina, colle tue iniziali, colla tua
calligrafia, i tuoi pensieri, il tuo affetto. Anche per questo,
torno spesso ad Alger.

inviato il 23/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy