La luna a strisce

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Lucia Amendola Ranesi
La luna a strisce
Guida
10 righe da pagina 297:

Il mare notturno dormiva un sonno irrequieto, borbottando e proiettando improvvisamente magnifici spruzzi, che s'innalzavano come candidi ventagli al di là delle rocce. Come un bassorilievo l'intera scena del golfo di Napoli veniva fuori dalle tenebre, quando la luna piena, liberatasi dalle nuvole che la soffocavano, accese d'argento i profili delle isole, della punta di Sorrento, e delle onde infinite che si rincorrevano all'orizzonte.
Eugenio fu colto da un senso d'inesprimibile armonia, lo stesso che Dante suggeriva nell' ultima terzina della sua Commedia. "L'amor che muove il sole e l'altre stelle." I movimenti divini sono quelli lenti, ma inarrestabili, eterni come l'Universo. E chi fa parte dell'armonia che governa il mondo, condivide quella stessa lentezza e inarrestabilità.

inviato il 15/09/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy