La meraviglia di Alice

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Grilletto Salterino
La meraviglia di Alice
E'unBET Edizioni
10 righe da pagina 1:

A ventanni mi sentivo una persona finita.

Quello in cui vivevo era un piccolo, ordinario, comune paese di provincia, e la mia, una tipica famiglia di un paese di provincia, una famiglia normale. Questo aveva rappresentato il mio giudizio e la mia pena: le persone normali non gradiscono sconvolgimenti, né gradiscono che le loro faccende possano finire sulla bocca di tutti.

Il mio destino era stato segnato dalla colpa di aver reso pubblica quella vergogna che, mia madre in particolare, considerava bucato da lavare sotto il tetto di casa. Il mio rifiuto di accettare un “mettiamo tutto a tacere”, che è, pare, il miglior modo di curare i mali terribili fingendo che non siano mai comparsi né esistiti, non era stato accettato, e io pagavo semplicemente le conseguenze della mia testardaggine .

inviato il 02/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

gugolatelo se vi va, è gratis

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy