La ragazza di carta

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Guillaume Musso
La ragazza di carta
Tradotto da Laura Serra
Sperling & Kupfer 2011
10 righe da pagina 239:

«In fondo cos'è un libro, Milo? Semplici lettere allineate in un dato ordine sulla carta. Per creare un racconto non basta avervi messo la parola fine. Nei miei cassetti ho degli abbozzi di manoscritti mai pubblicati, ma li considero storie morte, perché nessuno vi ha mai messo gli occhi sopra. Un libro prende corpo soltanto con la lettura. E' il lettore che gli da vita, elaborando immagini che vanno a creare il mondo immaginario nel quale evolvono i personaggi.»
La nostra conversazione fu interrotta dalla bibliotecaria con pochi clienti, che offrì a Milo una tazza di cioccolata alle spezie.
Il mio amico ne prese un sorso e disse: «Ogni volta che uno dei tuoi libri è distribuito nelle librerie e comincia a vivere la sua vita, tu mi dici sempre che non ti appartiene più realmente».
«Proprio così. Appartiene al lettore, che prende il testimone appropriandosi dei personaggi e facendoli vivere nella sua mente. A volte interpreta anche a modo suo certi brani, dando loro un senso che non era quello che io avevo in testa all'inizio, ma che fa lo stesso parte del gioco.»

inviato il 30/07/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Che belle queste righe!!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy