La zattera di pietra

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Josè Saramago
La zattera di pietra
Tradotto da Rita Desti
FELTRINELLI 2010
10 righe da pagina 33:

Non toglierci la luce, Signore, fa' che ritorni, e prometto che fino alla fine dei miei giorni non ti farò altre suppliche, questo dicevano i peccatori pentiti, che esagerano sempre. Chi viveva nei bassi, poteva credere di trovarsi in un pozzo tappato, chi viveva in alto, saliva in cima e per molte leghe intorno non distingueva una sola luce, ed era come se la terra avesse cambiato orbita e viaggiasse in uno spazio senza sole. Con mani tremule si accesero nelle case le candele, le pile, i lumi a petrolio tenuti in serbo per qualche mancanza, ma non questa, i candelabri d'argento battuto,quelli di bronzo che servivano solo da soprammobile, le palmatorie di latta, i lumi a olio dimenticati, deboli luci che popolarono di ombre l'ombra e lasciarono intravedere squarci di visi spaventati, scomposti come se riflessi sull'acqua.

inviato il 18/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie mille, Barbara! :)

Ciao Teresa, questa settimana dovevo scegliere 10 righe da premiare... Ho scelto le Tue :D
Ricordati di mandare un'email a libroincentivo@10righedailibri.it

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy