Le cose che non ho detto

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Azar Nafisi
Le cose che non ho detto
Tradotto da Ombretta Giumelli
Adelphi 2009
10 righe da pagina 14:

Quando muore una persona cara ci ritroviamo di colpo nel mondo dei vivi, cui alla fine, bene o male finiamo col cedere; ma quello dei morti, come un amico o un nemico immaginario, o un'amante segreta, continua a invitarci, con il richiamo di quello che abbiamo perso. Cos'è il ricordo se non uno spettro nascosto in un angolo della mente, pronto a irrompere durante il giorno, o a disturbare il nostro sonno, con un atroce dolore, una gioia, qualcosa che non abbiamo detto o che abbiamo ignorato? Quando muoiono i nostri cari non è soltanto la loro presenza che ci viene a mancare, o i loro sentimenti, ma anche il modo in cui ci hanno permesso di conoscerli, e di conoscere noi stessi.

inviato il 09/07/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie a tutti per i segnalibri :))

Complimenti Cristina.

Le tue 10 righe sono state le più segnalibrate e quindi ti sei aggiudicata il libro incentivo di questa settimana.
Ricordati di scegliere le tue 10 righe preferite fra quella che verranno condivise da oggi e fino alle 24 di domenica notte.

segnalibro

Bello!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy