Le fiabe del focolare

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Jacob e Wilhelm Grimm
Le fiabe del focolare
Tradotto da Clara Bovero
Giulio Einaudi 1951
10 righe da pagina 114:

LA FANCIULLA SENZA MANI
Un mugnaio era caduto poco a poco in miseria e non aveva più che il suo mulino e, dietro, un grosso melo.
Un giorno, che era andato a far legna nel bosco, gli si avvicinò un vecchio, che non aveva mai visto e gli disse: - Perchè ti affanni a spaccar legna ? Io ti farò ricco, e se mi prometti, quel che c'è dietro il tuo mulino-. " Che altro può essere, se non il mio melo ?" pensò il mugnaio, e disse : - Sì - e s'impegnò per iscritto con lo sconosciuto.
Ma questo risse beffardamente e disse : - Fra tre anni verrò a prendere quel che mi spetta-, e se ne andò.
Quando il mugnaio arrivò a casa, sua moglie gli andò incontro e gli disse : - Dimmi, com'è piovuta in casa nostra quest'improvvisa ricchezza ? Casse e cassoni si son riempiti d'un tratto; la roba nessuno è venuto a portarla, e non so da dove venga.
- Da uno sconosciuto che ho incontrato nel bosco e che mi ha promesso grandi tesori, in cambio, mi sono impegnato per iscritto a cedergli quel che c'è dietro il mulino: possiamo ben dargli il grosso melo !

inviato il 04/01/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

:D

non mi vergogno a dirvi che oggi mi sono andata a rileggere con piacere queste fiabe e grazie a chi ? alla LIBRIDINOSA che mi ha segnalato la data del compleanno di Grimm

nasceva il 4 gennaio 1785 ad Hannu Germania Jacob Grimm

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy