L'eleganza del riccio

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Muriel Barbery
L'eleganza del riccio
Tradotto da Emanuelle Caillat e Cinzia Poli
Edizioni E/O 2007
10 righe da pagina 170:

Non ho figli, non guardo la televisione e non credo in Dio, tutti sentieri che gli uomini calpestano per rendere la loro vita più semplice. I figli aiutano a rimandare l'angoscioso dovere di affrontare se stessi, compito a cui in seguito provvedono i nipoti. La televisione distrae dalla massacrante necessità di fare progetti a partire dal nulla delle nostre frivole esistenze e, ingannando gli occhi, solleva la mente dalla grande opera del senso. E infine Dio mitiga i nostri timori di mammiferi e l'insopportabile prospettiva che i nostri piaceri un giorno abbiano fine. Quindi io, senza nè prole, senza pixel per stordire la cosmica consapevolezza dell'assurdo, certa, invece, della fine e della previsione del vuoto, credo di poter affermare che non ho scelto la via della semplicità.

inviato il 20/11/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!! Ho appena mandato i miei dati :)

Ciao Francesca per te un libro incentivo per la classifica settimanale del mese di novembre. Manda i tuoi dati a: libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie...

Grazie, staff, sarà fatto :)

Ciao Francesca sei nella classifica settimanale di novembre. Scegli 10righe che più ti piacciono da oggi 27 novembre a domenica 3 dicembre, riportando qui nei commenti il link.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy