L'estate del cane nero

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Francesco Carofiglio
L'estate del cane nero
Marsilio 2008
10 righe da pagina 204:

Da quando scrivo è così. Chiudo le porte del mondo e ne apro altre.
Scrivo al buio, da sempre, mai di mattina. O meglio, se scrivo di mattina lo faccio con le finestre e le persiane chiuse. Mi sembra che questa sia l'unica condizione, per concentrarmi e per aprire quel varco che mette in comunicazione con un mondo parallelo, lontano da quello presente, distante, luminoso.
Ho iniziato a scrivere molto presto, quando andavo ancora a scuola. Racconti avventurosi che pescavano a mani piene nelle storie di Mompracem oppure nei risvolti misteriosi dei romanzi di Conan Doyle, Edgar Allan Poe e Maupassant.
Da ragazzo leggevo moltissimo e assorbivo tutto come una spugna, avida, per poi restituire con altrettanta generosità.

inviato il 20/07/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy