L'estate e altri saggi solari

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Albert Camus
L'estate e altri saggi solari
Tradotto da Sergio Morando
Bompiani 2019
10 righe da pagina 34:

La brezza è fresca e il cielo turchino. Amo questa vita con abbandono e voglio parlarne liberamente: essa mi dà l'orgoglio della mia condizione d'uomo. Pure, spesso mi è stato detto: non esiste nulla di cui essere fieri. Sì, qualcosa c'è: questo sole, questo mare, il mio cuore che balza di giovinezza, il mio corpo che sa di sale e l'immenso scenario dove s'incontrano l'amore e la gloria nel giallo e nell'azzurro. È per conquistare questo che devo adoperare la mia forza e le mie risorse. Qui tutto mi lascia integro, non abbandono nulla di me stesso, non indosso alcuna maschera: mi basta apprendere pazientemente la difficile scienza della vita che vale certamente tutto il loro saper vivere.

inviato il 09/09/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Albert Camus (Dréan, 7 novembre 1913 – Villeblevin, 4 gennaio 1960).

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy