L'uomo che voleva essere colpevole

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Henrik Stangerup
L'uomo che voleva essere colpevole
Tradotto da Anna Cambieri
Iperborea 2017
10 righe da pagina 138:

Sapeva che quella era la sua unica occasione per dire le cose che non sentivano più dire da anni, per ricordare loro tutto quello che da tempo avevano dimenticato. Che cosa voleva dire essere un essere umano e non solo un’insignificante pedina in un gigantesco progetto superiore, che nessuno sapeva in cosa consistesse, neppure coloro che credevano di saperlo. (…) Era certo che tutti lo stessero ascoltando e riprese a parlare evocando le parole che aveva contribuito a eliminare dalla lingua, ma che di nuovo avrebbero riacquistato un significato: la parola amore, responsabilità, affetto, sentimento, umanità, onestà, perdono e colpa. Lui era colpevole. Non erano state le circostanze a spingerlo a uccidere Edith.

inviato il 02/09/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy