Marcovaldo

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
italo calvino
Marcovaldo
Einaudi
10 righe da pagina 95:

Ormai era un albero su due ruote,quello che correva la città disorientando vigili guidatori pedoni.E le nuvole,nello stesso tempo,correvano le vie del vento,svetagliavano di pioggia un quartiere e poi l'abbandonavano;e i passanti uno a uno sporgevano la mano e richiudevano gli ombrelli;e,per vie corsi e piazze,Marcovaldo rincorreva la nuvola,curvo sul manubrio,imbaccuccato nel cappuccio da cui sporgeva solo il naso,col motorino scoppiettante a tutto gas,tenendo la pianta nella traietoria delle gocce,come se lo strascico di pioggia che la nuvola si tirava dietro si fosse impigliato alle foglie e così tutto corresse trascinato dalla stessa forza:vento nuvola pioggia pianta ruote.
Il lunedì Marcovaldo si presentò al signor Viligelmo a mani vuote.
E la pianta?chiese il magazziniere-capo.
E' fuori.Venga...Dove?Fece Viligelmo.-Non la vedo.

inviato il 26/09/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy