Monologhi impossibili

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Carlo A. Borghi
Monologhi impossibili
Arkadia Editore 2018
10 righe da pagina 25:

Corpo eretico, corpo blasfemo e corpo di strega, questo sarei stata per gli Inquisitori e pensare che ero al culmine dei miei successi. Carlo VII mi aveva attribuito una vera insegna nobiliare e araldica, con spada, gigli e corona, compresa la possibilità di trasmettere il titolo anche per via ereditaria femminile.
Un bel colpo, per una donzelletta di campagna. Tanti mi hanno invidiata e calunniata per questo.
Così, mio padre e mia madre che erano poveri contadini, si erano ritrovati nobili. Se avessi fatto figli, anche loro sarebbero stati nobili di nomina reale ma io sono rimasta un giglio casto e puro, come avevano diagnosticato le nobildonne di corte che avevano esaminato le mie parti intime, per conto dei giudici mentre ero sotto processo.

inviato il 26/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy