Non ho urla in me

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Alessandro Dall'Olio
Non ho urla in me
LS Editore 2009

C’è odore di forni e farine mentre la luna va scomparendo,
stanca di un’altra notte a rinfrancar passioni.
C’è bisogno di una meta, di un orizzonte in questo vagare.
Servirebbe un amico con cui inoltrarsi nel mattino,
per stare ancora un poco nella sagoma di un lampione.
Si rifugge il bagliore perché il buio attenua i contorni,
si può essere altro,
rallentando fino i battiti.
Basterebbe parlare di un cane che passa, e non abbaia.
Anche lui non ha che dire, per questo se ne va.
Oppure si potrebbe stare a labbra chiuse a guardare il tempo,
ad asciugare sulle tasche i palmi delle mani.
Ad ascoltare il silenzio di te che non chiami.

inviato il 21/11/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy