Non vedo, non sento, non parlo. Autismo infantile

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Michele Zappella
Non vedo, non sento, non parlo. Autismo infantile
Arnoldo Mondadore Editore 1984
10 righe da pagina 72:

Mentre lavoravo con i signori Vinci mi apparve compiutamente chiaro che l'elemento centrale della proposta che avevo fatto loro era che il genitore si prendesse carico delle tristezze, dei dolori del figlio, accettasse di condividerli al punto di evocarli spontaneamente per poi intervenire nei momenti di difficoltà più evidenti. Mi chiesi se non fosse questo uno dei nodi centrali che legava l'autismo alla società industriale contemporanea, che ha coltivato in sé la folle illusione che il dolore fosse da mettere definitivamente al bando, e tutti avessimo il dovere di essere perennemente felici. Ecco, invece, che è proprio il dolore condiviso ad aprire un varco decisivo nell'estrema solitudine di un bambino. Ma non è la solitudine una delle caratteristiche prime di questa stessa società?

inviato il 07/07/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy