PANE E TEMPESTA

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
STEFANO BENNI
PANE E TEMPESTA
I NARRATORI FELTRINELLI 2009
10 righe da pagina 127:

ra tardi e faceva un po’ freddo.
Il nonno stregone se ne andò via con alcolico ondeggiamento, seguito dallo sguardo interrogativo di tutti.
“avete capito cosa voleva dire il vecchio? Io no” disse Kathy Aspirina.
2Io credo” disse Alice “che volesse farci capire che in pochi anni il mondo è cambiato più in fretta che in tutti i secoli precedenti. E lui ha vissuto questi grandi, rapidissimi cambiamenti. Noi invece ne vediamo solo un pezzo.
“Noi non vediamo cambiare più niente”, disse Belinda, “tutt’al più passiamo da un canale all’altro col telecomando.
“Nonno Stregone è uno dei più vispi del paese”, sospirò Nerofumo “ma guarda com’è ridotto”.
“l’alcol è una gran brutta cosa” disse Belinda scolando la quarta birretta.
“Che tristezza ragazzi” disse Giorgio, con voce un po’ strascicata.

inviato il 15/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy