Patafisica e arte del vedere

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Jean Baudrillard
Patafisica e arte del vedere
Tradotto da Antonio Bertoli
Giunti Citylights 2006
10 righe da pagina 52:

Il ventesimo secolo avrà visto ogni tipo di crimini - Auschwitz, Hiroshima, genocidi - ma il solo vero crimine perfetto è, con le parole di Heidegger, “la seconda caduta dell’uomo, la caduta nella banalità”.
Violenza omicida della banalità che, proprio nella sua indifferenza e nella sua monotonia, è la forma più sottile di sterminio. Un vero teatro della crudeltà, della nostra crudeltà, completamente sdrammatizzata e senza traccia di sangue. Crimine perfetto perché abolisce tutte le poste in gioco e cancella le sue proprie tracce – ma soprattutto perché, di questo omicidio, siamo al tempo stesso gli artefici e le vittime.
Finché questa distinzione esiste, il crimine non è perfetto. Ora, in tutti i crimini storici che conosciamo la distinzione è chiara. Solo nel suicidio l’assassino e la vittima si confondono e in questo senso ‘immersione nella banalità equivale davvero a un suicidio della specie.

inviato il 16/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a "Libri in piazza”
http://scrivi.10righedailibri.it/libri-piazza

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy