Rivoluzione

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Jack London
Rivoluzione
Mattioli 1885
10 righe da pagina 186:

Così tornai alla classe lavoratrice nella quale ero nato e alla quale appartenevo. Non mi interessava più risalire. L’edificio della società che incombeva sul mio capo non conteneva più alcuna premessa di gioia. Sono le fondamenta dell’edificio che mi interessano. Poiché lì sono contento di lavorare, picozza alla mano, a fianco di intellettuali, idealisti e lavoratori con una coscienza di classe, per riuscire ogni tanto a far traballare tutto l’edificio. Un giorno quando avremo più braccia e picozze, lo capovolgeremo e insieme ci libereremo di tutti quei morti insepolti, della vita marcia, del mostruoso egoismo e dell’ottuso materialismo. Dopodiché ripuliremo gli scantinati di questa società e ne costruiremo una nuova, migliore, dove non ci saranno salotti e le stanze avranno grandi finestre luminose e si respirerà l’aria limpida, nobile e onesta.

inviato il 23/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Alessandra :)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy