ROOM (Stanza, Letto, Armadio, Specchio)

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
EMMA DONOGHUE
ROOM (Stanza, Letto, Armadio, Specchio)
Tradotto da CHIARA SPALLINO ROCCA
Mondadori Editore 2016

"Spaventato è come ti senti" dice Ma' "ma coraggioso è quello che sarai."
"Come dici?"
"Spaveggioso."
"Spavoso."
Le parole sandwich la fanno sempre ridere ma io non stavo scherzando.
"Qual è la parte del nostro piano che ti preoccupa?" chiede Ma'.
"L'ospedale. E se non mi ricordo le parole giuste?"
"Devi solo dire che tua madre è imprigionata e che è stato l'uomo che ti ha portato lì a rapirla."
"Ma le parole..." "
Cosa vuoi dire?" Attende.
"Se non mi vengono?"
Ma' si mette le dita sulle labbra. "Mi dimentico sempre che non hai mai parlato con nessuno a parte me."
Aspetto.
Lei fa un sospiro lunghissimo e rumoroso. "Ascolta, mi è venuta un'idea. Scriverò un bigliettino con tutte le spiegazioni e tu lo terrai nascosto."
"Okay."
"Basta che lo dai alla prima persona che incontri, non a un paziente, però, ma a qualcuno che porta il camice."
"E questo qualcuno cosa farà?"
"Lo leggerà, ovviamente."
"Quelli della Tv sanno leggere?"
Mi fissa. "Sono persone in carne e ossa, ricordatelo, proprio come noi.
"Non riesco ancora a crederci ma non lo dico.

inviato il 01/08/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy