Se una notte d'inverno un vaggiatore

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Italo Calvino
Se una notte d'inverno un vaggiatore
Oscar Mondadori 2011
10 righe da pagina 255:

- Anche io sento il bisogno di rileggere i libri che ho già letto, - dice un terzo lettore, - ma a ogni rilettura mi sembra di leggere per la prima volta un libro nuovo. Sarò io che continuo a cambiare e vedo cose nuove di cui prima non m’ero accorto? Oppure la lettura è una costruzione che prende forma mettendo insieme un gran numero di variabili e non può ripetersi due volte secondo lo stesso disegno? Ogni volta che cerco di rivivere l’emozione d’una lettura precedente, ricavo impressioni diverse e inattese, e non ritrovo quelle di prima. In certi momenti mi sembra che tra una lettura e l’altra ci sia un progresso: nel senso per esempio di penetrare di più nello spirito del testo, o di aumentare il distacco critico. In altri momenti invece mi sembra di conservare il ricordo delle letture d’uno stesso libro l’una accanto all’altra, entusiaste o fredde o ostili, sparse nel tempo senza una prospettiva, senza un filo che le leghi.

inviato il 05/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!

Vera, abbiamo condiviso le tue 10 righe sui social :)

L'immagine scelta é il doodle che Google ha dedicato a Calvino, rappresentante le Cosmocomiche

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy