Sul buon uso della lentezza

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Perre Sansot
Sul buon uso della lentezza
Nuova Pratiche Editrice
10 righe da pagina 191:

Camminare in punta di piedi per non interrompere una conversazione, per non disturbare il sonno di un bambino. Gli umili se ne vanno da un giardino pubblico come dalla vita, in punta di piedi.
Tenere gli occhi bassi, non per prudenza o paura, ma perché non bisogna squadrare le persone in modo maleducato. C'è sempre una certa sfrontatezza nel guardare qualcuno dritto in viso.
Gli occhi semichiusi dopo una gran mangiata, in segno di soddisfazione, per non turbare la gioia della digestione, per fingere beatitudine perché siamo pieni da scoppiare delle vettovaglie offerte e ingerite.
Sonnecchiare, non prestare attenzione a un mondo che non la merita, ma non piombare comunque nelle tenebre dell'incoscienza. Restare nel dormiveglia. La testa penzolante, le mani sulla pancia, la bocca socchiusa, tutto il nostro corpo arreso alla libertà in una posizione che uno sguardo malevolo definirebbe ridicola.
L'uomo e la sua ombra: che cosa c'è di più banale, di più spiegabile con l'aiuto del sapere delle scienze umane?

inviato il 12/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Sonnecchiare, non correre, godere il riposo, ma.... vivere, non lasciarsi vivere, vivere pienamente!

Complimenti Tino! Approvo! ;)

Queste belle righe sono quelle con il maggior numero di segnalibri, complimenti Tino ti sei aggiudicato un libro incentivo... devi però fare due cose
1) inviarci un recapito a cui farti avere il tuo premio
libroincentivo@10righedailibri.it
2) scegliere le tue righe preferite fra quelle che verranno postate questa settimana

Ci mancherebbe! Concordo con quello che scrivi, anzi aggiungo che bisognerebbe essere sempre di più consapevoli e presenti in quello che ci accade e accade intorno a noi. Altrimenti la vita che viviamo assomiglia a una lunga e lenta premorte….
Ciao Ursula

Sonnecchiare, non prestare attenzione a un mondo che non la merita, ma non piombare comunque nelle tenebre dell'incoscienza. Restare nel dormiveglia ... Segnalibro! ;)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy