Tess dei d'Uberville

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Thomas Hardy
Tess dei d'Uberville
Tradotto da Giuliana Alda Pompili
BUR 2010
10 righe da pagina 339:

Invece dell'aria incolore degli altipiani, l'atmosfera laggiù era di un intenso azzurro; invece dei grandi appezzamenti di un centinaio di acri in cui era ormai abituata a faticare, c'erano sotto a lei campicelli di meno di una dozzina di acri, così numerosi che sembravano, da quell'altezza, come maglie di una rete. Qui il paesaggio era biancobruno; laggiù, come nella valle del Froom, era sempre verde.
Tuttavia era in quella valle che il suo dolore aveva preso forma e Tess non l'amava più come in passato; la bellezza per lei, come per tutti quelli che hanno esperienza, non stava nelle cose, ma in ciò che le cose simboleggiavano.

inviato il 11/11/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy