Troppa felicità

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Alice Munro
Troppa felicità
Tradotto da Susanna Basso
Einaudi 2011
10 righe da pagina 27:

Ciò che conosco di me stesso è il Male che ho dentro. Ecco il segreto della mia tranquillità.
Voglio dire che conosco il mio Peggio.
Può darsi che sia peggio del peggio di altri, ma non ci devo pensare e nemmeno preoccuparmene.
Scuse non ce n'è.
Ho trovato la pace. Sono un Mostro ? il Mondo dice di sì e,se lo dice, concordo. Ma d'altra parte devo aggiungere che il Mondo non significa niente per me. Io sono me Stesso e non ho nessuna possibilità di essere un me Stesso diverso. Potrei sostenere che allora ero pazzo ma cosa vuol dire ? Pazzo. Sono. Io sono io. Non ho potuto cambiare il mio Io al tempo, e non posso ora.
Doree,se hai letto fino a questo punti, c'è una cosa in particolare che voglio dirti, ma che non riesco a mettere per scritto. Se mai dovessi tornare,magari te la dirò allora. Non credere che sia senza cuore. Non credere che non cambierei le cose se potessi, ma non posso.
Ti spedisco questa lettera al lavoro perchè me lo ricordo e anche iil nome della città,perciò come vedi il cervello mi funziona ancora, per certi versi.

inviato il 06/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy