In tutto c'è stata bellezza

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Manuel Vilas
In tutto c'è stata bellezza
Tradotto da Bruno Arpaia
La Fenice 2018
10 righe da pagina 277:

A Barbastro mia madre fu una pioniera in fatto di prendere sole. Prendeva il sole ovunque. Fece scuola. E convertì alcune delle sue amiche a quella religione la cui liturgia si basava su una cosa molto semplice: prendere il sole. Quando arrivava giugno, andava giù al fiume a prendere il sole con le amiche. Tutta l'estate la passava a prendere il sole. Poi diventava nera, come se cambiasse razza. E le piaceva che la gente le dicesse così: "sei nera". Non dicevano "sei abbronzata"; allora in Spagna, si diceva "com'è nera"; perché il passato è anche un rito di parole e un modo di pronunciarle. L'arrivo della paura fa sì che la gente parlo con un altro accento, con un'altra pronuncia.
La mia nostalgia r nostalgia di un parlare lo spagnolo. La mia nostalgia è nostalgia di un mondo senza paura.

inviato il 26/05/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy