Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Valentina Castellaneta

Se il sole muore

immagine copertina
Oriana Fallaci
Se il sole muore
Rizzoli
10 righe da pagina 388:

Io mi diverto ad avere trent'anni, io me li bevo come un liquore i trent'anni: non li appassisco in una precoce vecchiaia ciclostilata su carta carbone.
Sono stupendi perché sono liberi, ribelli, fuorilegge, perché è finita l'angoscia dell'attesa, non è incominciata la malinconia del declino, perché siamo lucidi, finalmente, a trent'anni!
Se siamo religiosi, siamo religiosi convinti. Se siamo atei, siamo atei convinti. Se siamo dubbiosi, siamo dubbiosi senza vergogna. E non temiamo le beffe dei ragazzi perché anche noi siamo giovani, non temiamo i rimproveri degli adulti perché anche noi siamo adulti. Non temiamo il peccato perché abbiamo capito che il peccato è un punto di vista, non temiamo la disubbidienza perché abbiamo scoperto che la disubbidienza è nobile. Non temiamo la punizione perché abbiamo concluso che non c'è nulla di male ad amarci se ci incontriamo, ad abbandonarci se ci perdiamo: i conti non dobbiamo più farli con la maestra di scuola e non dobbiamo ancora farli col prete dell'olio santo. Li facciamo con noi stessi e basta, col nostro dolore da grandi.

inviato il 13/11/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Chiedo scusa è stato pubblicato per Rizzoli nel 1965

Ciao Valentina, in che anno è stato pubblicato? :)

Ciao Valentina, io li compio fra qualche giorno... Bellissime righe. :)

:)

e io li compio domani.....

L'eleganza del riccio

immagine copertina
Muriel Barbery
L'eleganza del riccio
Edizioni e/o
10 righe da pagina 14:

Il problema è che i bambini credono ai discorsi dei grandi e, una volta grandi, si vendicano ingannando a loro volta i figli. “La vita ha un senso e sono gli adulti a custodirlo” è la bugia universale cui tutti sono costretti a credere. Da adulti, quando capiamo che non è vero, ormai è troppo tardi. Il mistero rimane, e tutta l'energia disponibile è andata da tempo sprecata in stupide attività. Non resta che cercare di anestetizzarsi, nascondendo il fatto che non riusciamo a dare un senso alla nostra vita e ingannando i nostri figli per cercare di convincere meglio noi stessi.
La gente crede di inseguire le stelle e finisce come un pesce rosso in una boccia.
Mi chiedo se non sarebbe più semplice insegnare fin da subito ai bambini che la vita è assurda. Questo toglierebbe all'infanzia alcuni momenti felici, ma farebbe guadagnare un bel po' di tempo all'adulto – senza contare che si eviterebbe almeno un trauma, quello della boccia.

inviato il 23/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

grassie cara è uno dei miei libri preferiti! una specie di breviario per i giorni belli e per quelli un po' più brutti!

ottima scelta... racchiude l'esistenza! Brava!

La mia anima è ovunque tu sia

Aldo Cazzullo
La mia anima è ovunque tu sia
A. MONDADORI

"Anche quando saremo lontani, vorrei che il mio amore fosse sempre con te, come un pensiero allegro in fondo alle giornate tristi, o un amico che ti fa compagnia quando sei sola. Spero che il mio amore si renda utile, come lo scialle che indossi quando hai freddo e poi posi quando voli via, libera e leggera. Attenta però a non dimenticarlo, a non lasciarlo chissà dove. Maneggialo con cura, il mio amore, quando lo porti in giro: bada a non urtare gli spigoli, proteggilo dalle chiacchiere indiscrete. Ricordati che il mio pensiero ti segue sempre, il mio cuore ti appartiene, e la mia anima è ovunque tu sia."

inviato il 18/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Valentina :)

altra tentazione ! vediamo se resisto

Se il sole muore

immagine copertina
Oriana Fallaci
Se il sole muore
Rizzoli 1994
10 righe da pagina 191:

Ci ritroveremo ancora
non so dove, non so quando,
ma so che ci ritroveremo
in un giorno di sole.
Sorridi, ti prego, come sai sorridere tu,
sorridi finché il cielo azzurro
scaccia le nuvole nere,
e saluta, ti prego, la gente che conosco.
Digli he non starò a lungo lontano,
li farà contenti sapere
che mentre partivo cantavo questa canzone:
Ci ritroveremo ancora
non so dove, non so quando
ma so che ci ritroveremo
in un giorno di sole.

inviato il 13/11/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Volentieri Emma, augurissimi Valentina un abbraccio dalle lettrici scatenate ;)

grazie Elena, la canzone mi è piaciuta molto , dedichiamola a Valentina per il suo bel compleanno ! oggi il tema qui è quello del sole che atmosfericamente non c'è ma è già tanto averlo dentro di noi.

http://www.youtube.com/watch?v=rxRnZtObQyM

Emma, ascolta questa canzone. Grazie per questa bellissima poesia.

grazie Emma grazie mille!!

auguri Valentina e che nella tua vita ci sia sempre tanto sole ! La tua è l'età più àbella della vita , te lo dico io che l'ho già passata.

Il piccolo principe

immagine copertina
Antoine de Saint-Exupéry
Il piccolo principe
Tradotto da Nini Bompiani Bregoli
BOMPIANI 2000
10 righe da pagina 84:

E' una follia odiare tutte le rose perché una ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perchè uno è fallito.
E' una follia condannare tutte le amicizie perché una ti ha tradito, non credere in nessun amore solo perché uno di loro è stato infedele, buttare via tutte le possibilità di essere felici solo perché qualcosa non è andato per il verso giusto.
Ci sarà sempre un'altra opportunità, un'altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c'è un nuovo inizio.

inviato il 07/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Carmela abbiamo pubblicato le tue 10 righe sul sito Libridinosi http://www.libridinosi.com/antoine-de-saint-exupery-il-piccolo-principe/

Grazie Carmela :)

pag 84

Complimenti Carmela!!!
Le tue 10 righe sono risultate le più segnalibrate e per questo ti aggiudichi il libro incentivo!
Lunedì prossimo, dopo aver scelto il vincitore tra le 10 righe postate da oggi a domenica 20 ottobre, invia il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it
per poter ricevere il libro incentivo devi però integrare con il numero della pagina da cui hai tratto il brano, hai tempo fino a lunedì prossima... dai!!!! sfoglia il libro e inviaci il numero della pagina
http://www.10righedailibri.it/giochi-segnalibri

Grazie!

traduttore Bompiani Bregoli N.,anno di edizione 2000. Pagina non ricordo, queste righe le avevo annotate sul mio diario perchè mi hanno colpito tantissimo

Amo questo libro. L'ho letto più e più volte provando ogni volta, la stessa emozione

Carmela, nome del tratture, anno di edizione e numero della pagina da cui hai tratto le 10 righe? :)

Marigold Hotel

immagine copertina
Deborah Moggach
Marigold Hotel
Tradotto da Paolo Gessini
Elliot 2013
10 righe da pagina 129:

In cuor suo, Evelyn non aveva mai creduto alle storie dei cristiani, se ne era resa perfettamente conto di recente. Nessuno che si definiva Dio avrebbe potuto permettere che accadesse ciò che accadeva. Forse gli indiani, che erano colpiti da tragedie immani e incomprensibili, avevano il buon senso di non ritenere nessuno responsabile. Delle esistenze così miserabili e così terribilmente brevi dovevano trovare un motivo di conforto nel sapere che questo è solo un viaggio attraverso il regno animale. Non c'era da stupirsi, allora, se apparivano così rassegnati, sereni addirittura.

inviato il 01/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie :-)

Benvenuta Carmela :)

L'ultimo ballo di Charlot

immagine copertina
Fabio Stassi
L'ultimo ballo di Charlot
Sellerio Editore 2012
10 righe da pagina 231:

Era il comune senso delle proporzioni che dovevo stravolgere. Scelsi così un paio di calzoni sformati, mi abbottonai a fatica un gilè e una giacca troppo stretti e calzai due scarpe enormi e logore. Mi guardai allo specchio. Non mi ero mai sentito così a mio agio. Il mio vestito era una disubbidienza. Ci aggiunsi una bombetta, un bastone, una cravatta e una farfalla. Mancava solo un ultimo dettaglio: mi agitai i capelli e mi incollati sotto al naso un paio di baffetti neri e per la prima volta seppi qual era la mia faccia.

inviato il 24/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Angela :)

Angela, dove hai preso l'immagine animata del tuo profilo? Grazie

penso che lo leggerò!

:)

si, anche a me sta piacendo!!! ;)))

Lo sto leggendo, mi piace molto.

Le parole scappate

immagine copertina
Arianna Papini
Le parole scappate
Coccole e Caccole 2011
10 righe da pagina 48:

Da quando disegno con la nonna mi vengono meglio le parole
e mi va via l'agitazione per la scuola. Allora ho imparato il trucco
e quando in classe danno da fare il compito mi prendo cinque minuti,
faccio un disegno piccolo che nasce dalle parole della maestra
e dopo sono più bravo.
E' una specie di magia.
La mamma è venuta a parlare con la maestra e hanno capito che devo disegnare per fare i compiti.
Io sono felice, così ho la scusa per colorare quanto voglio la memoria della mia nonna Mariadele,

inviato il 25/09/2013
Nei segnalibri di:

Una stanza tutta per sé

immagine copertina
Virginia Woolf
Una stanza tutta per sé
Newton Compton
10 righe da pagina 77:

È inutile dire che gli esseri umani dovrebbero appagarsi della tranquillità; hanno bisogno di azione; e se non la trovano, la creano. Milioni di persone sono condannate a un destino ancora più immobile del mio, e milioni si ribellano silenziosamente contro la loro sorte. Nessuno sa quante ribellioni fermentano nelle masse che popolano ls terra. Di solito si crede che le donne siano calme: ma le donne sentono proprio come degli uomini; hanno bisogno quanto i loro fratelli di esercitare le loro facoltà e di avere un campo per i loro sforzi; soffrono di una costrizione troppo rigida, di una stagnazione troppo assoluta, esattamente come soffrirebbero gli uomini; ed è meschino da parte dei loro simili più privilegiati dire che esse dovrebbero limitarsi a far budini e sferruzzare, a suonare il piano e ricamare borsette. È sconsiderato condannarle o deriderle, quando cercano di fare o imparare più di quanto il costume ha decretato necessario per il loro sesso.

inviato il 26/09/2013
Nei segnalibri di:

L'isola di Arturo

immagine copertina
Elsa Morante
L'isola di Arturo
Einaudi 1995
10 righe da pagina 345:

La lettera
...Non ho piu' nella memoria,naturalmente il testo preciso di quella lettera;ma ne ricordo benissimo il concetto.All'incirca essa in breve diceva così:Caro pa,l'ultima parola,che adesso ti scrivo,è questa:che hai fatto male stasera se davvero hai creduto ch'io desiderassi ancora di viaggiare assieme a te,come quando ero piccolo.A quell'epoca,forse era vero che lo desideravo,ma oramai questo desiderio è finito.E sbagli pure se credi che io abbia invidia dei tuoi amici. Da ragazzino forse era vero che li invidiavo, ma ormai ho conosciuto che sono dei mostri delinquenti e dei fetenti orribili.E spero che una volta o l'altra là nellacittà dove ti trovi con loro,uno di loro ti uccida. Perché io

inviato il 23/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Personalmente ,lo definisco...indimenticabile,ed inoltre ,nel nostro mondo ...quanti hanno gli stessi pensieri adolescenziali??? non aggiungo altro
grazie per la condivisione.

ho adorato questo libro e la sua atmosfera particolare

...Perché io ti odio.E preferirei esssere nato senza padre e senza madre e senza nessuno.Addio .ARTURO.
Allo staff chiedo cortesemente se possibile aggiungere ..queste due righe,grazie!

L'ultimo ballo di Charlot

immagine copertina
Fabio Stassi
L'ultimo ballo di Charlot
Sellerio 2013
10 righe da pagina 42:

Quando approdammo alla baia di New York, strinsi gli occhi così forte da non farci entrare nemmeno una briciola di luce. Avevo vent'anni e l'America più di quattrocento, il vento spruzzava di acqua salata il viso di tutti i passeggeri del Kingaroo ammassati sul ponte a guardare la nuova terra dalle balaustre e la mia vita stava per cambiare per sempre. Per celebrare l'arrivo, avevano tirato fuori anche i clandestini e le famiglie di emigranti. Nella frenesia, un marinaio mi caricò sulle spalle e mi portò fino all'aria aperta, ma mi mise giù dalla parte sbagliata. Con la schiena rivolta alla costa.

inviato il 23/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Ho messo 2013 perché la mia è la terza edizione. Lo sapete che molte librerie di Roma non c'è più? E' in ristampa.

Così mentre il resto della nave osservava New York, io fissavo ancora l'oceano.
E' l'ultima cosa che ricordo della prima parte della mia vita: una distesa di acqua che mi allaga gli occhi e mi impedisce di respirare: Fu lì, sopra a un vapore mezzo arrugginito e davanti allo spago azzurro dell'orizzonte, che presi la mia decisione e pronunciai il mio giuramento.
Sui calendari, il mese di novembre del 1909 contava appena due giorni di vita.
L'America, non l'avrei mai degnata di uno sguardo.

Gita al faro

immagine copertina
Virginia Woolf
Gita al faro
Tradotto da Anna Laura Malagò
Biblioteca Economica Newton
10 righe da pagina 90:

Non c’era traccia di fusione. Sedevano tutti separati uno dall’altro. E lo sforzo di fondere, di far convergere, di creare, gravava tutto su di lei. E di nuovo, senza rancore, come un dato di fatto, senti la sterilità degli uomini, perchè se non ci pensava lei, non ci avrebbe pensato nessuno; e quindi, dandosi quella leggera scossa che si dà ad un orologio che si sia fermato, fece ricominciare quella vecchia pulsazione familiare, così come si fa ricominciare il ticchettio dell’orologio, uno, due, tre, uno, due, tre. Forza, forza, ripetè ascoltandola, proteggendo e incoraggiando quella pulsazione ancora debole come si fa schermo a una fiammella con un giornale.

inviato il 23/09/2013
Nei segnalibri di:

Dance Dance Dance

immagine copertina
Haruki Murakami
Dance Dance Dance
Tradotto da Giorgio Amitrano
Einaudi 1988
10 righe da pagina 113:

Perciò i tuoi piedi non dovranno mai fermarsi. Anche se quello che fai può sembrare stupido, non pensarci. Un passo dopo l'altro, continua a danzare. E tutto ciò che era irrigidito e bloccato piano piano comincerà a sciogliersi. Per certe cose non è ancora troppo tardi. I mezzi che hai, usali tutti. Fai del tuo meglio. Non devi avere paura di nulla. Adesso sei stanco. Stanco e spaventato. Capita a tutti. Ti sembra tutto sbagliato. Per questo i tuoi piedi si bloccano. Alzai gli occhi e guardai la sua ombra sul muro. - Danzare è la tua unica possibilità, - continuò. - Devi danzare, e danzare bene. Tanto bene da lasciare tutti a bocca aperta. Se lo fai, forse anch'io potrò darti una mano. Finché c'è musica, devi danzare!

inviato il 20/09/2013
Nei segnalibri di:

Se il sole muore

Se il sole muore 5 years 42 settimane fa

Chiedo scusa è stato pubblicato per Rizzoli nel 1965

Se il sole muore 5 years 43 settimane fa

e io li compio domani.....

Se il sole muore

Se il sole muore 5 years 43 settimane fa

grazie Emma grazie mille!!

L'ultimo ballo di Charlot

L'ultimo ballo di Charlot 5 years 49 settimane fa

penso che lo leggerò!

L'isola di Arturo

L'isola di Arturo 5 years 50 settimane fa

ho adorato questo libro e la sua atmosfera particolare

L'eleganza del riccio

L'eleganza del riccio 5 years 50 settimane fa

grassie cara è uno dei miei libri preferiti! una specie di breviario per i giorni belli e per quelli un po' più brutti!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy