Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di carmelalagatta

Il piccolo principe

immagine copertina
Antoine de Saint-Exupéry
Il piccolo principe
Tradotto da Nini Bompiani Bregoli
BOMPIANI 2000
10 righe da pagina 84:

E' una follia odiare tutte le rose perché una ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perchè uno è fallito.
E' una follia condannare tutte le amicizie perché una ti ha tradito, non credere in nessun amore solo perché uno di loro è stato infedele, buttare via tutte le possibilità di essere felici solo perché qualcosa non è andato per il verso giusto.
Ci sarà sempre un'altra opportunità, un'altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c'è un nuovo inizio.

inviato il 07/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Carmela abbiamo pubblicato le tue 10 righe sul sito Libridinosi http://www.libridinosi.com/antoine-de-saint-exupery-il-piccolo-principe/

Grazie Carmela :)

pag 84

Complimenti Carmela!!!
Le tue 10 righe sono risultate le più segnalibrate e per questo ti aggiudichi il libro incentivo!
Lunedì prossimo, dopo aver scelto il vincitore tra le 10 righe postate da oggi a domenica 20 ottobre, invia il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it
per poter ricevere il libro incentivo devi però integrare con il numero della pagina da cui hai tratto il brano, hai tempo fino a lunedì prossima... dai!!!! sfoglia il libro e inviaci il numero della pagina
http://www.10righedailibri.it/giochi-segnalibri

Grazie!

traduttore Bompiani Bregoli N.,anno di edizione 2000. Pagina non ricordo, queste righe le avevo annotate sul mio diario perchè mi hanno colpito tantissimo

Amo questo libro. L'ho letto più e più volte provando ogni volta, la stessa emozione

Carmela, nome del tratture, anno di edizione e numero della pagina da cui hai tratto le 10 righe? :)

Marigold Hotel

immagine copertina
Deborah Moggach
Marigold Hotel
Tradotto da Paolo Gessini
Elliot 2013
10 righe da pagina 129:

In cuor suo, Evelyn non aveva mai creduto alle storie dei cristiani, se ne era resa perfettamente conto di recente. Nessuno che si definiva Dio avrebbe potuto permettere che accadesse ciò che accadeva. Forse gli indiani, che erano colpiti da tragedie immani e incomprensibili, avevano il buon senso di non ritenere nessuno responsabile. Delle esistenze così miserabili e così terribilmente brevi dovevano trovare un motivo di conforto nel sapere che questo è solo un viaggio attraverso il regno animale. Non c'era da stupirsi, allora, se apparivano così rassegnati, sereni addirittura.

inviato il 01/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie :-)

Benvenuta Carmela :)

Se il sole muore

immagine copertina
Oriana Fallaci
Se il sole muore
Rizzoli
10 righe da pagina 388:

Io mi diverto ad avere trent'anni, io me li bevo come un liquore i trent'anni: non li appassisco in una precoce vecchiaia ciclostilata su carta carbone.
Sono stupendi perché sono liberi, ribelli, fuorilegge, perché è finita l'angoscia dell'attesa, non è incominciata la malinconia del declino, perché siamo lucidi, finalmente, a trent'anni!
Se siamo religiosi, siamo religiosi convinti. Se siamo atei, siamo atei convinti. Se siamo dubbiosi, siamo dubbiosi senza vergogna. E non temiamo le beffe dei ragazzi perché anche noi siamo giovani, non temiamo i rimproveri degli adulti perché anche noi siamo adulti. Non temiamo il peccato perché abbiamo capito che il peccato è un punto di vista, non temiamo la disubbidienza perché abbiamo scoperto che la disubbidienza è nobile. Non temiamo la punizione perché abbiamo concluso che non c'è nulla di male ad amarci se ci incontriamo, ad abbandonarci se ci perdiamo: i conti non dobbiamo più farli con la maestra di scuola e non dobbiamo ancora farli col prete dell'olio santo. Li facciamo con noi stessi e basta, col nostro dolore da grandi.

inviato il 13/11/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Chiedo scusa è stato pubblicato per Rizzoli nel 1965

Ciao Valentina, in che anno è stato pubblicato? :)

Ciao Valentina, io li compio fra qualche giorno... Bellissime righe. :)

:)

e io li compio domani.....

IL MANIPOLATORE

immagine copertina
MICHAEL ROBOTHAM
IL MANIPOLATORE
Tradotto da Sonia Comizzoli
TIMECRIME 2013
10 righe da pagina 13:

C'è un momento in cui tutta la speranza svanisce, tutto l'orgoglio è perduto, tutte le aspettative. tutta la fede, tutti i desideri. Quel momento è mio. Appartiene a me. E' allora che sento il suono di una mente che va in pezzi. Non è lo sciocco secco di quando un passo si frantuma, una spina dorsale si incrina o un cranio si frattura. E non è dolce e umido come il cedere di un cuore. E' un suono che ti fa dondolare quanto dolore possa sopportare una persona, un suono che infrange i ricordi e lascia che il passato fluisca nel presente; un suono così acuto che solo i mastini dell'Inferno possono udirlo. Riesci a sentirlo? Qualcuno, rannicchiato su sè stesso, sta piangendo piano in una notte senza fine.

inviato il 14/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Un ringraziamento all'editore TimeCrime per il libro incentivo!

Restituzione

immagine copertina
Dorotea Gérard
Restituzione
Tradotto da Irma Rios
Catia Righi 2011
10 righe da pagina 116:

Sopra il sedile che circondava il tronco di un tiglio gigantesco, Katia stava seduta immobile, con l'anima assorta nella contemplazione del risveglio della Natura. Era, infatti, il primo giorno, in cui le appariva realmente, che il lungo inverno, con tutti i suoi orrori, era trascorso, e che si avanzavano la primavera e l'estate con le loro delizie.Fra gli avanzi dei giunchi dell'anno precedente, colpite dal gelo, le rane principiavano a gracidare, e dalle foreste al di là del lago, da dove, durante i primi mesi invernali, non si era udito giungere che il lugubre urlo di qualche lupo, oggi era invece pervenuto al suo orecchio il tubare di un colombo selvatico.Qua e là un salice isolato o una betulla, spiccavano col loro fogliame verde-tenero, sullo sfondo oscuro delle querce dai rami ancor nudi e da tutte le parti si udiva il cinguettìo degli uccelli, che sembrava volessero compensarsi per tutto il tempo in cui il rigido inverno li aveva condannati al silenzio.

inviato il 15/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Carmela, sono un pò in ritardo per i ringraziamenti, ma per un pò non ci sono stata grazie comunque anche se il libro sicuramente l'ho perso, ma non fa nulla, basta il tuo pensiero e basta condividere le dieci righe tutti insieme per divulgare la CULTURA e l'Amore per i nostri LIBRI.... Grazie ^_^

Ciao, ho scelto queste tue 10 righe per regalare il libro incentivo di questa settimana. Manda il tuo indirizzo alla mail libroincentivo@10righedailibri.it e riceverai a casa il libro per te.

La lettera scarlatta

immagine copertina
Nathaniel Hawthorne
La lettera scarlatta
Tradotto da Fausto Maria Martini
Newton Compton 2013
10 righe da pagina 44:

Perla, la sua Perla! L'aveva chiamata così, non perché il volto della bambina ricordasse minimamente lo splendore gelido e calmo delle perle, ma per l'altissimo prezzo che quella creatura costava al suo cuore di madre, che aveva dato tutto per lei, e perché quello era il suo unico tesoro.
Impressionante contrasto: gli uomini avevano punito la sua colpa con una condanna che metteva quella madre al bando dell'umanità civile, e il cielo l'aveva ripagata con una creatura adorabile. Su quel petto stesso, sul quale gli uomini avevano inchiodato il segno dell'infamia, Iddio aveva deposto uno dei suoi angeli.

inviato il 20/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie a tutti come sempre :)

Ciao Gwen, hai vinto il giuoco domenicale, a te un libro incentivo! :)

carmela, puoi scegliere altre 10 righe in luogo di queste?

Ciao, ho scelto queste tue 10 righe come vincitrici per regalare il libro incentivo di questa settimana. E' un passo davvero molto bello. Manda il tuo indirizzo alla mail libroincentivo@10righedailibri.it e riceverai a casa il libro per te. Ciao

Partecipo al Giuoco domenicale #37: 10 righe dall'800 + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-37-10-righe-dall800

L'amore in un giorno di pioggia

immagine copertina
SARAH BUTLER
L'amore in un giorno di pioggia
Tradotto da ENRICA BUDETTA
Garzanti 2013

Non so che faccia hai. Non so dove sei. Ti ho cercato, devi credermi. Andai a casa sua e suonai il campanello, ma non rispose nessuno e quando guardai dentro dalla finestra, vidi i segni sulla moquette dove prima c'erano i mobili. Aspettai. E poi, alla fine, tornai a casa e mi sedetti lì a fissare il telefono. Le uniche persone che chiamavano erano quelle che volevano vendermi qualcosa(...)
So che quando ci incontreremo non conterà quanto mi ci sia voluto per trovarti. Quando ci incontreremo avremo tutto il tempo del mondo per dirci quello che dobbiamo dirci.

inviato il 14/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

pag.63...64

NON VOlARE VIA

immagine copertina
Sara Rattaro
NON VOlARE VIA
mondo libri
10 righe da pagina 174:

L'amore ha tanti difetti, ma non ammette distrazioni perché non riesce a perdonarle. Non è vero che non sai dove si trova chi ami, che qualunque cosa dica o faccia per te è lo stesso, e non è vero che basta una piccola evasione per farti credere che sia tutto apposto. L'amore è un respiro che ti soffoca, un nome che non riesci a smettere di ripetere, la pioggia sotto il sole, un silenzio che non puoi zittire, una corsa per la vittoria, una cosa che non riconoscerai più, una pagina strappata o semplicemente qualcosa che ti dà il tormento. ma per quanto la nostra passione bruci e la nostra ragione si sia persa in un luogo oscuro, l'amore ha sempre una scelta. A volte quella sbagliata....

inviato il 09/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Antonella :)

Lessico famigliare

immagine copertina
Natalia Ginzburg
Lessico famigliare
Tradotto da Cesare Garboli
Einaudi 2009
10 righe da pagina 147:

La guerra, noi pensavamo che avrebbe immediatamente rovesciato e capovolto la vita di tutti. Invece per anni molta gente rimase indisturbata nella sua casa, seguitando a fare quello che avrebbe fatto sempre. Quando ormai ciascuno pensava che in fondo se l'era cavata con poco e non ci sarebbero stati coinvolgimenti di sorta, nè case distrutte, nè fughe o persecuzioni, di colpo esplosero bombe e mine dovunque e le case crollarono, e le strade furono piene di rovine, di soldati e di profughi. E non c'era più uno che potesse far finta di niente, chiuder gli occhi e tapparsi le orecchie e cacciare la testa sotto al guanciale, non c'era. In Italia fu così la guerra.

inviato il 04/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie, sono molto felice, vi ringrazio tanto... Vi manderò la mia mail... appena il mio pc me lo permetterà, saluti a tutti voi della redazione :)

Complimenti Strega :)

Ciao Strega Morgana, le tue sono le 10 righe scelte dalla redazione.
Hai vinto un libro incentivo: complimenti! Invia il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it

Tu non mollare però se non vinci :)

Lo spero anch'io... Dopo tanto tempo mi sono messa a giocare di nuovo... Non xchè non mi andava ma x il semplice fatto che ho il Pc a riparare, mi scuso con voi, se oriesco a darvi a tutti il mio segnalibro... la connessione va e viene... ora ci proverò... :)

Vorrei tanto che tu vinca.

Grazie tesoro.

Si, certo Elenuccia mia!! :)

Interessante. Me lo presti? :)

FRANCESCO canto di una creatura

immagine copertina
Alda Merini
FRANCESCO canto di una creatura
Frassinelli 2007
10 righe da pagina 52:

Quando sentite cantare un'allodola
pensate che state parlando con Francesco,
che Francesco vi parla nel cuore,
perchè non avevo altro modo
di volare fino a Dio
se non attraverso gli uccelli,
una manna di piume,
questi uccelli vigorosi e inutili
che vengono a beccarmi il volto:
è la musica di Francesco.
Forse per i poveri e per me
non ho da mangiare,
ma ho le mani gonfie di grano :
ho saziato tutti gli uccelli del cielo.
E nell'uccello, a volte misero e nudo,
ho visto una piuma di quell'angelo
che volò dritto verso Maria.

inviato il 04/10/2013
Nei segnalibri di:

La Stella di Giada

immagine copertina
Stefania Bernardo
La Stella di Giada
YOUCANPRINT NARCISUSS.ME 2013
10 righe da pagina 102:

Per troppo tempo aveva osservato l’oceano da Fort Law, immaginando un giorno di solcarlo per lasciarsi tutto il dolore alle spalle, per navigare verso nuove esperienze, e ogni volta le si chiudeva il cuore, al pensiero che lei sarebbe sempre rimasta prigioniera, una donna sola a cui non era permesso di fare le proprie scelte, senza pagarle a caro prezzo. Ogni mattina osservava il mare e ogni volta lui sembrava prendersi gioco di lei, ricordandole quanto lui fosse immenso e lei troppo piccola e insignificante. Ora, però, lei era in cima all’albero
maestro di una nave che solcava quell’oceano fiera e libera, che si abbassava e si alzava al ritmo delle onde, con le vele spiegate
gonfiate dal vento. Un vento che sapeva di libertà…

inviato il 27/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :)

Benvenuta Stefania :)

Il fu Mattia Pascal

Pirandello
Il fu Mattia Pascal
mondadori

Io vi ho portato la corona di fiori promessa e ogni tanto mi reco a vedermi morto e sepolto là. Qualche curioso mi segue da lontano; poi, al ritorno, s'accompagna con me, sorride, e – considerando la mia condizione – mi domanda:
– Ma voi, insomma, si può sapere chi siete?
Mi stringo nelle spalle, socchiudo gli occhi e gli rispondo:
– Eh, caro mio... Io sono il fu Mattia Pascal.

inviato il 29/09/2013
Nei segnalibri di:

Restituzione

Restituzione 5 years 34 settimane fa

Ciao, ho scelto queste tue 10 righe per regalare il libro incentivo di questa settimana. Manda il tuo indirizzo alla mail libroincentivo@10righedailibri.it e riceverai a casa il libro per te.

La lettera scarlatta

La lettera scarlatta 5 years 34 settimane fa

Ciao, ho scelto queste tue 10 righe come vincitrici per regalare il libro incentivo di questa settimana. E' un passo davvero molto bello. Manda il tuo indirizzo alla mail libroincentivo@10righedailibri.it e riceverai a casa il libro per te. Ciao

Il piccolo principe

Il piccolo principe 5 years 34 settimane fa

pag 84

Il piccolo principe 5 years 35 settimane fa

traduttore Bompiani Bregoli N.,anno di edizione 2000. Pagina non ricordo, queste righe le avevo annotate sul mio diario perchè mi hanno colpito tantissimo

Marigold Hotel

Marigold Hotel 5 years 36 settimane fa

grazie :-)

Il libro è ...

Il libro è ... 5 years 36 settimane fa

Così si ritrovò ad esplorare luoghi sconosciuti. Ad immergersi in amori travagliati, destini spezzati. A vagare per deserti, monti,mari. Conobbe affascinanti uomini in giacca e cravatta, altri disgraziati perseguitati dai loro fallimenti. Fanciulle deturpate in giovinezza. E occhi. Quanti occhi guardò a lungo tentando di scorgerne il dolore. Erano i libri. I suoi libri. Pagine, capitoli, vite e storie per evadere dalla realtà.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy