Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Antonio Nicosia

Il piccolo principe

immagine copertina
Antoine de Saint-Exupéry
Il piccolo principe
Tradotto da Nini Bompiani Bregoli
BOMPIANI 2000
10 righe da pagina 84:

E' una follia odiare tutte le rose perché una ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perchè uno è fallito.
E' una follia condannare tutte le amicizie perché una ti ha tradito, non credere in nessun amore solo perché uno di loro è stato infedele, buttare via tutte le possibilità di essere felici solo perché qualcosa non è andato per il verso giusto.
Ci sarà sempre un'altra opportunità, un'altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c'è un nuovo inizio.

inviato il 07/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Carmela abbiamo pubblicato le tue 10 righe sul sito Libridinosi http://www.libridinosi.com/antoine-de-saint-exupery-il-piccolo-principe/

Grazie Carmela :)

pag 84

Complimenti Carmela!!!
Le tue 10 righe sono risultate le più segnalibrate e per questo ti aggiudichi il libro incentivo!
Lunedì prossimo, dopo aver scelto il vincitore tra le 10 righe postate da oggi a domenica 20 ottobre, invia il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it
per poter ricevere il libro incentivo devi però integrare con il numero della pagina da cui hai tratto il brano, hai tempo fino a lunedì prossima... dai!!!! sfoglia il libro e inviaci il numero della pagina
http://www.10righedailibri.it/giochi-segnalibri

Grazie!

traduttore Bompiani Bregoli N.,anno di edizione 2000. Pagina non ricordo, queste righe le avevo annotate sul mio diario perchè mi hanno colpito tantissimo

Amo questo libro. L'ho letto più e più volte provando ogni volta, la stessa emozione

Carmela, nome del tratture, anno di edizione e numero della pagina da cui hai tratto le 10 righe? :)

Marigold Hotel

immagine copertina
Deborah Moggach
Marigold Hotel
Tradotto da Paolo Gessini
Elliot 2013
10 righe da pagina 129:

In cuor suo, Evelyn non aveva mai creduto alle storie dei cristiani, se ne era resa perfettamente conto di recente. Nessuno che si definiva Dio avrebbe potuto permettere che accadesse ciò che accadeva. Forse gli indiani, che erano colpiti da tragedie immani e incomprensibili, avevano il buon senso di non ritenere nessuno responsabile. Delle esistenze così miserabili e così terribilmente brevi dovevano trovare un motivo di conforto nel sapere che questo è solo un viaggio attraverso il regno animale. Non c'era da stupirsi, allora, se apparivano così rassegnati, sereni addirittura.

inviato il 01/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie :-)

Benvenuta Carmela :)

Narciso e Boccadoro

immagine copertina
Hermann Hesse
Narciso e Boccadoro
Oscar Mondadori - Classici Moderni 2001

Al primo suo bacio mi sentii struggere e provai una sofferenza strana.
Tutta la mia nostalgia, tutti i miei sogni,
ogni mia dolce ansia, ogni segreto in me assopito si destò,
e tutto fu trasformato,
incantato: tutto aveva acquistato un senso.

inviato il 02/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

bello ! 10 righe ad hoc

COMPLEANNI D'AUTORE 2013

immagine copertina
Carlos Ruiz Zafón
COMPLEANNI D'AUTORE 2013
10righedailibri 1964

Buon compleanno a Carlos Ruiz Zafòn!

Un giorno sentii dire da un cliente della libreria che poche cose impressionano un lettore quanto il primo libro capace di toccargli davvero il cuore. L’eco di parole che crediamo dimenticate ci accompagna per tutta la vita ed erige nella nostra memoria un palazzo al quale - non importa quanti altri libri leggeremo, quanti mondi scopriremo, quante cose apprenderemo o dimenticheremo - prima o poi faremo ritorno. Per me, quel libro sarà sempre il romanzo che avevo salvato dagli oscuri corridoi del Cimitero dei Libri Dimenticati.
(L'ombra del vento)

inviato il 25/09/2013
Nei segnalibri di:

L'eleganza del riccio

immagine copertina
Muriel Barbery
L'eleganza del riccio
Edizioni e/o
10 righe da pagina 14:

Il problema è che i bambini credono ai discorsi dei grandi e, una volta grandi, si vendicano ingannando a loro volta i figli. “La vita ha un senso e sono gli adulti a custodirlo” è la bugia universale cui tutti sono costretti a credere. Da adulti, quando capiamo che non è vero, ormai è troppo tardi. Il mistero rimane, e tutta l'energia disponibile è andata da tempo sprecata in stupide attività. Non resta che cercare di anestetizzarsi, nascondendo il fatto che non riusciamo a dare un senso alla nostra vita e ingannando i nostri figli per cercare di convincere meglio noi stessi.
La gente crede di inseguire le stelle e finisce come un pesce rosso in una boccia.
Mi chiedo se non sarebbe più semplice insegnare fin da subito ai bambini che la vita è assurda. Questo toglierebbe all'infanzia alcuni momenti felici, ma farebbe guadagnare un bel po' di tempo all'adulto – senza contare che si eviterebbe almeno un trauma, quello della boccia.

inviato il 23/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

grassie cara è uno dei miei libri preferiti! una specie di breviario per i giorni belli e per quelli un po' più brutti!

ottima scelta... racchiude l'esistenza! Brava!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy